EUR / USD, si prospetta un trend rialzista

Gli analisti di Danske Bank hanno notato che EUR / USD ha sollevato ieri le crescenti speranze di evitare una Brexit senza accordo. E che il Presidente della Fed, Jerome Powell, ha ribadito la necessità di reagire alle condizioni economiche e finanziarie. Secondo la Banca tedesca: “La probabilità di un rinvio della scadenza per La Brexit e / o un accordo commerciale rimangono positivi nell’euro a breve termine. Entrambi sarebbero significativi sviluppi nel sollevare alcuni dei rischi politici che hanno pesato sulla moneta unica per un lungo periodo.” Poi la previsione: “Continuiamo a indirizzare EUR / USD a 1,15 in 1-3M.”

Secondo Karen Jones, analista di Commerzbank, la coppia EUR / USD ha iniziato a erodere le sue medie mobili a 55 e 100 giorni a 1.1386 / 90. Ed è fiducioso che ciò significherà che inizierà a muoversi.

“Crediamo che rimarrà sotto il livello di 1,1216 di novembre. La nostra attenzione rimane sul 1.1510 200 giorni ma. Continuiamo a favorire la ripresa questa settimana. Al di sopra dei 200 giorni ma ri-mirare l’1,1623 di altezza a metà ottobre e un po ‘più a lungo termine cercheremo guadagni a 1.1685, la settimana 55.”

Poi conclude: “Tendenza a lungo termine (1-3 mesi): un aumento al di sopra del recente massimo a 1.1623 confermerebbe un’inversione di tendenza e riporterebbe la media mobile a 55 settimane alle 1.1723 sulle carte”.

La coppia EUR / USD sale a massimi di più settimane a 1.1380 complice una debolezza dell’USD

La coppia EUR / USD, che è stata in grado di registrare guadagni modesti lunedì, ha continuato a spingere al rialzo martedì e ha raggiunto il livello più alto dal 6 febbraio a 1.1380 nella sessione NA prima di entrare in una fase di consolidamento. Al momento della scrittura, la coppia è cresciuta dello 0,13% su base giornaliera a 1,1373.

Oggi, i dati dalla Germania hanno mostrato che il Gfk Consumer Confidence Index è rimasto invariato a 10,8 di marzo e si è allineato al consenso del mercato per aiutare la valuta comune resisti ai suoi rivali. D’altro canto, Philip Lane, membro del Consiglio direttivo della Banca centrale europea, ha affermato che il mercato del lavoro nell’UE era ancora forte e ha aggiunto che stavano osservando le pressioni al rialzo sui salari.

Nonostante questi titoli positivi per l’euro, tuttavia, il rally giornaliero della coppia ha guadagnato trazione nella seconda metà della giornata ed è stato principalmente guidato dalle vendite in corso sull’USD. Pressured dal calo dei rendimenti dei titoli del Tesoro USA e dai dati macroeconomici misti del giorno, l’indice del dollaro USA ha esteso la sua scivolata e ha toccato il livello più basso in tre settimane a 96,15.

A testimoniare davanti al Congresso, il presidente del FOMC Jerome Powell ha spiegato che la Fed non ha fretta di formulare un giudizio sulla politica e ha ribadito che il rallentamento della crescita economica è stato il rischio predominante per l’economia.

Con l’avanzare di oggi, l’indicatore RSI sul grafico giornaliero girato a nord sopra il segno 50, suggerendo che la coppia sta raccogliendo slancio rialzista. La coppia potrebbe affrontare la resistenza iniziale nell’area 1.1380 / 90 (100-DMA / 50-DMA) e target 1.1440 (massimo 5 febbraio) e 1.15000 (livello psicologico) dopo. Sul lato negativo, i supporti si trovano a 1.1335 (20-DMA), 1.1275 (minimo 19 febbraio) e 1.1230 (minimo 15 febbraio).

EUR / USD, moneta unica europea potrebbe risentire dei dati francese e italiano

L’euro potrebbe avere un colpo domani se il PIL francese sul trimestre è inferiore allo 0,3% previsto e potrebbe essere aggravato se gli indicatori di fiducia italiani siano sottostanti le aspettative. L’Italia è anche alle prese con una recessione tecnica, con la Germania non molto indietro.

