Bitcoin, la ripresa è possibile

Un 2018 nerissimo per il Bitcoin in cui ha perso circa l’80 per cento del suo valore. Dopo l’exploit del 2017, l’anno in corso verrà ricordato anche per lo scoppio della bolla speculativa nel comparto delle criptovalute. Le prospettive non sono però così negative come sembrano secondo alcuni analisti, anche se la strada da percorrere per una risalita dei prezzi, è ancora molto lunga.

Bitcoin, il crollo del 2018

Di questi tempi lo scorso anno il Bitcoin (BTC) raggiungeva il suo massimo storico vicino ai 20 mila dollari.

Sembrava l’inizio di una scalata senza fine, con prospettive addirittura di 100mila dollari o più per la valuta digitale più famosa ma, a distanza di un anno, oggi viene scambiato sui mercati a circa 3.500 dollari, un crollo di oltre l’80 per cento del suo valore.

C’è chi ritiene inoltre che i ribassi non siano ancora terminati, dopo quello che può essere definita l’ennesimo scoppio di una bolla speculativa.

Al momento il Bitcoin, dopo aver toccato nei giorni scorsi i minimi dell’ultimoanno e mezzo a poco più di quota 3.100 dollari, tenta una complicata risalita,anche se secondo gli analisti per parlare di una effettiva inversione deltrend, le quotazioni dovranno tornare almeno sopra il livello di 5.500 dollari.

Non mancano però gli ottimisti, per i quali la valuta digitale nel giro di un biennio potrà addirittura oltrepassare i prezzi record toccati alla fine del 2017.

Bitcoin previsioni rialziste

Il valore del Bitcoin nel prossimo biennio potrà raggiungere prezzi mai visti prima.

È questa la previsione di diversi esperti del settore che ritengono il crollo del 2018 un fattore che alla lunga renderà forte la criptomoneta con la più alta capitalizzazione sul mercato.

Da più parti si ritiene infatti che l’industria delle criptovalute a breve potrà approfittare di regolamentazioni più stringenti e chiare, un fattore che darà nuova linfa ad investimenti nel settore, spingendo le quotazioni verso l’alto.

Gli ETF basati sulle criptovalute sono considerati essenziali per far crescere il comparto, anche se i tempi per l’effettiva introduzione appaiono ancora molto lunghi.

Al momento il prezzo del Bitcoin è in crescita del 7,96 per cento a quota 3544 dollari. Rialzi anche per l’Ethereum, dell’8,44 per cento a 95,57 dollari, e per il Ripple di ben il 16 per cento a 0,34 dollari.

Responsabilità: Gli autori dei contenuti ed i responsabili di ilcorsivoquotidiano.net, dichiarano che i contenuti e le analisi su valute, azioni e qualunque tipo di strumento finanziario non devono essere considerate raccomandazioni di investimento. Tutte le considerazioni fatte dall'autore dell'articolo sono soggettive e dunque rientrano nelle opinioni personali e come tali devono essere considerate. Il contenuto dei post rispecchia l'opinione personale dell'autore e della redazione e sono scritte con finalità di informazione e non al fine di invogliare a fare trading o a investire su qualunque mercato finanziario/o strumento. Gli autori stessi e lo staff del sito non possiedono azioni di società quotate o asset finanziari oggetto delle analisi. Lo staff di ilcorsivoquotidiano.net non garantisce che i dati siano in tempo reale e che la periodicità delle analisi sia puntuale. L'attività di trading e di speculazione sui mercati finanziari o di investimento tramite strumenti derivati costituisce un rischio di perdita di capitali. Pertanto lo staff e gli autori non si assumono alcuna responsabilità legata a investimenti errati o decisione prese tramite analisi di qualsiasi genere trovate sul sito web. L’Utente, pertanto, si assume ogni responsabilità e non ritiene ilcorsivoquotidiano.net e tutti i suoi autori responsabili per eventuali perdite/danni diretti o indiretti che possano scaturire dalla lettura delle analisi, dalla loro inesattezza/e incompletezza oltre che accuratezza. Ogni utente che vuole investire sarà pertanto tenuto a informarsi assumendosi i rischi di eventuali investimenti non basandosi solo sulle analisi tecniche fornite da ilcorsivoquotidiano.net