Indagini USA su pratiche scorrette di trading Bitcoin, ma c’è chi scommette su un nuovo rally

Non accenna a placarsi il sentiment negativo di breve sulla coppia Bitcoin-Dollaro, che si appresta a chiudere la terza settimana consecutiva in rosso. La rottura del supporto in area 8.000 ha innescato un’ulteriore ondata di vendite che si è spinta fino ad un minimo intraday a quota a quota 7.260. Al momento della scrittura il cambio BTC-USD scambia in area 7.400, e la performance a 7 sedute sta facendo segnare un ribasso del 10%.

Le vendite si sono riacutizzate dopo che alcuni rumors hanno fatto sapere che il Dipartimento per il Commercio statunitense ha aperto un fascicolo di indagini per smascherare eventuali manipolazioni del prezzo del Bitcoin o su altre valute digitali. Il Dipartimento USA in concerto con la Commodity Futures Trading Commission, che regolamenta i derivati legati al Bitcoin, avrebbe messo nel mirino alcune pratiche scorrette, tra cui: lo spoofing, ovvero, ordini inviati e immediatamente cancellati man mano che il prezzo si muove; oppure il wash trading, che consiste nelle simultanee operazioni di acquisto e vendite per creare dei falsi volumi di scambio dando una falsa impressione sulla domanda.

Nonostante la lunga serie di News negative, che da ormai tante settimane ha messo in ginocchio il Bitcoin, cè chi ancora crede in una riscossa della criptovaluta per eccellenza, come Tom Lee, cofondatore di Fundtrust, nonché uno dei maggiori esperti di trading di valute digitali, il quale ha dichiarato di aspettarsi, entro la fine dell’anno, un valore del Bitcoin pari a 25.000 dollari.

Lee ha motivato la sua previsione affermando che i costi per produrre e duplicare Bitcoin, circa 6.000 dollari, sono ancora minori dell’attuale quotazione e che le grosse istituzioni sono ancora fuori dal giro, in attesa che ci siano più certezze con le nuove normative.

L’esperto ha inoltre aggiunto che secondo i dati elaborati dalla sua società simili cadute delle quotazioni si sono già verificate in passato e che successivamente si è verificato un recupero di tutto il terreno perso, andando a formare nuovi massimi assoluti.

Andamento cross Bitcoin-Dollaro sul breve-medio periodo

Il grafico con time-frame giornaliero in alto fotografa il perdurare della stretta ribassista che soffoca le quotazioni della coppia BTC-USD. I valori attuali si trovano al di sotto di tutte le medie mobili di riferimento, a 10-25 e 50 giorni. Il tentativo di recupero, dopo un veloce sconfinamento sopra la media mobile a 10 gg (la prima linea dal basso verso l’alto sul grafico) si è arrestato in prossimità della media mobile a 25 giorni (la linea mediana sul grafico), che si colloca in area 8.370-8.400,circa. Poco distante, un po’ più in alto, transita la media mobile a 50 giorni (la prima linea dall’alto verso il basso sul grafico), l’ostacolo più importante da superare, per un’inversione più duratura, che conduca le quotazioni sulla resistenza dinamica in area 9.000-9.200.

Al ribasso, invece, una rottura dei recenti minimi potrebbe accendere nuovi target ribassisti prima in area 6.500 e successivamente a quota 6.000.

Andamento cross ETH-USD sul breve-medio periodo

Analoga discesa per la coppia ETH-USD, che nonostante il momentaneo rimbalzo tecnico a quota 587 ( +3,55 ) ha subito un calo settimanale pari a-10%.

La situazione nel breve periodo potrebbe migliorare soltanto in caso di recupero oltre area 600-620

Modello di trading cambio BTC-USD valido da 1 a 5 giorni

Il modello di trading rialzista si attiva in caso di ritorno oltre quota 7.570 in chiusura di candela oraria o daily e consiglia di prendere profitto in area 7.693 e 7.894; stop loss in caso di ritorno sotto quota 7.377 in close orario o giornaliero. Mantenere o attivare nuove posizioni Long in caso di ulteriori estensioni oltre quota 7.894 in chiusura di candela oraria, per puntare prima a quota 8.022 e successivamente a quota 8.232; stop loss in caso di close orario minore di quota 7.693.

Suggeriti ulteriori Long in caso di nuovi acquisti oltre quota 8.232 in close orario o daily, per tentare di prendere profitto in area 8.365 e 8.584, estesa a quota 8.809; stop loss in caso di ritorno sotto quota 7.894 in chiusura giornaliera. Lecito comprare sulla debolezza in caso di affondo in area 6.320, per cercare di approfittare di eventuali rimbalzi in primo luogo a quota 6.490 ed in seconda battuta a quota 6.665, con eventuali estensioni a quota 6.775; stop loss in caso di ulteriori cali sotto quota 6.155 in chiusura giornaliera.

Il modello di trading ribassista, invece, necessita di una flessione sotto quota 7.377 in chiusura di candela oraria o daily, e pronostica i primi due obiettivi in area 7.261 e 7.070; stop loss in caso di recupero oltre quota 7.570 in chiusura oraria. Mantenere o incrementare le posizioni ribassiste in caso di close orario minore di quota 7.070, per sfruttare possibili flessioni, in primo luogo a quota 6.956 ed in seconda battuta a quota 6.775; stop loss in caso di ritorno sopra quota 7.377 in chiusura di candela oraria.

Lecito approfittare di eventuali discese sotto quota 6.775 in chiusura oraria o giornaliera, per cercare di ricoprirsi in area 6.665 e 6.490, estesa a quota 6.320; stop loss in caso di recupero sopra quota 7.070 in close daily. Consigliati Short speculativi in caso di allungo in area 8.809, per sfruttare eventuali storni a quota 8.584 e successivamente a quota 8.365, con possibili estensioni a quota 8.232; stop loss in caso di ulteriori strappi al rialzo oltre quota 9.040 in chiusura di candela daily.

Responsabilità: Gli autori dei contenuti ed i responsabili di ilcorsivoquotidiano.net, dichiarano che i contenuti e le analisi su valute, azioni e qualunque tipo di strumento finanziario non devono essere considerate raccomandazioni di investimento. Tutte le considerazioni fatte dall'autore dell'articolo sono soggettive e dunque rientrano nelle opinioni personali e come tali devono essere considerate. Il contenuto dei post rispecchia l'opinione personale dell'autore e della redazione e sono scritte con finalità di informazione e non al fine di invogliare a fare trading o a investire su qualunque mercato finanziario/o strumento. Gli autori stessi e lo staff del sito non possiedono azioni di società quotate o asset finanziari oggetto delle analisi. Lo staff di ilcorsivoquotidiano.net non garantisce che i dati siano in tempo reale e che la periodicità delle analisi sia puntuale. L'attività di trading e di speculazione sui mercati finanziari o di investimento tramite strumenti derivati costituisce un rischio di perdita di capitali. Pertanto lo staff e gli autori non si assumono alcuna responsabilità legata a investimenti errati o decisione prese tramite analisi di qualsiasi genere trovate sul sito web. L’Utente, pertanto, si assume ogni responsabilità e non ritiene ilcorsivoquotidiano.net e tutti i suoi autori responsabili per eventuali perdite/danni diretti o indiretti che possano scaturire dalla lettura delle analisi, dalla loro inesattezza/e incompletezza oltre che accuratezza. Ogni utente che vuole investire sarà pertanto tenuto a informarsi assumendosi i rischi di eventuali investimenti non basandosi solo sulle analisi tecniche fornite da ilcorsivoquotidiano.net