Cross BTC-USD su di giri: Goldman Sachs pronta ad entrare a gamba tesa sul trading in criptovalute

Quinta settimana consecutiva all’insegna del rialzo per il cambio Bitcoin-Dollaro, che sempre con più convinzione sembra puntare dritto verso l’importante area di resistenza posta a quota 10.000. Al momento della scrittura la coppia evidenzia un rialzo di quasi 2 punti percentuali a quota 9.647, non molto lontana dal top a 7 sedute toccato a quota 9.838.

Il consolidamento del rialzo fatto registrare nel corso dell’ultimo mese ha beneficiato delle indiscrezioni diffuse dal New York Times, secondo cui il colosso bancario Goldman Sachs sarebbe pronto ad inaugurare una nuova desk operativa di trading su strumenti legati al Bitcoin. La casa d’affari statunitense, a distanza di qualche anno, quindi, sarebbe pronta a tornare sui propri passi, rivedendo le proprie posizioni sulle valute digitali, nello specifico caso sul Bitcoin. GS, non molto tempo fa aveva bollato il Bitcoin come una sorta di strumento adatto a commettere illeciti, come riciclare denaro sporco.

Secondo i rumors, per i primi tempi, la nuova divisione non farà trading diretto, ma consentirà ai clienti della banca di usufruire dei propri fondi per operare sui future legati al Bitcoin scambiati sui mercati CME e CBOE. Allo studio, inoltre, ci sarebbe la quotazioni di un proprio contratto future, sotto forma del cosiddetto non deliverable forward.

Ulteriori buone notizie sono arrivate dalla piattaforma numero uno per il trading sulle criptovalute, la famosissima Coinbase, che secondo alcune fonti attendibili starebbe trattando con la SEC, l’organo di vigilanza della borsa statunitense, la possibilità di ottenere una propria licenza ufficiale come broker. Coinbase, in linea con la propria strategia di diversificazione, sarebbe pronta a cambiare la propria pelle, entrando a far parte del mondo della finanza regolarizzata.

Tra gli intenti della piattaforma, inoltre, ci sarebbe anche quello di puntare all’IPO, quotandosi a Wall Street.

Andamento cambio BTC-USD sul breve-medio periodo

La corsa della coppia BTC-USD, come ben evidente sul grafico con time-frame giornaliero in alto, potrebbe aver trovato un primo ostacolo in area 9.800 sui massimi intraday indicati tra le righe del paragrafo precedente. Area 10.000, con molte probabilità, potrebbe rivelarsi una resistenza alquanto tosta da superare in prima battuta.

La media mobile a 10 periodi (la prima linea dall’alto verso il basso sul grafico) si candida come il primo supporto di brevissimo, mentre il più importante sostegno di breve-medio periodo cade sulla zona in cui transitano le medie mobili a 25 e 50 giorni (rispettivamente la linea mediana e la prima linea dal basso verso l’alto sul grafico), identificata tra quota 8.800 ed 8.700.

Un’eventuale rottura dell’EMA a 50 giorni potrebbe causare ulteriori affondi, prima in area 8.000 e successivamente verso quota 7.500.

Andamento cambio Ethereum-Dollaro sul breve-medio periodo

Deciso allungo per il cross ETH-USD, che sta facendo registrare un progresso settimanale superiore ai 15 punti percentuali. La seconda criptovaluta in termini di capitalizzazione, ma anche per fama, ha beneficiato delle ottime news che hanno interessato il Bitcoin, poiché anche l’Ethereum potrebbe presto finire nelle mire dei colossi bancari internazionali.

Prossimo scoglio per la coppia ETH-USD, area 800, livello toccato nell’intraday, che una volta superato potrebbe spianare la strada per un veloce ritorno in area 900.

