Samsung: nuovo calo vendite tra Aprile e Giugno 2018

Previsioni sulle vendite in ribasso per il colosso Samsung nel trimestre aprile-giugno. I buoni risultati del comparto dei semiconduttori non saranno sufficienti a compensare il calo. Preoccupa la concorrenza della Cina.

Samsung stime vendite trimestrali

Per il trimestre aprile-giugno 2018 il mercato prevede per Samsung un nuovo rallentamento delle vendite di smartphone e un buon risultato della divisione dei semiconduttori, anche se quest’ultimo non sarà sufficiente a compensare i minori introiti del comparto mobile.

Secondo gli analisti, Samsung presenterà nel secondo trimestre un utile in crescita ma al livello più basso degli ultimi dodici mesi. Il motivo è da imputare alle basse vendite dei telefoni della linea Galaxy.

Gli esperti sottolineano che Samsung conserverà ancora la leadership sul mercato mondiale degli smartphone ma registrerà rallentamenti sia nella fascia dei top gamma sia in quella medio-bassa, in cui spicca la crescita sostenuta dei principali competitors stranieri, soprattutto Apple con il suo nuovo iPhoneX e la cinese Xiaomi.

Il calo delle vendite peserà dunque sul risultato del gruppo nel secondo trimestre, con un utile operativo atteso in rialzo del 5,7 per cento a 14,9 trilioni di won su base annua, un dato in flessione rispetto al risultato dei primi tre mesi dell’anno, pari a 15,6 trilioni di won

Samsung si conferma però ancora una volta il più grande produttore mondiale di smartphone, con 80 milioni di unità vendute nel primo trimestre.

Samsung Galaxy S9, vendite inferiori alle stime

Dallo scorso marzo è disponibile il nuovo Samsung Galaxy S9 ma in questi mesi le vendite del top di gamma sono state inferiori a quanto registrato dal suo predecessore Galaxy S8.

Un trend negativo che secondo gli esperti proseguirà in questo 2018, anno in cui anche le azioni della società hanno perso circa il 10 per cento di valore.Gli analisti evidenziano inoltre la scarsa penetrazione dei prodotti Samsung in Cina, il più grande mercato mondiale per gli smartphone, in cui ha raggiunto una quota pari all’1,3 per cento nel primo trimestre dell’anno, un valore ben più basso del 22 per cento del colosso Huawei, seguito nell’ordine da Oppo, Vivo, Xiaomi e Apple.

Cresce dunque la preoccupazione degli investitori, anche a seguito della perdita di leadership nelle vendite in India. Al suo posto la cinese Xiaomi.

Al momento il titolo di Samsung registra in Borsa un calo di oltre 3 punti percentuali a 857,69 euro.