Cross EUR-USD tenta recupero oltre ex supporto in area 1,12

Timida reazione per il cambio Euro-Dollaro, dopo lo scivolone che ha condotto la coppia di valute più scambiata sul mercato del Forex sui minimi a quasi due anni a quota 1,1113.

Mentre scriviamo, il cross EUR-USD scambia 1,1179 (-0,05%), mostrando tuttavia ancora segni di debolezza dopo che la Commissione Europea ha reso noto che l’economic sentiment nell’Eurozona, ad Aprile, ha evidenziato la decima flessione consecutiva, assestandosi a 104 punti (livello più basso da Ottobre 2016), mentre le attese indicavano un valore pari a 105 punti.

Giù per il quinto mese consecutivo, invece, l’indicatore relativo al settore industriale, in discesa, sempre ad Aprile, a -4,1 punti, ed i peggioramento rispetto ai -1,6 punti di Marzo. I pronostici degli analisti, invece, davano un minor calo a -2 punti. Da ulteriori dettagli è inoltre emerso un ulteriore peggioramento per aspettative di produzione, ordini in corso e scorte di prodotti finiti. In lieve controtendenza, sempre nello stesso periodo in esame, il sentiment nei servizi, che vale i 2/3 del PIL, rimasto invariato a 11,5 punti, mentre il consensus ipotizzava una contrazione a 11,1 punti.

Il dato finale sulla fiducia dei consumatori di Aprile, diffuso dalla Commissione Europea si è confermato a -7,9 punti, sui valori della stima preliminare (-7,2 punti lettura di Marzo). Il sentiment nel commercio al dettaglio si è invece portato da 0,3 punti a -1,1 punti.

Negli USA, a Marzo, il reddito personale è cresciuto dello 0,1% su base mensile, rallentando dal +0,2% di Febbraio ed il +0,4% indicato dagli analisti. Oltre le attese, invece, la lettura relativa alla spese per consumi personali, che a Marzo sono aumentate dello 0,9%, mentre le aspettative si fermavano a +0,7% . La lettura finale di Febbraio è stata invece rivista a +0,1%. Il reddito personale consiste in una voce macro molto importante in quanto è direttamente collegata ai consumi, che a loro volta incidono al 70% nella formazione del Prodotto Interno Lordo statunitense.

L’indicatore del comparto manifatturiero elaborato dalla Federal Reserve di Dallas, a Marzo, ha invece mostrato una contrazione ad 8,3 punti, deludendo nettamente le aspettative degli analisti, che invece si aspettavano un risultato pari a 10 punti.

Broker regolamentati per fare trading su Euro Dollaro

BROKER
CARATTERISTICHEVANTAGGIISCRIZIONE
CFDs sono strumenti finanziari complessi e comportano un alto rischio di perdita di denaro rapidamente a causa della leva. Tra il 74-89% dei trader retail perdono soldi facendo trading CFD. Prima di fare trading cerca di capire come funzionano i CFD ed i rischi che comportano.
plus500Servizio CFDConto demo illimitatoISCRIVITI >>
24optionSpread bassi, CFDRendimenti fino all'89%ISCRIVITI >>
Markets.comTrading CFD su azioni, criptovaluteConto demoISCRIVITI >>
eToro social tradingSocial trading, copy tradingCopy fundsISCRIVITI >>
Xm.comBonus da 25€Conti Zero spreadISCRIVITI >>

Andamento cambio Euro-Dollaro sul breve-medio periodo


Come in evidenza sul grafico con time-frame giornaliero, in alto, il rimbalzo in corso dai minimi segnalati in precedenza si è spinto fino alla prima resistenza di brevissimo, rappresentata dalla media mobile a 10 giorni (la linea di colore azzurro sul grafico), che passa in area 1,1195.

L’eventuale break-out di EMA 10, se confermato in chiusura daily, potrebbe favorire un ulteriore allungo verso il target successivo, che passa a quota 1,1231, livello su cui transita la media mobile a 25 giorni (la linea di colore rosso sul grafico). Quadro tecnico di breve-medio periodo che rimarrà vincolato al ribasso, finché le quotazioni stazioneranno al di sotto della media mobile a 50 giorni (la linea di colore verde sul grafico),che si colloca in area 1,1266. Oltre EMA 50 attesi ulteriori estensioni al rialzo verso area 1,14. L’eventuale rottura dei recenti minimi in area 1,11 potrebbe invece causare ulteriori ribassi con primo obiettivo in area 1,10 e target successivo verso quota 1,09.