L’economia francese, quando guarda solo al PIL, ha il tasso di crescita più forte rispetto agli altri due. Tuttavia, per essere onesti, la barra economica non è esattamente alta. Le prospettive per la crescita europea per mesi sono diminuite mentre il FMI e la BCE hanno continuato a pubblicare previsioni più scarse, mentre la frammentazione politica regionale minacciava l’euro politicamente fragile.

Ciò a sua volta ha messo sotto pressione l’intenzione della banca centrale di aumentare i tassi almeno una volta quest’anno. Utilizzando un indice ponderato rispetto all’euro, il calo della valuta rispetto alle sue controparti suggerisce un calo del sentiment rialzista.

L’esito della Brexit e il suo potenziale impatto politico ed economico sull’area dell’euro non sono chiari. Con l’aggiunta di minacce incombenti di un possibile conflitto commerciale tra UE e USA. Anche le prossime elezioni parlamentari europee sono fonte di preoccupazione. Diversi sondaggi preliminari hanno mostrato un declino della popolarità dei liberali europei con il simultaneo aumento dei partiti anti-establishment euroscettici.

Guardando avanti, i dati PMI di Germania, Francia e Italia dovrebbero essere rilasciati più avanti nella settimana e potrebbero garantire l’attenzione di operatori europei. La coppia EUR / USD potrebbe sforzarsi di raggiungere le 1.1415 passate con buone notizie e potrebbe potenzialmente flirtare con il supporto a 1.1359 se i dati economici domani non deluderanno.

Goldman Sachs resta ottimista sul rialzo

Gli analisti di Goldman Sachs offrono un’analisi delle onde di Elliot sulla coppia EUR / USD, con il rialzo che sembra più promettente sopra le zone di offerta a 1,1376.

Così gli analisti: “EURUSD testa / sostiene un forte supporto a 1,1234. Il recupero da allora è stato piuttosto scarso. Nel più ampio schema di cose, è proprio alla fine di un intervallo che si tiene dall’agosto dell’anno scorso ~ 1,12. I massimi radicati sono ora a 1,15-1,16. È difficile rincorrere il mercato da qui, dato che nessuno di ciò che è accaduto da gennaio è apparso impulsivo. Detto questo, il recente rally è stato ugualmente difficile e sovrapponibile. La successiva resistenza notevole è 1.1376; un ABC dal basso di febbraio.

Passare da lì potrebbe suggerire uno slancio nel breve termine che consenta la prosecuzione verso 1,1438 almeno. La mancata interruzione di 1.1376 implica tuttavia che il recupero sia ancora una volta correttivo / controtendenza. Necessità di superare 1.1376 per sviluppare la quantità di moto. Apre almeno 1.1438, con possibilità di raggiungere ~ 1.15. A lungo termine ribassista sotto 1.1234. ”

Karen Jones, analista presso Commerzbank, suggerisce che la coppia EUR / USD sta avanzando molto, molto lentamente nella sua fascia più alta e sta cercando di rimanere bloccata dal minimo di 1,1216 novembre ma è attualmente in stallo nei 55 e 100 giorni medie mobili a 1.1386 / 91.

Così Jones: “La nostra attenzione rimane sul 1.1511 200 giorni ma. Si prevede di nuovo di aumentare ulteriormente questa settimana. Al di sopra dei 200 giorni ma ri-mirare l’1,1623 di altezza a metà ottobre e un po ‘più a lungo termine cercheremo guadagni a 1.1685, la settimana 55. “

“Tendenza a lungo termine (1-3 mesi): un aumento al di sopra del recente massimo a 1.1623 confermerebbe un’inversione di tendenza e riporterebbe la media mobile a 55 settimane alle 1.1723 sulle carte “.

A fare eco alla previsione di Commerzbank è anche Christopher Lewis, di FX Empire. L’euro inizialmente si è ritirato un po’ durante la sessione di trading di martedì, ma ha trovato acquirenti sotto il turnaround di formare un candelotto rialzista.

Sembra che la piccola avanzata dei tori inizi a dare il via, ed è probabile che continueremo a cercare di guardare più in alto il grafico, sembra come se i commercianti di valute stessero supponendo che Jerome Powell parlerà del valore degli Stati Uniti.

