Cambio Eur-Usd tocca quota 1,10 dopo 6 mesi nonostante il robusto dato sulle payrolls Usa

Ancora una settimana favorevole al cross EUR-USD, volato sui top a 6 mesi, toccando la soglia psicologica di 1,10. Gli operatori del mercato del Forex hanno puntato decisamente sull’Euro a dispetto del biglietto verde, alla vigilia del ballottaggio delle elezioni per la presidenza francese che vede il candidato centrista Macron nettamente favorito per sulla leader dell’ estrema destra Le Pen.

La moneta unica europea, inoltre, ha beneficiato dell’ottima lettura finale dell’indice PMI servizi dell’Eurozona, che ha evidenziato, nel mese di Aprile, un aumento a 56,4 punti (attese 56,2 punti) dai 56 punti della lettura preliminare. Per il settore privato dell’ area euro si è trattata della crescita più alta dal 2011.

Cross EUR-USD ancora ben comprato nonostante gli ottimi dati macro relativi al mercato del lavoro USA, che potrebbero spingere la Federal Reserve ad al zare i tassi d’ interesse nel corso del prossimo meeting di Giugno.

Lo scorso Giovedì il Dipartimento per il Lavoro ha reso noto che le richieste di sussidio di disoccupazione sono scese di 19.000 unita, a 238.000 unità dalle 257.000 unità della settimana precedente, mentre Venerdì è stata la volta dei dati relativi al saldo delle buste paga nei settori non agricoli. Nel mese di Aprile le cosiddette Non-Farm Payrolls sono aumentate di 211.000 unità, oltre le attese degli analisti che invece non andavano oltre i 190.000 posti di lavoro. Ottimi segnali sono arrivati anche dalla lettura del tasso di disoccupazione che diminuendo al 4,4% si è portato ai minimi degli ultimi 10 anni, sui livelli in cui si trovava prima della crisi finanziaria del 2007. Unica nota stonata il rallentamento dell’aumento dei salari orari che in media sono saliti su base annua solo del 2,5%, in calo dal 2,6% fatto registrare a Marzo.

Andamento cambio euro-dollaro sul breve-medio periodo


Deciso allungo del cross EUR-USD che non vedono quota 1,10 dalla seduta dell’11 Novembre 2016. Il guadagno settimanale di questa coppia di valute sfiora il punto percentuale. Le quotazioni, com’è ben visibile sul grafico con time-frame giornaliero, in alto, hanno trovato supporto sulla media mobile a 10 periodi (linea di colore azzurro) per poi tentare il primo attacco all’area 1,10.

In caso di superamento della resistenza appena citata, le quotazioni potrebbero continuare l’ascesa verso quota 1,11 e mettere nel mirino anche l’ex sostegno di lungo periodo divenuto ormai resistenza in area 1,12. Al ribasso, invece, il primo supporto valido si trova nuovamente su EMA 10, salita a quota 1,09 circa, perso il quale il cambio Euro-Dollaro potrebbe scivolare sulla media mobile a 25 periodi (linea di colore rosso sul grafico), mentre il supporto di fondamentale importanza viene individuato sulla media mobile a 50 periodi (linea verde sul grafico), transitante in area 1,076 circa.

Strategia di trading forex sul cross Eur-Usd – validità 1-3 giorni

La strategia rialzista consiglia di aprire posizioni Long nel caso in cui si registri una chiusura oraria maggiore di quota 1,1026 e pronostica i primi due target price in area 1,1068 ed 1,1094; stop loss in caso di discesa sotto quota 1,0964 in close orario. Mantenere o incrementare le posizioni al rialzo in caso di break-out orario di quota 1,1094, per cercare di prendere profitto, prima a quota 1,111 e successivamente a quota 1,1136; stop loss in caso di ritorno sotto quota 1,0993 in chiusura oraria.

Ed ancora, Long in caso di allungo oltre quota 1,1136 in chiusura di candela oraria, per sfruttare ulteriori allunghi in area 1,1178 ed 1,1221, estesa a quota 1,129; stop loss in caso di close orario minore di 1,1068. Lecito acquistare sulla debolezza in caso di affondo in area 1,0756, per approfittare di eventuali rimbalzi in prima battuta a quota 1,0823 ed in un secondo momento a quota 1,0864; stop loss in caso di scivoloni sotto 1,0712 in chiusura oraria o daily.

La strategia ribassista, invece, suggerisce di attivare posizioni Short, in caso di discesa sotto quota 1,0964 in close orario, per cecare di prendere profitto in area 1,0938 ed 1,0912; stop loss in caso di ritorno sopra quota 1,1026 in chiusura oraria. Mantenere o aumentare le posizioni al ribasso in caso di rottura oraria del supporto a quota 1,0912, per tentare di prendere profitto in un primo momento a quota 1,089 ed in seconda battuta a quota 1,0864; stoppare le operazioni in caso di risalita a quota 1,0964 in close orario.

Insistere con nuove posizioni corte in caso di ulteriori discese sotto quota 1,0864 in chiusura di candela oraria, per cercare di ricoprirsi in area 1,0823 ed 1,0797, estesa a 1,0756; stop loss in caso di recupero oltre quota 1,0912 in close orario. Short speculativi in caso di estensione rialzista in area 1,129, per sfruttare eventuali correzioni , prima a quota 1,1221 e successivamente a quota 1,1178; stop loss in caso di ulteriori allunghi oltre quota 1,1317 in chiusura oraria o giornaliera.

Salva

Salva