Modello di trading sul cambio euro-dollaro valido da 1 a 5 giorni

Il modello di trading rialzista prende forma in caso di ritorno sopra quota 1,1192 in close orario e fissa i primi due obiettivi in area 1,1218 e 1,1261; stop loss in caso di ritorno sotto quota 1,1149 in chiusura oraria. Mantenere o incrementare le posizioni Long in caso di allungo oltre quota 1,1261 in chiusura di candela oraria, per cercare di prendere profitto in prima battuta a quota 1,1287 e successivamente a quota 1,133; stop loss in caso di ritorno sotto quota 1,1186 in close orario.

Insistere con nuove posizioni rialziste in caso di break-out orario di quota 1,133 per approfittare di possibili allunghi in area 1,1357 e 1,14, estesi a quota 1,1471; stoppare le operazioni in caso di ritorno sotto quota 1,1261 in chiusura oraria. Long sulla debolezza in caso di affondo in area 1,09 per sfruttare eventuali rimbalzi in primo luogo a quota 1,0985 ed in un secondo momento a quota 1,101, esteso a quota 1,1054; stop loss in caso di discesa sotto quota 1,0835 in close orario o giornaliero.

Il modello di trading ribassista, invece, si attiva con chiusura oraria minore di quota 1,1149 e prevede i primi due target price in area 1,1122 e 1,108; stop loss in caso di close orario sopra quota 1,1192. Mantenere o aumentare l’esposizione ribassista in caso di close orario sotto quota 1,108 per cercare di prendere profitto in primo luogo a quota 1,1054 e successivamente a quota 1,1011; stop loss in caso di recupero sopra quota 1,1149 in chiusura oraria.

Lecito aprire nuove posizioni corte in caso di rottura oraria di quota 1,1011, per cercare di ricoprirsi in area 1,0985 e 1,0943, estesa a quota 1,09; stop loss in caso di ritorno sopra quota 1,108 in close orario. Short speculativi in caso di approdo in area 1,1471 per approfittare di eventuali storni in prima battuta a quota 1,14 e successivamente a quota 1,1357, estesi a quota 1,1287; stop loss in caso di ulteriori strappi al rialzo oltre quota 1,152 in chiusura di candela oraria o daily.

Responsabilità: Gli autori dei contenuti ed i responsabili di ilcorsivoquotidiano.net, dichiarano che i contenuti e le analisi su valute, azioni e qualunque tipo di strumento finanziario non devono essere considerate raccomandazioni di investimento. Tutte le considerazioni fatte dall'autore dell'articolo sono soggettive e dunque rientrano nelle opinioni personali e come tali devono essere considerate. Il contenuto dei post rispecchia l'opinione personale dell'autore e della redazione e sono scritte con finalità di informazione e non al fine di invogliare a fare trading o a investire su qualunque mercato finanziario/o strumento. Gli autori stessi e lo staff del sito non possiedono azioni di società quotate o asset finanziari oggetto delle analisi. Lo staff di ilcorsivoquotidiano.net non garantisce che i dati siano in tempo reale e che la periodicità delle analisi sia puntuale. L'attività di trading e di speculazione sui mercati finanziari o di investimento tramite strumenti derivati costituisce un rischio di perdita di capitali. Pertanto lo staff e gli autori non si assumono alcuna responsabilità legata a investimenti errati o decisione prese tramite analisi di qualsiasi genere trovate sul sito web. L’Utente, pertanto, si assume ogni responsabilità e non ritiene ilcorsivoquotidiano.net e tutti i suoi autori responsabili per eventuali perdite/danni diretti o indiretti che possano scaturire dalla lettura delle analisi, dalla loro inesattezza/e incompletezza oltre che accuratezza. Ogni utente che vuole investire sarà pertanto tenuto a informarsi assumendosi i rischi di eventuali investimenti non basandosi solo sulle analisi tecniche fornite da ilcorsivoquotidiano.net