Forex: cambio euro-dollaro su di giri dopo l’aumento dei tassi USA

Come da attese, alla fine dell’intensa due giorni di meeting, il FOMC (Federal Open Market Committee) della banca centrale americana ha alzato i tassi d’interesse FED FUNDS di 0,25 punti base. La decisione che ha portato i tassi USA da 0,50-0,75 punti percentuali a 0,75-1 punti percentuali è stata presa all’unanimità.

Nove dei dieci membri del braccio operativo della FED hanno infatti votato per l’allentamento monetario, col solo Neel Kashkari, presidente della FED di Minneapolis a votare per la conferma tassi. La decisione dell’istituto presieduto da Janet Yellen era scontata oltre il 90% sia per le dichiarazioni delle scorse settimane della stessa Yellen e di altri membri del FOMC, sia per gli ultimi dati macro statunitensi che avevano mostrato sensibili miglioramenti della prima economia mondiale,tra i quali è spiccata l’ottima lettura delle Non-Farm Payrolls del mese di Febbraio, diffusa lo scorso Venerdì.

La decisione della FED di alzare i tassi di un quarto di punto ha avuto effetti positivi sul cambio Euro-Dollaro che ha guadagnato oltre una figura dal momento dell’annuncio della Yellen, volando a quota 1,074. Il Dollaro si è indebolito nei confronti della moneta unica europea in quanto è stato scongiurato il pericolo di un rialzo più consistente, di 50 punti base, mentre i 25 punti base erano già ampiamente scontati dal mercato.

Informazioni molto importanti sono arrivate anche dai cosiddetti “dot plot“, ossia le attese di ogni membro del FOMC sui futuri interventi sui tassi d’interesse, dai quali è emerso che sono previsti tre rialzi per il 2017, tre per il 2018 ed altrettanto per il 2019. Rispetto alla scorsa rilevazione dei dot plot del mese di Dicembre, adesso sono nove contro sei i membri del comitato esecutivo che quest’ anno si aspettano altri due rialzi.

Andamento cross Eur-Usd sul breve-medio periodo


Come anticipato nel paragrafo precedente, scatto del cambio Euro-Dollaro che ha guadagnato più di 1 punto percentuale subito dopo l’annuncio di rialzo dei tassi, riportandosi sui massimi a cinque settimane. Le quotazioni di slancio si sono messe alle spalle la forte area di resistenza identificata a quota 1,07. Sicuramente la bontà del movimento ed il break-out dell’ostacolo appena segnalato necessiterà di ulteriori conferme nelle prossime sedute. Intanto bisogna prendere atto dell’importante rialzo messo a segno da questa coppia di valute, la cui forza è testimoniata dall’ incrocio dal basso verso l’alto delle tre medie mobili di riferimento a 10 – 25 e 50 periodi disegnate sul grafico con time-frame giornaliero, in alto (rispettivamente la linea di colore azzurro, la linea rossa e la linea verde). Il nuovo supporto di brevissimo cade su EMA 10 in area 1,0644-1,0666, mentre al rialzo nel caso in cui il movimento si estenda oltre quota 1,075, le prossime resistenze si collocano in area 1,085 estesa a 1,09.

Strategia di trading forex sul cambio euro-dollaro: validità 1-3 giorni

La strategia Long prevede l’apertura di posizioni rialziste in caso di close orario maggiore di quota 1,0749 e fissa i primi due target price in area 1,0773 ed 1,0802; stop loss in caso di ritorno sotto quota 1,0702. Mantenere o incrementare le operazioni rialziste in caso di allungo oltre quota 1,0802 in chiusura di candela oraria per cercare di prendere profitto prima a quota 1,0816 e successivamente a quota 1,0839; stoppare le operazioni in caso di ritorno sotto quota 1,072 in chiusura oraria o daily.

Insistere con nuove posizioni Long in caso di close orario maggiore di 1,0839 per sfruttare possibili ulteriori rialzi in area 1,0866 e ed 1,0891, estesa a 1,0907; stop loss in caso di close orario minore di 1,0773. Lecito acquistare sulla debolezza in caso di affondo in area 1,0558 per puntare a veloci rimbalzi in area 1,0594 ed 1,0621; stop loss nel caso in cui la pressione ribassista si spinga sotto quota 1,053 in chiusura oraria o giornaliera.

La strategia ribassista, invece, si attiva in caso di discesa sotto quota 1,0702 in chiusura di candela oraria e pronostica i primi due obiettivi in area 1,0678 ed 1,0666; stop loss in caso di ritorno sopra quota 1,0749 in close orario. Mantenere o incrementare le posizioni corte in caso di discesa sotto 1,0666 in close orario per sfruttare ulteriori cali prima in area 1,0652 e successivamente in area 1,0621; stop loss in caso di recupero di quota 1,072 in chiusura oraria.

Insistere con nuove posizioni ribassiste in caso di perdita in chiusura di candela oraria di quota 1,0621 per sfruttare possibili discesa in area 1,0594 ed 1,0558, estesa a 1,053; stoppare le operazioni in caso di close orario maggiore di quota 1,0678. Short speculativi in caso di allunghi in area 1,0932, in ottica di pull-back di area 1,089 ed area 1,0869; stop loss in caso di ulteriori rialzi sopra quota 1,095 in chiusura daily.