Guardando il grafico, sembra che ci sia un supporto più che sufficiente per continuare a spingere più in alto, e forse arrivare fino a 1.1450 livello, forse anche il livello 1,15 dopo quello che vedo come una resistenza massiccia. Attualmente, credo che l’euro stia toccando il fondo più a lungo termine, e quindi credo che il livello di 1,1250 sarà essenzialmente il “pavimento” al momento. In generale, l’acquisto dei tuffi dovrebbe continuare a lavorare su grafici a breve termine, ma riconoscere che la BCE è straordinariamente sciolta anche con la sua politica monetaria e, naturalmente, l’Unione europea sta stampando numeri economici relativamente negativi.

Basandosi sull’atteggiamento dei tori, che è appena iniziata, sembra molto probabile che il mercato andrà alla zona 1.1450 precedentemente menzionata. Il che significa che avrebbe semplicemente continuato il consolidamento complessivo. Pare che la cosa sia molto probabile.

EUR / USD, a che punto è Brexit

Per capire come la Gran Bretagna è diventata così impantanata in crisi per la sua partenza incombente dall’Unione Europea, bisogna prima capire il significato della data di uscita del 29 marzo. Semplicemente: non ce n’è. Il 29 marzo segna due anni da quando il Primo ministro britannico Theresa ha preso la fatidica decisione di innescare l’articolo 50. Ovvero, la procedura di uscita limitata nel tempo dall’UE che ha avviato formalmente il processo di ritiro della Gran Bretagna dal blocco.

La mossa ha seguito immense pressioni da parte dei sostenitori della Brexit all’interno del partito del primo ministro per sancire una data di uscita in legge. Da allora, il 29 marzo ha avuto una qualità quasi Independence Day. Per molti Brexiteers, è la ricompensa incombente dopo anni di negoziati con Bruxelles sul denaro, i diritti dei cittadini, il confine irlandese e tutto il resto.

È il giorno, più di due anni e mezzo dal referendum sulla Brexit, quando i britannici possono finalmente riprendere il controllo. Il film su di esso è tutt’altro che buono. Ma solo perché lasciare l’UE il 29 marzo è il default legale della Gran Bretagna, non significa che necessariamente si realizzerà.

La maggior parte degli analisti della Brexit vi diranno che è altamente improbabile – se non del tutto impossibile – che il governo britannico ratificherà un accordo di ritiro (che deve ancora essere approvato dal Parlamento) nel tempo restante. Questo è particolarmente vero dopo che il primo ministro ha annunciato domenica che un voto parlamentare sul suo accordo negoziato con l’UE sarebbe stato ritardato ulteriormente fino al 12 marzo, solo due settimane e mezzo prima del giorno dell’uscita.

La nostalgia tossica della BrexitS che lascia il paese con due opzioni altrettanto sgradevoli: richiedere un’estensione che rinvierebbe la sua data di uscita dall’UE per settimane, mesi , o anche anni, o di lasciare il blocco senza un accordo. May ha detto che non crede che il primo debba accadere. Una maggioranza di parlamentari afferma di non consentire a quest’ultimo (anche se rimane il default legale se nessun accordo vince l’approvazione legislativa). Se il 29 marzo simboleggia un giorno di indipendenza per i Brexiteers, segna una fonte di presagio per coloro che si oppongono lasciando l’UE senza un accordo. Per loro, è il termine entro il quale il governo britannico ha ammesso che molti dei suoi accordi commerciali esistenti non saranno replicati.

È la data che potrebbe segnare l’inizio della scarsità di cibo, i ritardi nei porti britannici e altre interruzioni. È il giorno che potrebbe vedere il ritorno dei controlli doganali all’isola d’Irlanda per la prima volta da decenni.

Molti legislatori britannici sperano di evitare questi problemi rinviando la partenza della Gran Bretagna fino a quando un accordo non può essere assicurato -Le speranze che sono state rafforzate martedì quando May ha annunciato che i membri del parlamento avrebbero avuto la possibilità di sostenere un’estensione limitata all’articolo 50 se rifiutassero il suo accordo e votassero lasciando l’UE senza uno. Tale estensione dovrebbe essere fatta su esplicita richiesta del governo britannico e richiederebbe il consenso unanime degli altri 27 membri dell’UE.

