Cambio USD-JPY(dollaro-yen) indebolito dal rallentamento del mercato immobiliare USA

Marcia indietro per il cambio Dollaro-Yen dopo una serie di dati macro negativi arrivati nella prima parte della settimana in corso, che hanno evidenziato nuovi segnali di rallentamento per la prima economia mondiale. La Federal Reseve Bank di New York ha reso noto tramite il report sull’indice Empire State che le condizioni del settore manifatturiero nel mese di Maggio sono peggiorate.

La lettura dell’indice è passata in territorio negativo per la prima volta dopo sette mesi, facendo segnare un valore pari a -1, da 5,2 della lettura del mese di Aprile, deludendo anche le attese degli analisti che invece si aspettavano un valore pari a 7. È bene sapere che una lettura dell’indice superiore a zero indica espansione mentre una lettura inferiore allo zero indica contrazione. Cattive notizie anche dal mercato immobiliare a stelle e strisce, dove l’indice che misura l’andamento dei permessi di costruzione negli USA, nel mese di Aprile, ha deluso le attese facendo registrare un calo a 1,23 milioni di unità da 1,27 milioni di unità del mese precedente, mentre gli analisti avevano stimato un dato in linea con quello di Marzo.

Flessione oltre le attese anche per quanto riguarda l’ indicatore sui nuovi cantieri residenziali sceso a 1,17 milioni di unità da 1,2 milioni di unità (attese 1,26 milioni di unità). La serie negativa di dati macroeconomici arrivati dagli USA è stata spezzata dalla rilevazione della produzione industriale che nel mese di Aprile è aumentata dell’ 1% rispetto alla lettura di Marzo, battendo i pronostici degli analisti che non andavano oltre il +0,4%. Dati macroeconomici statunitensi deboli pesano sul biglietto verde in quanto allontanano le ipotesi che vedono ancora spazio per due o tre rialzi dei tassi nel corso del 2017.

Andamento cross USD-JPY sul breve-medio periodo


Al momento della scrittura il cambio Dollaro-Yen passa di mano a quota 112,30, in calo dello 0,70% rispetto alla chiusura della seduta precedente. Le quotazioni dopo essersi riportate sotto la media mobile a 10 periodi (linea di colore azzurro sul grafico con time-frame giornaliero, in alto), si stanno portando a ridosso del primo supporto di breve-medio periodo, rappresentato dalla media mobile a 25 periodi (linea di colore rosso sul grafico), transitante in area 112,20.

Poco più giù, in area 112, passa anche il supporto più importante, identificato nella media mobile a 50 periodi (linea di colore verde sul grafico), sotto il quale, il quadro grafico tornerebbe ad essere neutrale-negativo, con possibilità di scivolare anche in area 111,50-111, dove potrebbero scattare le prime ricoperture di breve, pena un veloce ritorno in area 109 circa, dove tra l’altro è rimasto aperto un gap in corrispondenza della chiusura della seduta del 21 Aprile scorso. Al rialzo, invece, soltanto un ritorno stabile sopra quota 114 potrà scongiurare le attese ribassiste appena descritte, e condurre questa coppia di valute prima in area 115,50 e successivamente in area 117, sui top raggiunti lo scorso mese di Gennaio.

Strategia di trading forex sul cambio dollaro-yen – validità 1-3 giorni

L’attivazione della strategia rialzista necessita di una chiusura oraria oltre quota 112,73 e fissa i primi due target price in area 113,12 e 113,36; stop loss in caso di discesa sotto quota 112,20 in close orario. Mantenere o sovrappesare l’esposizione Long nel caso in cui si verifichi un allungo oltre quota 113,36 in chiusura di candela oraria, per cercare di prendere profitto in prima battuta a quota 113,54 e successivamente a quota 113,97; stop loss in caso di ritorno sotto quota 112,73 in close orario. Ed ancora

Long in caso di rottura della resistenza a quota 113,97 in chiusura oraria, per sfruttare possibili estensioni al rialzo in area 114,49 e 114,93 ed in un secondo momento a quota 115,64; stop loss in caso di close orario minore di 113,27.Consigliati Long sulla debolezza in caso di affondo in area 109,70 ; per sfruttare eventuali rimbalzi a quota 110,40 ed a quota 111,10; stoppare le operazioni in caso di ulteriori scivoloni sotto quota 109,05 in chiusura oraria o daily.

L’apertura della strategia ribassista, invece, necessita di un close orario minore di quota 112,20 e pronostica i primi due target price in area 111,95 e 111,52 ; stop loss in caso di recupero di quota 112,73 in chiusura oraria. Mantenere o incrementare le posizioni Short in caso di discesa sotto quota 111,52 in chiusura di candela oraria, per tentare di prendere profitto in un primo momento a quota 111,10 ed in seconda battuta a quota 110,85; stop loss in caso di ritorno sopra quota 112,37 in close orario.

Insistere con nuove posizioni corte in caso di rottura del supporto orario a quota 110,85, per cercare di ricoprirsi in area 110,40 e 109,98 , estesa a quota 109,70; stop loss in caso di ritorno oltre quota 111,52 in close orario. Suggeriti Short speculativi in caso di allungo in area 115,64, per approfittare di eventuali pull-back di prezzo, prima a quota 114,93 e successivamente a quota114,49; stop loss in caso di ulteriori rialzi sopra quota 116,10 in chiusura di candela oraria o giornaliera.

Responsabilità: Gli autori dei contenuti ed i responsabili di ilcorsivoquotidiano.net, dichiarano che i contenuti e le analisi su valute, azioni e qualunque tipo di strumento finanziario non devono essere considerate raccomandazioni di investimento. Tutte le considerazioni fatte dall'autore dell'articolo sono soggettive e dunque rientrano nelle opinioni personali e come tali devono essere considerate. Il contenuto dei post rispecchia l'opinione personale dell'autore e della redazione e sono scritte con finalità di informazione e non al fine di invogliare a fare trading o a investire su qualunque mercato finanziario/o strumento. Gli autori stessi e lo staff del sito non possiedono azioni di società quotate o asset finanziari oggetto delle analisi. Lo staff di ilcorsivoquotidiano.net non garantisce che i dati siano in tempo reale e che la periodicità delle analisi sia puntuale. L'attività di trading e di speculazione sui mercati finanziari o di investimento tramite strumenti derivati costituisce un rischio di perdita di capitali. Pertanto lo staff e gli autori non si assumono alcuna responsabilità legata a investimenti errati o decisione prese tramite analisi di qualsiasi genere trovate sul sito web. L’Utente, pertanto, si assume ogni responsabilità e non ritiene ilcorsivoquotidiano.net e tutti i suoi autori responsabili per eventuali perdite/danni diretti o indiretti che possano scaturire dalla lettura delle analisi, dalla loro inesattezza/e incompletezza oltre che accuratezza. Ogni utente che vuole investire sarà pertanto tenuto a informarsi assumendosi i rischi di eventuali investimenti non basandosi solo sulle analisi tecniche fornite da ilcorsivoquotidiano.net