Pil 2017 Italia in forte crescita

Il Centro studi di Confindustria ha rivisto al rialzo le stime di crescita per il 2017 all’1,3 per cento dal precedente 0,8 per cento. Attesi miglioramenti anche per il 2018. Rallentano, anche se in progresso, la spesa delle famiglie e l’occupazione nel prossimo biennio.

Pil Italia 2017

Confindustria prevede un Prodotto interno lordo per il 2017 in forte crescita rispetto alle precedenti stime. Il centro studi si attende infatti per l’anno in corso un incremento dell’1,3 per cento a fronte di un dato precedente pari ad un +0,8 per cento. Atteso in miglioramento il pil dell’Italia anche nel 2018 a +1,1 per cento dal +1,0 per cento stimato in precedenza.

I motivi di una tale revisione dei dati sono dovuti, ha spiegato il Csc, in particolare alla maggiore crescita del comparto delle esportazioni e degli investimenti.

Da segnalare che l’agenzia americana Standard & Poor’s ha di recente innalzato le sue stime di crescita sull’Italia passando da un +0,9 per cento ad un +1,2 per cento per il 2017.

Occupazione e lavoro

Non sono attese buone notizie invece per quanto riguarda il comparto del lavoro. Secondo gli economisti di Viale dell’Astronomia, nel 2017 l’occupazione registrerà un rallentamento allo 0,9 per cento e nel 2018 a quota 0,8 per cento. Dati nettamente più bassi rispetto al +1,4 per cento mandato in archivio nel 2016.

Il centro studi di Confindustria ha messo in risalto anche i conti pubblici del paese, con un indebitamento atteso al 2,3 per cento del Prodotto interno lordo per il 2017 ed in crescita al 2,4 per cento il prossimo anno. Rimane sempre piuttosto instabile, per gli esperti di Csc, anche il comparto del credito che ha registrato una flessione dello 0,2 per cento mensile nel primo quadrimestre dell’anno.

Per quanto riguarda infine la spesa delle famiglie, è stata riscontrata una crescita nel 2016 dell’1,3 per cento, un dato in calo dal +1,5 per cento rilevato nel 2015. Per il 2017 è atteso in ulteriore flessione all’1,2 per cento, per poi scendere all’1,1 per cento il prossimo anno Confindustria ha comunque voluto sottolineare che i consumi delle famiglie dalla seconda parte del 2013 hanno ripreso finalmente a crescere dopo 24 mesi consecutivi in profondo rosso (-6,7 per cento).

Infine in rialzo nel 2017 anche il reddito disponibile reale dello 0,9 per cento, un dato atteso in ulteriore aumento all’1,1 per cento il prossimo anno.