Cambio USD-YPY: dollaro indebolito da dati macro contrastanti che favoriscono lo yen

Cross USD/JPY ancora nettamente favorevole alla divisa nipponica in avvio di settimana, caratterizzata dai una serie di dati macroeconomici provenienti dagli USA, alquanto contrastanti.

L’indice PMI manifatturiero relativo al mese di Marzo, nella lettura finale, è sceso lievemente a 53,3 punti rispetto ai 53,4 punti della stima preliminare, ma attestandosi al minimo dallo scorso mese di Settembre. I pronostici degli analisti davano un valore di 53,5 punti. Un po’ più marcato, invece, il calo dell’indice ISM manifatturiero, che tiene conto delle indicazioni di 400 direttori degli acquisti del comparto. La lettura seppur in linea con le attese degli analisti, ha evidenziato un calo di 0,5 punti nel mese di Marzo, scendendo a 57,2 punti dai 57,7 punti del mese precedente. Getta ancor più dubbi la lettura del sotto indice calcolato sui dati della produzione diminuito di 5,3 punti a 57,6 punti, dai 62,9 punti di Febbraio. Nonostante ciò, 17 dei 18 settori utilizzati dall’istituto ISM per redigere l’indice manifatturiero indicano ancora che l’attività economica statunitense rimane in fase espansiva, trainata dall’occupazione.

L’uscita di questi ultimi dati macro ha frenato il recupero del biglietto verde, in quanto, in quanto potrebbero pesare sulle aspettative che la Federal Reserve alzi i tassi altre due volte nel corso di quest’anno, com’era stato indicato da alcuni membri della banca centrale americana la scorsa settimana. Molti analisti e strategist iniziano a parlare anche di stagflazione, caratterizzata da crescita dell’inflazione e rallentamento o stop della crescita economica. Vanno un po’ meglio le cose in Giappone dove l’indice Tankan sulla grande manifattura nel primo trimestre dell’anno è salito a 12 punti dai 10 punti fatti registrare dalla precedente rilevazione trimestrale, ma sotto le attese degli analisti che avevano pronosticato 14 punti.

Andamento cross USD/JPY sul breve-medio – periodo

Il tentativo di recupero del cambio Dollaro-Yen, scivolato nel corso della scorsa ottava sui minimi degli ultimi 5 mesi a 110,09, si è arrestato sulla media mobile a 50 periodi su base oraria (linea di colore verde sul grafico giornaliero con time-frame orario, in alto) toccando un massimo a 111,61. Al momento della scrittura la quotazione di questa coppia di valute cede tra lo 0,45-0,35% e scambia in area 110,40 -110,55 avvicinandosi pericolosamente ai recenti minimi segnalati in precedenza che, se rotti al ribasso potrebbero far scivolare le quotazioni in area 109,50 circa in prima battuta e successivamente in area 108,30.

Al rialzo, invece, il quadro di brevissimo periodo migliora soltanto con un ritorno in chiusura daily sopra area 111,20-111,60, zona su cui transita EMA 50 oraria, mentre per un miglioramento di beve-medio periodo si dovrà aspettare il superamento di area 112,20, massimo registrato la scorsa settimana.

Strategia di trading forex sul cambio dollaro-yen – validità 1-5 giorni

La visione Long offre spunti operativi al rialzo in caso di close orario maggiore di quota 110,72 e fissa i primi due target price in area 110,88 e 111,22; stop loss con close orario minore di 110,36. Mantenere o incrementare le posizioni rialziste in caso di allungo oltre quota 111,22 in chiusura di candela oraria, per sfruttare possibili approdi prima a quota 111,61 e successivamente a quota 111,89; stop loss con close orario minore di 110,55.

Insistere con nuove posizioni Long in caso di break-out orario di quota 111,89, per cercare di prendere profitto in area 112,13 e 112,33, estesa a quota 112,98; stop loss in caso di ritorno sotto quota 111,22 in close orario. Consigliati Long sulla debolezza in caso di affondo in area 108,30 per approfittare di eventuali rimbalzi con terget a quota 108,30 e quota 108,75; stoppare le operazioni in caso di ulteriore calo sotto quota 107,88 in chiusura oraria o daily.

La visione Short, invece, suggerisce di aprire posizioni corte in caso di discesa sotto quota 110,36 in chiusura oraria e pronostica i primi due obiettivi in area 110,10 e 109,93; stop loss in caso di recupero di quota 110,72 in close orario. Mantenere o incrementare le quote ribassiste in caso di rottura oraria del supporto a quota 109,93, per cercare di ricoprirsi in prima battuta a quota 109,42 e successivamente a quota 109; stop loss con chiusura oraria maggiore di 110,36.

Lecito aprire nuove posizioni Short nel caso in cui la pressione ribassista dovesse spingersi sotto quota 109 in chiusura di candela oraria, per cercare di prendere profitto in area 108,75 e 108,30; stop loss in caso di ritorno sopra quota 110,10 in chiusura oraria. Short speculativi in caso di estensione rialzista in area 112,98, in ottica di pull-back di prezzo prima a quota 112,33 e successivamente a quota 111,89; stop loss in caso di allungo oltre quota 113,50 in chiusura di candela oraria o giornaliera.

Responsabilità: Gli autori dei contenuti ed i responsabili di ilcorsivoquotidiano.net, dichiarano che i contenuti e le analisi su valute, azioni e qualunque tipo di strumento finanziario non devono essere considerate raccomandazioni di investimento. Tutte le considerazioni fatte dall'autore dell'articolo sono soggettive e dunque rientrano nelle opinioni personali e come tali devono essere considerate. Il contenuto dei post rispecchia l'opinione personale dell'autore e della redazione e sono scritte con finalità di informazione e non al fine di invogliare a fare trading o a investire su qualunque mercato finanziario/o strumento. Gli autori stessi e lo staff del sito non possiedono azioni di società quotate o asset finanziari oggetto delle analisi. Lo staff di ilcorsivoquotidiano.net non garantisce che i dati siano in tempo reale e che la periodicità delle analisi sia puntuale. L'attività di trading e di speculazione sui mercati finanziari o di investimento tramite strumenti derivati costituisce un rischio di perdita di capitali. Pertanto lo staff e gli autori non si assumono alcuna responsabilità legata a investimenti errati o decisione prese tramite analisi di qualsiasi genere trovate sul sito web. L’Utente, pertanto, si assume ogni responsabilità e non ritiene ilcorsivoquotidiano.net e tutti i suoi autori responsabili per eventuali perdite/danni diretti o indiretti che possano scaturire dalla lettura delle analisi, dalla loro inesattezza/e incompletezza oltre che accuratezza. Ogni utente che vuole investire sarà pertanto tenuto a informarsi assumendosi i rischi di eventuali investimenti non basandosi solo sulle analisi tecniche fornite da ilcorsivoquotidiano.net