Ftse Mib oltre area 21.000 punti: scommessa su un governo Conte-bis

L’indice Ftse Mib consolida i guadagni di inizio ottava (+1%), mettendo a segno un rialzo dell’1,52% a 20.991 punti, riaffacciandosi dopo quasi tre settimane sopra area 21.000 punti. Il principale listino azionario di Piazza Affari ha infatti toccato un top intraday a 21.060 punti.

Sembra che la soluzione della crisi che affligge la politica italiana più gradita al mercato, dopo la caduta del governo Lega-MS5, sia quella che vedrebbe la formazione di un nuovo esecutivo formato dai grillini ed il Partito Democratico. Il partito guidato da Luigi di Maio, chiede a gran voce la conferma di Giuseppe Conte nel ruolo di Premier, una clausola che il PD sarebbe disposto ad accettare, mentre porrebbe sicuramente il proprio veto alla nomina del capo dei cinquestelle, Di Maio, al Ministero dell’Interno. Lo stesso leader dell’M5S avrebbe smentito di essere interessato al dicastero occupato dall’ex alleato Matteo Salvini.

Mercato che pertanto potrebbe reagire negativamente in caso di eventuale fumata nera e ritorno alle urne, in quanto i sondaggi danno ancora la Lega come primo partito.

Con allo sfondo lo scenario politico italiano appena evidenziato, ne ha tratto benefico anche il differenziale tra BTP e BUND. Lo spread si è infatti portato a 183 punti base, facendo scendere il rendimento sul decennale di 20 punti base, all’1,14%, ovvero il livello più basso da Agosto 2016. Bene tutti i titoli del comparto bancario, così come le azioni delle utility.

Molti trader ne stanno approfittando utilizzando le piattaforme CFD certificate. Ad esempio con 24option (clicca qui per visitare il sito ufficiale) si hanno a disposizione strumenti molto utili come i segnali per poter essere subito operativi sui principali indici azionari. Per saperne di più sui segnali clicca qui per visitare il sito ufficiale.

Andamento future indice FTSE MIB sul breve-medio periodo


Seduta all’insegna degli acquisti anche per il derivato dell’indice Ftse Mib, con il Fib che, dopo aver allungato su un massimo intraday a 21.060 punti, ha terminato la sessione in rialzo dell’1,41%, a 21.968 punti. Come evidente sul grafico con time-frame giornaliero, in alto, il FIB ha testato la forte resistenza di breve-medio periodo che si colloca sulla media mobile a 50 giorni (la linea di colore verde sul grafico ). L’eventuale break-out giornaliero o meglio ancora settimanale dell’ostacolo appena evidenziato, che passa in area 21.005 punti, potrebbe pertanto favorire un primo allungo in area 21.300 punti ed una possibile estensione rialzista fino ad area 21.500-21.600 punti.

La mancata rottura di EMA 50 potrebbe invece causare un pull-back sulle medie mobili minori a 25 e 10 giorni (rispettivamente la linea di colore rosso e la linea azzurra sul grafico), che nell’ordine transitano a 20.885 punti e 20.720 punti. L’eventuale discesa sotto i sostegni appena indicati potrebbe successivamente causare un nuovo affondo in area 20.300 punti ed ancor più giù, a quota 20.285 punti per chiudere il gap formatosi nella seduta di Lunedì 19 Agosto, in cui il FIB ha aperto gli scambi “ scavalcando “ il close giornaliero precedente, senza farvi più ritorno nelle sedute successive.

Pattern di trading sul future indice Ftse mib (FIB) valido da 1 a 5 giorni

Il pattern di trading rialzista prende forma in caso di chiusura oraria maggiore di 21.045 punti e pronostica i primi due target price in area 21.220 e 21.310 punti; stop loss in caso di discesa sotto 20.910 punti in close orario. Mantenere o incrementare le operazioni al rialzo in caso di allungo oltre 21.310 punti in chiusura oraria o giornaliera, per sfruttare eventuali estensioni al rialzo prima a 21.390 punti e successivamente a 21.510 punti; stoppare le operazioni in caso di ritorno sotto 21.025 punti in chiusura di oraria o di giornata.

Insistere con nuove posizioni rialziste in caso di break-out orario di 21.510 punti, per cercare di prendere profitto in area 21.585 e 21.655 punti, estesa a 21.870 punti; stop loss in caso di ritorno sotto 21.220 punti in chiusura di candela oraria. Long sulla debolezza in caso di affondo in area 20.260 punti, per sfruttare eventuali rimbalzi in primo luogo a 20.335 punti e in un secondo momento a punti 20.465, estesi a 20.670 punti; stop loss in caso di ulteriori avvitamenti sotto la soglia dei 20.050 punti in chiusura daily.

Il pattern di trading ribassista, invece, si attiva in caso di discesa sotto 20.910 punti in close orario e fissa i primi due obiettivi in area 20.830 e 20.750 punti; stop loss in caso di chiusura oraria oltre 21.045 punti. Mantenere o incrementare le operazioni Short in caso di discesa sotto 20.750 punti in chiusura di candela oraria o giornaliera, per cercare di ricoprirsi in prima battuta a 20.670 punti ed in secondo momento a 20.520 punti; stoppare le operazioni in caso di recupero di quota 20.965 punti in chiusura oraria o daily.

Lecito attivare nuove posizioni corte in caso di close orario minore di 20.520 punti, per sfruttare eventuali flessioni in area 21.465 e 20.335 punti, estesi a 20.260 punti; stop loss in caso di ritorno sopra 20.750 punti in chiusura oraria. Short speculativi in caso di estensioni rialziste in area 21.870 punti, in ottica di veloci pull-back in prima battuta a 21.655 punti e successivamente 21.510 punti, estesi a 21.390 punti; stop loss in caso di allungo oltre 22.0005 punti in chiusura di giornata.

Responsabilità: Gli autori dei contenuti ed i responsabili di ilcorsivoquotidiano.net, dichiarano che i contenuti e le analisi su valute, azioni e qualunque tipo di strumento finanziario non devono essere considerate raccomandazioni di investimento. Tutte le considerazioni fatte dall'autore dell'articolo sono soggettive e dunque rientrano nelle opinioni personali e come tali devono essere considerate. Il contenuto dei post rispecchia l'opinione personale dell'autore e della redazione e sono scritte con finalità di informazione e non al fine di invogliare a fare trading o a investire su qualunque mercato finanziario/o strumento. Gli autori stessi e lo staff del sito non possiedono azioni di società quotate o asset finanziari oggetto delle analisi. Lo staff di ilcorsivoquotidiano.net non garantisce che i dati siano in tempo reale e che la periodicità delle analisi sia puntuale. L'attività di trading e di speculazione sui mercati finanziari o di investimento tramite strumenti derivati costituisce un rischio di perdita di capitali. Pertanto lo staff e gli autori non si assumono alcuna responsabilità legata a investimenti errati o decisione prese tramite analisi di qualsiasi genere trovate sul sito web. L’Utente, pertanto, si assume ogni responsabilità e non ritiene ilcorsivoquotidiano.net e tutti i suoi autori responsabili per eventuali perdite/danni diretti o indiretti che possano scaturire dalla lettura delle analisi, dalla loro inesattezza/e incompletezza oltre che accuratezza. Ogni utente che vuole investire sarà pertanto tenuto a informarsi assumendosi i rischi di eventuali investimenti non basandosi solo sulle analisi tecniche fornite da ilcorsivoquotidiano.net