Cross USD-CHF positivo dopo crescita occupazione non agricola USA stmata da Adp

Sentiment di brevissimo in ripresa per la coppia USD-CHF, che rimbalza dai valori più bassi ad 8 settimane, toccati in avvio di ottava, scendendo su un minimo intraday a quota 0,9868. Al momento della scrittura, il rapporto di cambio tra il biglietto verde e la divisa elvetica sta facendo segnare un timido progresso dello 0,08%, a quota 0,9928.

Dollaro USA che ha ripreso vigore, favorito da una serie di buone letture macro arrivate da oltreoceano, e culminate con la stima ADP del mese di Luglio. Il National Employment Report, elaborato da Automatic Data Processing (ADP), lo scorso mese, ha evidenziato un incremento di nuovi impiegati nei settori privati non agricoli statunitensi pari a +219 mila unità, in aumento dalla +181 mila unità della precedente stima mensile (rivista al rialzo dalle 177 mila unità della prima comunicazione). Battute le attese degli analisti, che non si erano spinte oltre le +186 mila unità.

Il report ADP è curato da una società attiva nel campo dei servizi di amministrazione e gestione risorse umane e raccoglie i dati sull’occupazione su circa mezzo milione di aziende statunitensi, garantendo circa il 20% della copertura totale. La lettura ADP, come di consueto, anticipa la diffusione ufficiale del saldo delle nuove buste paga rilasciato dal Dipartimento per il Lavoro statunitense attraverso le cosiddette Non-Farm Payrolls.

Cross USD-CHF che si è confermato in territorio positivo nonostante l’indice ISM manifatturiero USA nel mese di Luglio abbia fatto registrare un rallentamento a 58,1 punti, in discesa dai 60,2 punti della rilevazione di Giugno. Lettura inferiore anche ai pronostici degli analisti, che avevano indicato una frenata più modesta, a 59,4 punti. Il rapporto sull’attività manifatturiera statunitense elaborato tramite l’indice ISM, è frutto di un’indagine condotta tra i direttori d’acquisto di circa 300 aziende statunitensi e consiste nell’indicatore più rilevante per quanto riguarda il settore della manifattura. Nonostante il calo appena evidenziato l’indice ISM di Luglio, assestandosi abbondantemente oltre la soglia dei 50 punti, indica ancora una forte espansione del comparto manifatturiero a stelle e strisce.

Andamento cross USD-CHF sul breve-medio periodo

Il recupero in corso delle quotazioni della coppia Dollaro-Franco Svizzero, come ben evidente sul grafico con time-frame giornaliero in alto, sembra aver trovato un primo ostacolo sulla resistenza daily rappresentata dalla media mobile a 25 giorni (la prima linea dall’alto verso il basso sul grafico), che passa in area 0,9934. L’appiattimento di tutte le medie mobili di riferimento, ovvero le EMA a 10-25 e 50 giorni, inoltre, significa che con elevate probabilità, molto presto, si potrebbe assistere ad un nuovo movimento direzionale delle quotazioni.

Il break-out giornaliero della media mobile a 25 giorni, confermato da una chiusura settimanale oltre tale livello, potrebbe favorire un ulteriore allungo prima verso il test dei massimi di periodo in area 0,998-1,005, che se superati a loro volta potrebbero spianare la strada verso area 1,02-1,03.

Al ribasso, invece, pericoloso un ritorno, in chiusura daily, sotto la media mobile a 50 giorni (la prima linea dal basso verso l’alto sul grafico), che passa in area 0,991, poiché potrebbe dar luogo a veloci discese in area 0,98-0,975.

Modello di trading dollaro-franco svizzero valido da 1 a 5 giorni

Il modello di trading Long si attiva in caso di close orario maggiore di quota 0,9938 e pronostica i primi due target price in area 0,9952 e 0,9976; stop loss in caso di discesa sotto quota 0,9915 in chiusura oraria. Mantenere o aumentare l’esposizione Long in caso di break-out orario di quota 0,9976 per cercare di prendere profitto in prima battuta a quota 1,0014 e successivamente a quota 1,0037; stop loss in caso di ritorno sotto quota 0,9938 in close orario.

Insistere con ulteriori posizioni rialziste nel caso in cui gli acquisti dovessero spingersi oltre quota 1,0037 in chiusura oraria, per cercare di approfittare di ulteriori balzi in area 1,0061 e 1,0099, estesi a quota 1,0162; stop loss in caso di ritorno sotto quota 0,9976 in close orario. Lecito acquistare sulla debolezza in caso di affondo in area 0,9695 in ottica di veloci rimbalzi prima a quota 0,9732 ed in seconda battuta a quota 0,9769, estesi a quota 0,9793; stop loss in caso di ulteriori cali sotto quota 0,9635 in chiusura oraria o daily.

Il modello di trading Short, invece, necessita di un close orario minore di quota 0,9915 e pronostica i primi due obiettivi in area 0,9891 e 0,9853; stop loss in caso di recupero di quota 0,9938 in chiusura oraria. Mantenere o aumentare le operazioni corte in caso discesa sotto 0,9853 in chiusura di candela oraria, per cercare di ricoprirsi in un primo momento a quota 0,983 ed in seconda battuta a quota 0,9793; stop loss in caso di ritorno sopra quota 0,9927 in close orario.

Si consiglia di attivare nuove posizioni Short in caso di flessione sotto quota 0,9793 in close orario per cercare di prendere profitto in area 0,9769 e 0,9732, estesa a quota 0,9695 ;stoppare le operazioni in caso di recupero di quota 0,9853 in close orario o daily. Ed ancora, short speculativi in caso di allungo in area 1,0162 per sfruttare eventuali storni in primo luogo a quota 1,0099 e successivamente a quota 1,0061, estesi a quota 0,9976; stop loss in caso di ulteriori estensioni al rialzo oltre quota 1,0225 in chiusura di candela oraria o giornaliera.

Responsabilità: Gli autori dei contenuti ed i responsabili di ilcorsivoquotidiano.net, dichiarano che i contenuti e le analisi su valute, azioni e qualunque tipo di strumento finanziario non devono essere considerate raccomandazioni di investimento. Tutte le considerazioni fatte dall'autore dell'articolo sono soggettive e dunque rientrano nelle opinioni personali e come tali devono essere considerate. Il contenuto dei post rispecchia l'opinione personale dell'autore e della redazione e sono scritte con finalità di informazione e non al fine di invogliare a fare trading o a investire su qualunque mercato finanziario/o strumento. Gli autori stessi e lo staff del sito non possiedono azioni di società quotate o asset finanziari oggetto delle analisi. Lo staff di ilcorsivoquotidiano.net non garantisce che i dati siano in tempo reale e che la periodicità delle analisi sia puntuale. L'attività di trading e di speculazione sui mercati finanziari o di investimento tramite strumenti derivati costituisce un rischio di perdita di capitali. Pertanto lo staff e gli autori non si assumono alcuna responsabilità legata a investimenti errati o decisione prese tramite analisi di qualsiasi genere trovate sul sito web. L’Utente, pertanto, si assume ogni responsabilità e non ritiene ilcorsivoquotidiano.net e tutti i suoi autori responsabili per eventuali perdite/danni diretti o indiretti che possano scaturire dalla lettura delle analisi, dalla loro inesattezza/e incompletezza oltre che accuratezza. Ogni utente che vuole investire sarà pertanto tenuto a informarsi assumendosi i rischi di eventuali investimenti non basandosi solo sulle analisi tecniche fornite da ilcorsivoquotidiano.net