L’indice Dax 30 accelera sui massimi ad 11 mesi in area 12.600 punti

Ottava in progresso di quasi l’1,4% per il principale listino della borsa tedesca, che portandosi su un top intraday a quota 12.656 punti ha toccato il valore più alto da Agosto 2018. La settimana è tuttavia terminata con una discesa dello 0,49% a 12.568 punti, con gli investitori che hanno preferito monetizzare i frutti dell’accelerazione rialzista delle ultime tre settimane, coincisa con il deciso break-out della resistenza individuata in area 12.000-12.200 punti.

Indice DAX 30 indebolito sui titoli di coda finali anche dal rallentamento dei listini azionari di Wall Stret che hanno concluso l’ottava in calo, dopo il ridimensionamento delle aspettative di rialzo dei tassi USA, dopo l’aumento superiore alle aspettative fatto registrare dalle Non-Farm Payrolls statunitensi del mese di Giugno.

Sulle prese di beneficio in chiusura settimanale, sotto l’aspetto macro, ha influito negativamente il calo superiore alle attese fatto registrare dagli ordini all’industria in Germania nel mese di Maggio. L’ufficio di statistica Destatis ha infatti rivelato che nel periodo in esame, gli ordinativi all’industria tedesca hanno subito una contrazione del 2,2% su base mensile, in forte frenata rispetto al +0,3% di Aprile. I pronostici degli analisti, invece, davano un minor rallentamento, pari a -0,2%. Il suddetto dato su base annua ha invece mostrato un calo dell’8,6%, peggiorando rispetto al -5,2% della rivelazione del mese precedente. Anche per la lettura degli ordinativi all’industria rispetto a quella di Maggio 2018 si è trattata di una stima inferiore al consensus degli analisti, che invece aveva espresso un minor calo, pari a -6,2%

Andamento indice DAX sul breve-medio periodo


Come anticipato l’indice DAX 30 ha toccato i massimi ad oltre un anno, dopo che le quotazioni hanno rotto al rialzo la forte resistenza tecnica che passava in area 12.400-12.450 punti. La forte ascesa, tuttavia, potrebbe aver bisogno di una pausa di consolidamento, necessaria per scaricare i time-frame minori dai primi eccessi di ipercomprato.

La chiusura negativa della seduta di Sabato 5 Luglio sembra infatti anticipare un possibile pull-back sul primo supporto di brevissimo rappresentato dalla media mobile a 10 giorni (la prima linea dall’alto verso il basso sul grafico con time-frame giornaliero, in alto), che transita in area 12.465 punti. Il primo sostegno multiday si colloca invece sulla media mobile a 25 giorni (la linea mediana sul grafico), che passa a circa 12.300 punti. L’impostazione tecnica di breve-medio periodo, invece, si manterrà rialzista finché le quotazioni finché l’indice Dax scambierà al di sopra della media mobile a 50 giorni (la prima linea dal basso verso l’alto sul grafico), che si colloca in area 12.165 punti. L’eventuale perdita del supporto appena indicato, in chiusura daily o peggio ancora settimanale, potrebbe invece causare un rapido affondo in area 11.900-11.800 punti, con step intermedio in area 12.030-12.000 punti.

La tenuta dei supporti di brevissimo e l’eventuale break-out daily o meglio ancora settimanale di area 12.650-12.750 potrebbe invece favorire una puntata in area 13.000 punti con possibili estensioni verso area 13.150-13.200 punti.

Pattern di trading sull’indice DAX 30 (valido da 1 a 5 giorni)

Il pattern di trading rialzista si attiva in caso di allungo oltre quota 12.603 punti in chiusura oraria e pronostica i primi due target price in area 12.646 e 12.694 punti; stop loss in caso di discesa sotto 12.525 punti in close orario. Mantenere o incrementare le operazioni Long in caso di chiusura oraria oltre 12.694 punti, per cercare di prendere profitto in primo luogo a 12.742 punti e successivamente a 12.772 punti; stop loss in caso di ritorno sotto 12.569 punti in close orario.

Si consiglia di attivare nuove posizioni Long in caso di break-out orario o daily di 12.772 punti, per sfruttare eventuali allunghi in area 12.821 e 12.898 punti, estesi a 12.977 punti; stop loss in caso di ritorno sotto 12.656 punti in chiusura oraria o daily. Long speculativi in caso di affondo in area 12.165 punti, per approfittare di eventuali veloci rimbalzi prima a 12.239 punti ed in un secondo momento a 12.308 punti, estesi a 12.366 punti; stop loss in caso di ulteriori cali sotto 12.035 punti in chiusura oraria o di giornata.

Il pattern di trading ribassista, invece, prende forma in caso di discesa sotto 12.525 punti in chiusura di candela oraria e fissa i primi due obiettivi in area 12.491 e 12.433 punti; stop loss in caso di close orario maggiore di 12.603 punti. Mantenere o aumentare l’esposizione Short in caso di rottura del supporto orario a 12.433 punti, per cercare di prendere profitto in prima battuta a 12.366 e successivamente a 12.308; stop loss in caso di recupero oltre 12.569 punti in chiusura oraria.

Insistere con nuove posizioni corte nel caso in cui la pressione delle vendite dovesse spingersi sotto 12.308 punti in chiusura di candela oraria o daily, per tentare di ricoprirsi in area 12.289 e 12.239 punti, estesa a 12.165 punti; stoppare le operazioni in caso di recupero di 12.433 punti in chiusura oraria o giornaliera. Short speculativi in caso di ulteriori allunghi in area 12.977 punti, per sfruttare possibili correzioni in primo luogo a 12.898 punti ed in un secondo momento a 12.821 punti, estesi a 12.742 punti; stop loss con close daily oltre 13.102 punti.

Responsabilità: Gli autori dei contenuti ed i responsabili di ilcorsivoquotidiano.net, dichiarano che i contenuti e le analisi su valute, azioni e qualunque tipo di strumento finanziario non devono essere considerate raccomandazioni di investimento. Tutte le considerazioni fatte dall'autore dell'articolo sono soggettive e dunque rientrano nelle opinioni personali e come tali devono essere considerate. Il contenuto dei post rispecchia l'opinione personale dell'autore e della redazione e sono scritte con finalità di informazione e non al fine di invogliare a fare trading o a investire su qualunque mercato finanziario/o strumento. Gli autori stessi e lo staff del sito non possiedono azioni di società quotate o asset finanziari oggetto delle analisi. Lo staff di ilcorsivoquotidiano.net non garantisce che i dati siano in tempo reale e che la periodicità delle analisi sia puntuale. L'attività di trading e di speculazione sui mercati finanziari o di investimento tramite strumenti derivati costituisce un rischio di perdita di capitali. Pertanto lo staff e gli autori non si assumono alcuna responsabilità legata a investimenti errati o decisione prese tramite analisi di qualsiasi genere trovate sul sito web. L’Utente, pertanto, si assume ogni responsabilità e non ritiene ilcorsivoquotidiano.net e tutti i suoi autori responsabili per eventuali perdite/danni diretti o indiretti che possano scaturire dalla lettura delle analisi, dalla loro inesattezza/e incompletezza oltre che accuratezza. Ogni utente che vuole investire sarà pertanto tenuto a informarsi assumendosi i rischi di eventuali investimenti non basandosi solo sulle analisi tecniche fornite da ilcorsivoquotidiano.net