Sterlina in trend negativo in attesa dell’esito del voto alla Camera dei Lord e del meeting Bce

Cross EUR/GBP ancora ben intonato e sui massimi ad un mese e mezzo. La Sterlina si è indebolita nei confronti della moneta unica europea a causa delle incertezze legate al secondo turno di voto alla Camera dei Lord sulla questione BREXIT. L’esito del voto alla camera alta del parlamento britannico non è del tutto scontato. L’appuntamento di oggi sarà molto importante per capire con quali termini verranno affrontate le condizioni per uscire dalla UE con minori effetti collaterali possibili. Soltanto una settimana il governo era stato battuto su un emendamento, approvato con 358 voti contro 256, che chiedeva di garantire i diritti degli europei che già risiedono nel Regno Unito, una questione che riguarda 3 milioni di cittadini comunitari.

Sul fronte dei dati macroeconomici, la lettura definitiva del PIL dell’Eurozona del 4° trimestre, secondo i dati ufficiali diffusi da EUROSTAT è stata confermata a +0,4%. Confermato a +1,7%, anche il dato su base annua. Nonostante la buona lettura del Prodotto Interno Lordo dell’area Euro, economisti ed analisti rimangono della convinzione che la BCE, nell’attesa riunione di Giovedì 9 Marzo non cambierà la propria visione di breve-medio periodo, confermando quanto stabilito nei precedenti meeting.

L’Istituto Centrale Europeo, quindi, dovrebbe mantenere fermi i tassi d’interesse, ed invariato il piano di Quantitative Easing. Soltanto da Aprile in poi gli stimoli monetari dovrebbero abbassarsi dagli attuali 80 miliardi di Euro mensili a 60 miliardi di Euro mensili. Non dovrebbero esserci quindi grandi novità dalla consueta conferenza stampa post-meeting in cui il Governatore Mario Draghi, come da prassi, risponderà ai quesiti incalzanti dei giornalisti.

Andamento quotazioni cambio EUR/GBP sul breve-medio periodo


Dimostrazione di forza relativa per il cambio Euro-Sterlina, ritornato prepotentemente a ridosso di area 0,87, dopo la chiusure giornaliere di segno verde, che in successione si sono lasciate alle spalle tutte le resistenze di breve-medio periodo, rappresentate dalle medie mobili a 10-25 e 50 periodi, trasformatesi adesso in supporti.

Al momento della scrittura questa coppia di valute scambia a 0,8676 e la prima resistenza dinamica a 0,87 -0,872 è apparentemente ad un tiro di schioppo. Un eventuale break-out giornaliero della resistenza appena citata potrebbe attivare un nuovo pattern rialzista con obiettivi minimi in area 0,878-0,88 con possibili estensioni sui massimi dello scorso Gennaio in area 0,886, con la media mobile a 10 periodi (linea di colore azzurro sul grafico con time-frame giornaliero, in alto) transitante a quota 0,858 circa, a far da supporto di brevissimo. Supporto di breve-medio periodo che invece cade sull’area di transito della media mobile a 25 periodi e della media mobile a 50 periodi (rispettivamente linea rossa e linea verde sul grafico), tra quota 0,855 e quota 0,852.

Strategia di trading forex sul cambio euro-sterlina – validità 1-5 giorni

La strategia Long consiglia di attivare posizioni rialziste in caso di violazione di quota 0,8678 in chiusura di candela oraria e fissa i primi due obiettivi in area 0,8698 e 0,8718; stop loss in caso di ritorno sotto 0,8632 in close orario. Mantenere o incrementare le operazioni Long in caso di allungo oltre quota 0,8718 in chiusura di candela oraria, per tentare di ricoprirsi prima a quota 0,8752 e successivamente a quota 0,8772; stoppare le posizioni in caso di perdita di quota 0,8678 in close orario.

Insistere con l’apertura di nuove posizioni rialziste in caso di rottura della resistenza in area 0,8772 in close orario per sfruttare eventuali allunghi a 0,88 e 0,8818; stop loss in caso di ritorno sotto 0,8698 in chiusura di candela oraria. Leciti acquisti speculativi in caso di affondo in area 0,8426 per approfittare di eventuali rimbalzi in area 0,8494 e 0,8528; stop loss in caso di ulteriori cali sotto 0,84 in chiusura di giornata.

La strategia Short suggerisce l’apertura di posizioni ribassiste in caso di close orario minore di 0,8632 e pronostica i primi due target pricea 0,86 e 0,858; stop loss in caso di ritorno oltre quota 0,8678 in chiusura oraria. Mantenere o incrementare le posizioni corte in caso di discesa sotto quota 0,858 in chiusura di candela oraria, per sfruttare possibili discese in area 0,8547 e 0,8528; stoppare le operazioni in caso di recupero oltre quota 0,8632 in close orario.

Lecito attivare nuove posizioni Short nel caso in cui le quotazioni dovessero spingersi sotto quota 0,8528 in chiusura oraria o giornaliera, per cercare di ricoprirsi prima a 0,8494 e successivamente 0,8448; stop loss in caso di ritorno sopra quota 0,858 in chiusura oraria o close daily. Short speculativi in caso di estensioni al rialzo in area 0,887, per puntare a rapidi storni verso quota 0,882 e 0.8772; stop loss in caso di strappi oltre 0,89 in chiusura oraria o daily.

Salva