Prevale la cautela sull’indice Ftse Mib: mercato attende voto fiducia governo Lega-M5s

Chiusura della prima seduta della settimana in calo per l’indice Ftse Mib, che ha subito una flessione dello 0,45% a circa 22.010 punti. Il principale listino azionario di Piazza Affari dopo un avvio di scambi pimpante, in cui ha superato il punto percentuale di guadagno, toccando un massimo intraday a quota 22.380 punti, nel pomeriggio ha innestato la marci indietro, virando in negativo. Chiusura in rosso anche per il derivato del Ftse Mib, che ha chiuso la sessione serale in discesa dello 0,38% a 22.020 punti.

Sulla borsa milanese continua, quindi, a prevalere la cautela tra gli investitori ed i trader. Dopo il deciso recupero dai minimi della scorsa ottava in area 21.120 punti, gli operatori guardano ancora con molta attenzione alla situazione politica italiana. Nel corso delle prossime 48 ore, il nuovo esecutivo Lega-M5S sarà sottoposto all’importante test della fiducia, prima in senato e poi alla camera dei deputati.

Indice Ftse Mib azzoppato ancora una volta dai titoli del comparto bancario tra cui sono spiccate le performance negative di Ubi (3,16%), Bper (-2,94%), Banco Bpm (- 2,93%), Mediobanca (1,72%), Unicredit ( 0,83%) ed Intesa Sanpaolo ( -0,02% ). Il settore è stato indebolito anche dal report della banca d’affari statunitense JP Morgan che ha consigliato di sottopesare la presenza dei titoli bancari presenti nei portafogli degli investitori, poiché su queste azioni il rapporto rischio-premio, in virtù della complicata situazione politica in corso, si è sensibilmente indebolito.

Continuano le vendite su FCA (-3,63% a 17,85 euro) scattate subito dopo la presentazione del nuovo piano industriale, con il mercato deluso dalle mancata indicazioni da parte del management del gruppo italo-americano sulle operazioni che riguardato le controllate Magnati Marelli e Maserati ed Alfa. Bene invece i titolo del settore utility che hanno messo a segno rialzi compresi tra il +0,87% di Snam ed il +2,79% di Italgas, approfittando del calo dello Spread BTP-BUND, sceso a 215 punti base.

Andamento quotazioni future indice Ftse Mib sul breve-medio periodo

Come evidente sul grafico con time-frame giornaliero in alto, indice Ftse Mib ha interrotto il recupero a contatto con la prima resistenza di brevissimo, identificata nella media mobile a 10 giorni (la linea di colore azzurro sul grafico), disegnando una black candle, la cui interpretazione chiarisce che la forza dei venditori è superiore a quella dei compratori.

Una chiusura daily sotto il minimo odierno, toccato a quota 21.915 punti, con molte probabilità potrebbe innescare ulteriori discese con target primario in area 21.500-21.400 punti ed obiettivo successivo, in caso di mancata tenuta di area 21.400 punti, sui recenti minimi in area 21.100-21.000 punti.

L’eventuale break-out di EMA 10, invece, potrebbe favorire un ulteriore recupero con target sull’area di transito delle medie mobili maggiori, a 25 e 50 giorni (rispettivamente la linea di colore rosso sul grafico e la linea verde), che si trova nel range di prezzi compreso tra 22.700 e 22.850 punti. Quadro tecnico di breve-medio periodo che potrebbe invertire in positivo, soltanto in caso di allungo oltre le EMA a 25 e 50 giorni, per puntare ad un ritorno in area 23.100-23.300 punti.

Pattern di trading sul future indice Ftse Mib (FIB) valido da 1 a 5 giorni

Il pattern di trading rialzista suggerisce spunti operativi Long in caso di chiusura oraria maggiore di 22.135 punti e fissa i primi due target price in area 22.220 e 22.355 punti; stop loss in caso di discesa sotto 21.915 punti in close orario. Lecito aprire nuove operazioni Long in caso di break-out orario o daily di 22.355 punti, per cercare di prendere profitto in un primo momento a 22.415 punti e successivamente a 22.465 punti; stop loss in caso di ritorno sotto 22.135 punti in close orario o giornaliero.

Lecito attivare nuove posizioni rialziste in caso di allungo oltre 22.465 punti in chiusura oraria, per approfittare di possibili allunghi in area 22.665 e 22.750 punti, estesa a 22.890 punti; stop loss in caso di ritorno sotto 22.220 punti in close orario. Suggeriti acquisti speculativi in caso di affondo in area 21.050 punti, in ottica di rimbalzo in primo luogo a 21.260 punti ed in seconda battuta a 21.395 punti, estesi a 21.475; stop loss in caso di ulteriori cali sotto 21.840 punti in close orario o giornaliero.

Il pattern di trading ribassista, invece, si attiva in caso di discesa sotto 21.915 punti in close orario e suggerisce di prendere profitto sui primi due obiettivi pronosticati in area 21.830 e 21.695 punti; stop loss in caso di recupero di 22.135 punti in close orario. Mantenere o aumentare le posizioni corte in caso di discesa sotto 21.695 punti per tentare di ricoprirsi in primo luogo a 21.560 punti ed in un secondo momento a 21.475 punti; stop loss in caso di ritorno sopra 22.010 punti in close orario.

Ed ancora, Short in caso di flessione sotto 21.475 punti in close orario o daily, per cercare di sfruttare la pressione ribassista fino ad area 21.395 e 21.260 punti, estesa a 21.050 punti; stop loss in caso di ritorno sopra 21.695 punti in close orario. Short speculativi in caso di allungo a 22.890 punti, per tentare di trarre profitto su eventuali storni prima a 22.750 punti e successivamente a 22.665 punti, estesi a 22.465; stop loss in caso di ulteriori estensioni al rialzo oltre 23.120 punti in close orario o daily.

Responsabilità: Gli autori dei contenuti ed i responsabili di ilcorsivoquotidiano.net, dichiarano che i contenuti e le analisi su valute, azioni e qualunque tipo di strumento finanziario non devono essere considerate raccomandazioni di investimento. Tutte le considerazioni fatte dall'autore dell'articolo sono soggettive e dunque rientrano nelle opinioni personali e come tali devono essere considerate. Il contenuto dei post rispecchia l'opinione personale dell'autore e della redazione e sono scritte con finalità di informazione e non al fine di invogliare a fare trading o a investire su qualunque mercato finanziario/o strumento. Gli autori stessi e lo staff del sito non possiedono azioni di società quotate o asset finanziari oggetto delle analisi. Lo staff di ilcorsivoquotidiano.net non garantisce che i dati siano in tempo reale e che la periodicità delle analisi sia puntuale. L'attività di trading e di speculazione sui mercati finanziari o di investimento tramite strumenti derivati costituisce un rischio di perdita di capitali. Pertanto lo staff e gli autori non si assumono alcuna responsabilità legata a investimenti errati o decisione prese tramite analisi di qualsiasi genere trovate sul sito web. L’Utente, pertanto, si assume ogni responsabilità e non ritiene ilcorsivoquotidiano.net e tutti i suoi autori responsabili per eventuali perdite/danni diretti o indiretti che possano scaturire dalla lettura delle analisi, dalla loro inesattezza/e incompletezza oltre che accuratezza. Ogni utente che vuole investire sarà pertanto tenuto a informarsi assumendosi i rischi di eventuali investimenti non basandosi solo sulle analisi tecniche fornite da ilcorsivoquotidiano.net