Il blocco ha già segnalato che sarebbe disposto a concedere un’estensione, anche se solo per una ragione specifica, come quella di concludere un accordo concordato o di tenere elezioni generali o un secondo referendum. Non sarà facile ottenere un’estensione. L’idea di posticipare la Brexit oltre il 29 marzo è vista come un anatema per molti Brexiteers che temono che un ritardo possa portare a ulteriori arretramenti del governo, e un certo numero di parlamentari sostenitori della Brexit hanno minacciato di ribellarsi al governo, che ha una debole maggioranza, se prova a perseguire uno.

È anche un’idea impopolare per May, che è stato riluttante a intrattenere qualsiasi alternativa al suo accordo negoziato. “Non voglio vedere l’articolo 50 esteso”, ha detto il primo ministro alla Camera dei Comuni martedì. “Il nostro obiettivo assoluto dovrebbe essere quello di lavorare per ottenere un accordo e partire il 29 marzo.” Anche se gli Stati Uniti dovessero richiedere un’estensione, la prossima domanda sarebbe: per quanto tempo? Questo è qualcosa a cui solo l’UE può rispondere.

Mentre un’estensione tecnica di alcune settimane sarebbe relativamente semplice per il blocco, un ritardo più lungo potrebbe porre problemi, specialmente se si sovrappone alle imminenti elezioni del Parlamento europeo.

Intervenendo a un evento a Londra la scorsa settimana, Stefaan De Rynck, consigliere del capo negoziatore della Brexit dell’UE, Michel Barnier, ha insistito affinché tutti i membri dell’UE siano tenuti a partecipare al voto di maggio. “Se estendi l’articolo 50, estendi l’adesione”, ha detto De Rynck. “Così estendi anche tutti i diritti e gli obblighi dell’iscrizione. C’è un obbligo di adesione per organizzare le elezioni europee.”

Questo è l’enigma della Brexit: anche se la data di uscita del 29 marzo non è tecnicamente rilevante, qualsiasi tentativo di spostarlo ora la rende tale.

Piattaforme per fare trading su Euro Dollaro

BROKER
CARATTERISTICHEVANTAGGIISCRIZIONE
CFDs sono strumenti finanziari complessi e comportano un alto rischio di perdita di denaro rapidamente a causa della leva. Tra il 74-89% dei trader retail perdono soldi facendo trading CFD. Prima di fare trading cerca di capire come funzionano i CFD ed i rischi che comportano.
plus500Servizio CFDConto demo illimitatoISCRIVITI >>
24optionSpread bassi, CFDRendimenti fino all'89%ISCRIVITI >>
Markets.comTrading CFD su azioni, criptovaluteConto demoISCRIVITI >>
eToro social tradingSocial trading, copy tradingCopy fundsISCRIVITI >>
Xm.comBonus da 25€Conti Zero spreadISCRIVITI >>

 

Responsabilità: Gli autori dei contenuti ed i responsabili di ilcorsivoquotidiano.net, dichiarano che i contenuti e le analisi su valute, azioni e qualunque tipo di strumento finanziario non devono essere considerate raccomandazioni di investimento. Tutte le considerazioni fatte dall'autore dell'articolo sono soggettive e dunque rientrano nelle opinioni personali e come tali devono essere considerate. Il contenuto dei post rispecchia l'opinione personale dell'autore e della redazione e sono scritte con finalità di informazione e non al fine di invogliare a fare trading o a investire su qualunque mercato finanziario/o strumento. Gli autori stessi e lo staff del sito non possiedono azioni di società quotate o asset finanziari oggetto delle analisi. Lo staff di ilcorsivoquotidiano.net non garantisce che i dati siano in tempo reale e che la periodicità delle analisi sia puntuale. L'attività di trading e di speculazione sui mercati finanziari o di investimento tramite strumenti derivati costituisce un rischio di perdita di capitali. Pertanto lo staff e gli autori non si assumono alcuna responsabilità legata a investimenti errati o decisione prese tramite analisi di qualsiasi genere trovate sul sito web. L’Utente, pertanto, si assume ogni responsabilità e non ritiene ilcorsivoquotidiano.net e tutti i suoi autori responsabili per eventuali perdite/danni diretti o indiretti che possano scaturire dalla lettura delle analisi, dalla loro inesattezza/e incompletezza oltre che accuratezza. Ogni utente che vuole investire sarà pertanto tenuto a informarsi assumendosi i rischi di eventuali investimenti non basandosi solo sulle analisi tecniche fornite da ilcorsivoquotidiano.net