Modello di trading cambio BTC-USD valido da 1 a 5 giorni

Il modello di trading rialzista prende forma in caso di allungo oltre quota 9.735 in chiusura di candela oraria o daily e consiglia di prendere profitto in area 9.892 e 10.151; stop loss in caso di ritorno sotto quota 9.580 in close orario o giornaliero. Mantenere o attivare nuove posizioni Long in caso di ulteriori estensioni oltre quota 10.151 in chiusura di candela oraria, per puntare prima a quota 10.315 e successivamente a quota 10.482; stop loss in caso di close orario minore di quota 9.838.

Suggeriti ulteriori Long in caso di nuovi acquisti oltre quota 10.482 in close orario o daily, per tentare di prendere profitto in area 10.652 e 10.825, estesa a quota 11.108; stop loss in caso di ritorno sotto quota 10.151 in chiusura giornaliera. Lecito comprare sulla debolezza in caso di affondo in area 8.425, per cercare di approfittare di eventuali rimbalzi in primo luogo a quota 8.651 ed in seconda battuta a quota 8.794, con eventuali estensioni a quota 8.937; stop loss in caso di ulteriori cali sotto quota 8.200 in chiusura giornaliera.

Il modello di trading ribassista, invece, prende quota in caso di discesa sotto quota 9.580 in chiusura di candela oraria o daily, e pronostica i primi due obiettivi in area 9.424 e 9.335; stop loss in caso di recupero oltre quota 9.735 in chiusura oraria.Mantenere o incrementare le posizioni ribassiste in caso di close orario minore di quota 9.335, per sfruttare possibili flessioni, in primo luogo a quota 9.183 ed in seconda battuta a quota 8.937; stop loss in caso di ritorno sopra quota 9.580 in chiusura di candela oraria.

Lecito approfittare di eventuali discese sotto quota 8.937 in chiusura oraria o giornaliera, per cercare di ricoprirsi in area 8.794 e 8.651, estesa a quota 8.425; stop loss in caso di recupero sopra quota 9.183 in close daily. Consigliati Short speculativi in caso di allungo in area 11.108, per sfruttare eventuali storni prima a quota 10.825 e successivamente a quota 10.652, con possibili estensioni a quota 10.144; stop loss in caso di ulteriori strappi al rialzo oltre quota 11.400 in chiusura di candela daily.

Responsabilità: Gli autori dei contenuti ed i responsabili di ilcorsivoquotidiano.net, dichiarano che i contenuti e le analisi su valute, azioni e qualunque tipo di strumento finanziario non devono essere considerate raccomandazioni di investimento. Tutte le considerazioni fatte dall'autore dell'articolo sono soggettive e dunque rientrano nelle opinioni personali e come tali devono essere considerate. Il contenuto dei post rispecchia l'opinione personale dell'autore e della redazione e sono scritte con finalità di informazione e non al fine di invogliare a fare trading o a investire su qualunque mercato finanziario/o strumento. Gli autori stessi e lo staff del sito non possiedono azioni di società quotate o asset finanziari oggetto delle analisi. Lo staff di ilcorsivoquotidiano.net non garantisce che i dati siano in tempo reale e che la periodicità delle analisi sia puntuale. L'attività di trading e di speculazione sui mercati finanziari o di investimento tramite strumenti derivati costituisce un rischio di perdita di capitali. Pertanto lo staff e gli autori non si assumono alcuna responsabilità legata a investimenti errati o decisione prese tramite analisi di qualsiasi genere trovate sul sito web. L’Utente, pertanto, si assume ogni responsabilità e non ritiene ilcorsivoquotidiano.net e tutti i suoi autori responsabili per eventuali perdite/danni diretti o indiretti che possano scaturire dalla lettura delle analisi, dalla loro inesattezza/e incompletezza oltre che accuratezza. Ogni utente che vuole investire sarà pertanto tenuto a informarsi assumendosi i rischi di eventuali investimenti non basandosi solo sulle analisi tecniche fornite da ilcorsivoquotidiano.net