Cambio bitcoin-dollaro indebolito da possibili restrizioni della Corea del sud sulle criptovalute

La volatilità che contraddistingue ed accompagna il Bitcoin fin dalla prima apparizione non ha abbandonato la più famosa e scambiata moneta digitale al mondo, neanche nel periodo natalizio, solitamente caratterizzato, per gli altri asset, da scambi ridotti ed oscillazioni piuttosto contenute.

Questa tradizione non è stata per nulla rispettata dal cambio Bitcoin-Dollaro ancora una volta sulle montagne russe. Il rapporto di cambio tra la criptovaluta per antonomasia ed il biglietto verde, dopo il crollo evidenziato nel corso dell’ottava precedente in area 10.700 punti è rimbalzato di oltre 50 punti percentuali, attestandosi su un massimo a 7 sedute pari quota 16.494, per poi cedere nuovamente terreno e scambiare, al momento della scrittura in area 15.000

Sul nuovo passo indietro della coppia BTC-USD pesa la decisione delle autorità sudcoreane di porre dei limiti alla sfrenata corsa verso il mondo delle criptovalute, nel paese, sfociata negli ultimi mesi nell’apertura di una miriade di conti anonimi legati alle valute digitali. Il governo di Seul, inoltre, potrebbe inasprire il giro di vite sulle criptovalute, applicando delle normative che potrebbero prevedere la chiusura delle piattaforme qualora lo si rendesse necessario.

La notizia arrivata dalla Corea del Sud sulle possibili limitazioni sulle valute digitali studiate dal governo ha procurato un forte scossone sulle quotazioni del Bitcoin nei confronti del Dollaro, poiché il 20% delle transazioni avvengono in questo paese, dove è stato stimato che gli investitori residenti posseggono circa 1 milione di Bitcoin. Per il 2018, secondo il parere di molti analisti, non mancheranno le ampie fluttuazioni, divise tra rialzi euforici e violenti crash, come da copione datato 2017.

Andamento cambio BTC-USD sul breve-medio periodo


Sotto l’aspetto tecnico, le quotazioni della coppia Bitcoin-Dollaro sono ancora impostate verso l’alto, poiché si trovano al di sopra della media mobile a 50 periodi ( la prima linea dal basso verso l’alto sul grafico con time-frame giornaliero in alto ). I prezzi tuttavia continuano ad oscillare come un pendolino tra la media mobile a 25 periodi ( la linea mediana sul grafico ) e la media mobile a 10 periodi ( la prima linea dall’alto verso il basso sul grafico ), incapaci di prendere una netta direzione. Un’eventuale uscita daily oltre EMA 10, che per ora continua a fare da tappo, con molte probabilità potrebbe favorire un ritorno in area 18.000, il 20% in più dalle attuali quotazioni, con step intermedio in area 16.500. Al ribasso, invece, porre particolare ai minimi intraday in area 14.000-13.800, pena un possibile affondo sull’EMA a 50 gg, transitante in area 12.700 circa. Persa EMA 50, la coppia potrebbe cedere ulteriore terreno e formare un doppio minimo in area 11.000-10.700.

Andamento cross ETH-USD

Sedute di scambi altalenanti anche per la coppia ETH-USD, con l’Ethereum molto volatile nei confronti del biglietto verde, a causa delle News arrivate dalla Corea del Sud.

Al momento della scrittura per acquistare un Ethereum ci vogliono circa 750 dollari, 100 dollari in più dai minimi delle ultime 7 sedute, ma circa 100 dollari in meno dai massimi storici fatti registrare la scorsa ottava, poco sopra quota 860.

Modello di trading sul cambio bitcoin-dollaro valido da 1 a 5 giorni

Il modello Long si attiva in caso di ritorno oltre quota 14.810 in chiusura di candela oraria o daily e suggerisce di prendere i primi profitti in area 15.190 e 15.435; stop loss in caso di ritorno sotto quota 14.385 in close orario o giornaliero. Mantenere o attivare nuove posizioni Long in caso di ulteriori balzi oltre quota 15.435 in chiusura di candela oraria, per puntare prima a quota 15.840 e successivamente a quota 16.095; stop loss in caso di close orario minore di quota 14.810.

Suggeriti ulteriori Long in caso di estensioni oltre quota 16.095 in close orario o daily, per puntare a prendere profitto in area 16.517 e 16.950, estesa a quota 17.394 e 17.849; stop loss in caso di ritorno sotto quota 14.048 in chiusura giornaliera. Lecito comprare sulla debolezza in caso di affondo in area 12.194, per cercare di approfittare di eventuali rimbalzi in primo luogo a quota 12.521 ed in seconda battuta a quota 12.858, con eventuali estensioni a quota 13.204; stop loss in caso di ulteriori cali sotto quota 11.870 in chiusura giornaliera.

Il modello Short, invece, prende forma in caso di discesa sotto quota 14.385 in chiusura di candela oraria o daily, e pronostica i primi due obiettivi in area 14.008 e 13.781; stop loss in caso di recupero oltre quota 14.810 in chiusura oraria. Mantenere o incrementare le posizioni ribassiste in caso di close orario minore di quota 13.781, per sfruttare possibili flessioni, in primo luogo a quota 13.420 ed in seconda battuta a quota 13.204; stop loss in caso di ritorno sopra quota 14.385 in chiusura di candela oraria.

Lecito approfittare di eventuali discese sotto quota 13.204 in chiusura oraria o giornaliera, per cercare di ricoprirsi in area 12.858 e 12.521, estesa a quota 12.194; stop loss in caso di recupero sopra quota 13.781 in close daily. Consigliati Short speculativi in caso di allungo in area 17.849, per sfruttare eventuali storni prima a quota 17.394 e successivamente a quota 16.950, con possibili estensioni a quota 16.517; stop loss in caso di ulteriori estensioni al rialzo oltre quota 18.320 in chiusura di candela daily.

Responsabilità: Gli autori dei contenuti ed i responsabili di ilcorsivoquotidiano.net, dichiarano che i contenuti e le analisi su valute, azioni e qualunque tipo di strumento finanziario non devono essere considerate raccomandazioni di investimento. Tutte le considerazioni fatte dall'autore dell'articolo sono soggettive e dunque rientrano nelle opinioni personali e come tali devono essere considerate. Il contenuto dei post rispecchia l'opinione personale dell'autore e della redazione e sono scritte con finalità di informazione e non al fine di invogliare a fare trading o a investire su qualunque mercato finanziario/o strumento. Gli autori stessi e lo staff del sito non possiedono azioni di società quotate o asset finanziari oggetto delle analisi. Lo staff di ilcorsivoquotidiano.net non garantisce che i dati siano in tempo reale e che la periodicità delle analisi sia puntuale. L'attività di trading e di speculazione sui mercati finanziari o di investimento tramite strumenti derivati costituisce un rischio di perdita di capitali. Pertanto lo staff e gli autori non si assumono alcuna responsabilità legata a investimenti errati o decisione prese tramite analisi di qualsiasi genere trovate sul sito web. L’Utente, pertanto, si assume ogni responsabilità e non ritiene ilcorsivoquotidiano.net e tutti i suoi autori responsabili per eventuali perdite/danni diretti o indiretti che possano scaturire dalla lettura delle analisi, dalla loro inesattezza/e incompletezza oltre che accuratezza. Ogni utente che vuole investire sarà pertanto tenuto a informarsi assumendosi i rischi di eventuali investimenti non basandosi solo sulle analisi tecniche fornite da ilcorsivoquotidiano.net