La BOE rivede al ribasso inflazione e pil UK: rimbalza il cross EUR/GBP

Dopo tre sedute consecutive all’insegna delle vendite, il cross EUR-GBP, inverte rotta ed al momento della scrittura mette a segno un rialzo dello 0,85%, scambiando oltre quota 0,882. La sterlina lascia sul terreno nei confronti della moneta unica europea gran parte del guadagno accumulato nella prima parte dell’ottava, indebolita non tanto per l’esito del meeting della Banca Centrale d’Inghilterra che, come da attese ha lasciato invariati allo 0,5% i tassi d’interesse, ma per le previsioni rilasciate sull’inflazione e la crescita.

Dal comunicato rilasciato dal Board operativo della BOE si è infatti appreso che le stime sull’indice dei prezzi al consumo e sul Prodotto Interno Lordo britannico sono state corrette al ribasso e portate rispettivamente al 2,4% ed all’1,4%. Oltre ad aver lasciato immutati i tassi d’interesse l’istituto centrale inglese ha confermato ‘attuale portata del programma di acquisto di asset a 435 miliardi di sterline e l’ammontare dell’acquisto di obbligazioni a 10 miliardi di sterline. Dai dettagli emersi nella consueta conferenza stampa post-meeting è inoltre emerso che tali decisioni sono state prese con 7 voti favorevoli e 2 voti contrari, tenendo in considerazione che l’ultima lettura dell’inflazione UK ha evidenziato un valore pari al 2,5%, ancora ben oltre il 2% del target ottimale auspicato.

A favorire il recupero dell’Euro contro la Sterlina ha inoltre contribuito la lettura minore delle attese della produzione industriale nel Regno Unito, aumentata del 2,9% nel mese di Marzo, mentre le aspettative degli analisti erano per una crescita più accentuata, pari a +3,1%. Su base mensile, quindi rispetto al mese di Febbraio il progresso è stato dello 0,1%.

Variazione negativa per la bilancia commerciale britannica, che nel mese di Marzo ha evidenziato un deficit di 12,29 miliardi di sterline, in peggioramento rispetto ai -10,41 miliardi di sterline della precedente lettura mensile. Deluse le attese degli analisti che invece si aspettavano un deficit commerciale più contenuto, a -11,20 miliardi di sterline.

Andamento cross EUR-GBP sul breve-medio periodo

 

Quadro tecnico di breve-medio periodo molto incerto per le quotazioni del cambio Euro-Sterlina che, come evidente sul grafico giornaliero, in alto, dopo aver sconfinato al di sotto di tutte le medie mobili di riferimento, a 10-25 e 50 giorni, hanno invertito rotta riportandosi al di sopra dei livelli appena citati. La situazione si conferma tuttavia ancora incerta, poiché le suddette medie mobili si sono ristrette in trading range abbastanza limitato, compreso tra quota 0,8782 dell’EMA a 10 gg (la linea di colore azzurro sul grafico) e quota 0,8773 dell’EMA a 50 gg (la linea di colore verde sul grafico), con in mezzo l’EMA a 25 gg ( la linea di colore rosso sul grafico ) transitante in area 0,8766.

La conferma rialzista in chiusura settimanale oltre l’EMA a 10 gg, con elevate probabilità potrebbe dar luogo ad un ulteriore estensione verso area 0,89-0,896, mentre un eventuale ritorno sotto l’EMA a 50 gg in chiusura daily o peggio ancora settimanale potrebbe innescare ulteriori affondi con target in area 0,87-0,865 in prima battuta e successivamente verso area 0,855.

Modello di trading cambio euro-sterlina valido da 1 a 5 giorni

Il modello di trading rialzista offre spunti operativi Long nel caso in cui si assista ad un close orario maggiore di quota 0,8825 e pronostica i primi due target price in area 0,8845 e 0,8879; stop loss in caso di discesa sotto quota 0,877 in chiusura oraria. Mantenere o aumentare l’esposizione Long in caso di break-out orario di quota 0,8879, per cercare di prendere profitto in prima battuta a quota 0,8913 e successivamente a quota 0,8934; stop loss in caso di ritorno sotto quota 0,8825 in close orario.

Insistere con ulteriori posizioni rialziste nel caso in cui gli acquisti dovessero spingersi oltre quota 0,8934 in chiusura oraria, per cercare di approfittare di ulteriori balzi in area 0,8968 e 0,8989, estesa a quota 0,9023; stop loss in caso di ritorno sotto quota 0,8879 in close orario. Lecito acquistare sulla debolezza in caso di affondo in area 0,8575 in ottica di veloci rimbalzi prima a quota 0,864 ed in seconda battuta a quota 0,869; stop loss in caso di ulteriori cali sotto quota 0,852 in chiusura oraria o daily.

Il modello di trading ribassista invece necessita di un close orario minore di quota 0,877 e pronostica i primi due obiettivi in area 0,8749 e 0,8715; stop loss in caso di recupero di quota 0,8825 in chiusura oraria. Mantenere o aumentare le operazioni Short in caso discesa sotto 0,8715 in chiusura di candela oraria, per cercare di ricoprirsi in un primo momento a quota 0,869 ed in seconda battuta a quota 0,866; stop loss in caso di ritorno sopra quota 0,877 in close orario.

Si consiglia di attivare nuove posizioni corte in caso di flessione sotto quota 0,866 in close orario per cercare di prendere profitto in area 0,864 e 0,8608, estesa a quota 0,8575; stoppare le operazioni in caso di recupero di quota 0,8715 in close orario o daily. Ed ancora, short speculativi in caso di allungo in area 0,9023 per sfruttare eventuali storni in area primo luogo a quota 0,8968 e successivamente a quota 0,8913; stop loss in caso di ulteriori estensioni al rialzo oltre quota 0,908 in chiusura di candela oraria o giornaliera.

Responsabilità: Gli autori dei contenuti ed i responsabili di ilcorsivoquotidiano.net, dichiarano che i contenuti e le analisi su valute, azioni e qualunque tipo di strumento finanziario non devono essere considerate raccomandazioni di investimento. Tutte le considerazioni fatte dall'autore dell'articolo sono soggettive e dunque rientrano nelle opinioni personali e come tali devono essere considerate. Il contenuto dei post rispecchia l'opinione personale dell'autore e della redazione e sono scritte con finalità di informazione e non al fine di invogliare a fare trading o a investire su qualunque mercato finanziario/o strumento. Gli autori stessi e lo staff del sito non possiedono azioni di società quotate o asset finanziari oggetto delle analisi. Lo staff di ilcorsivoquotidiano.net non garantisce che i dati siano in tempo reale e che la periodicità delle analisi sia puntuale. L'attività di trading e di speculazione sui mercati finanziari o di investimento tramite strumenti derivati costituisce un rischio di perdita di capitali. Pertanto lo staff e gli autori non si assumono alcuna responsabilità legata a investimenti errati o decisione prese tramite analisi di qualsiasi genere trovate sul sito web. L’Utente, pertanto, si assume ogni responsabilità e non ritiene ilcorsivoquotidiano.net e tutti i suoi autori responsabili per eventuali perdite/danni diretti o indiretti che possano scaturire dalla lettura delle analisi, dalla loro inesattezza/e incompletezza oltre che accuratezza. Ogni utente che vuole investire sarà pertanto tenuto a informarsi assumendosi i rischi di eventuali investimenti non basandosi solo sulle analisi tecniche fornite da ilcorsivoquotidiano.net