Ftse Mib future in rialzo sostenuto dal rimbalzo dei titoli del settore bancario

Il Future sull’indice Ftse Mib rialza la testa, guidando i rialzi di tutti gli indici azionari europei, che rimbalzano dopo le pesanti perdite accusate nelle ultime sedute. Il derivato sul principale indice di Piazza Affari guadagna poco più dell’1% e scambia in area 19.250 punti, dopo aver lasciato sul terreno negli ultimi 5 giorni di borsa quasi 1.000 punti di indice, dal massimo di Lunedì 10 Aprile a 19.915 punti al minimo di Martedì 18 Aprile a 18.985 punti, facendo quindi registrare un passivo di circa 4,7 punti percentuali.

Il Ftse Mib sta beneficiando degli acquisti sui quei titoli che erano stati più bersagliati dalle recenti vendite, ossia le azioni del comparto bancario, con i big del settore, Unicredit e Banca Intesa Sanpaolo in cima alla lista dei più comprati con rialzi rispettivamente del 4,20% e del 3,20%. Dalle sale operative fanno sapere che le ricoperture sono scattate in quanto è sembrato eccessivo il panico generato dall’ avvicinarsi delle elezioni presidenziali francesi del prossimo week-end.

Alla ripresa delle contrattazioni, dopo il lungo ponte pasquale, inoltre, i mercati del Vecchio Continente sono stati trascinati al ribasso dalla piazza finanziaria londinese che ha fatto registrare una perdita superiore al 2,5%, in seguito all’annuncio a sorpresa della premier britannica Theresa May di elezioni anticipate nel Regno Unito, che si terranno con molte probabilità 8 Giugno. Le future incertezze politiche, inoltre, potrebbero essere già inglobate nei prezzi e quindi già giustificata nei recenti cali.

Dal punto divista macroeconomico, inoltre, il ritorno in positivo della bilancia commerciale italiana, nel mese di Febbraio, (+ 1,9 miliardi di Euro) rispetto al calo registrato nel mese di Gennaio ( -574milioni di Euro), ha sicuramente contribuito a riportare un po’ di fiducia sul listino delle blue chip italiane.

Andamento indice Ftse Mib future sul breve-medio periodo


Com’è facilmente visibile sul grafico con time-frame giornaliero, in alto, lo scenario di breve-medio periodo sul FIB si è ulteriormente deteriorato dopo l’incrocio dall’ alto verso tra la media mobile a 10 periodi e la media mobile a 25 periodi (rispettivamente la linea di colore azzurro e la linea rossa sul grafico).

Attualmente le quotazioni si trovano ancora sotto la media mobile a 50 periodi (linea di colore verde su grafico), transitante in area 19.440 punti, nonché ex supporto di breve-medio periodo, divenuto adesso resistenza.

Al rialzo, quindi, soltanto un ritorno in chiusura giornaliera o meglio ancora settimanale sopra EMA 50 potrà scongiurare nuove discese verso i recenti minimi, appena sotto quota 19.000 punti, la cui mancata tenuta potrebbe innescare un’ ulteriore gamba ribassista con target verso il supporto di medio-lungo periodo in area 18.400 punti, sui cui cade la media mobile a 200 periodi (linea gialla sul grafico). Un eventuale ritorno sopra i 19.440 punti, invece, favorirebbe rimbalzi in area 19.700-19.800 punti.

Strategia di trading sull’indice Ftse Mib future – validità 1-5 giorni

Lo scenario Long suggerisce acquisti in ottica rialzista finché le quotazioni del FIB si trovano sopra 19.220 punti e pronostica target price in area 19.335 e 19.440 punti; stop loss in caso di discesa sotto 19.145 punti in close orario. Mantenere o aumentare le posizioni al rialzo in caso di allungo oltre 19.440 punti in chiusura di candela oraria o daily, per cercare di prendere profitto, prima a 19.535 punti e successivamente a 19.610 punti; stop loss con chiusura oraria o giornaliera minore di 19.170 punti.

Lecito aprire nuovi Long in caso di break-out orario di 19.610 punti, per sfruttare ulteriori rialzi in area 19.730 e 19.810 punti, estesa a 19.925 punti; stop loss in caso di ritorno sotto 19.390 punti in close orario. Long sulla debolezza in caso di affondo in area 18.420 punti, in ottica di rimbalzo in area 18.595 e 18.685 punti estesa a 18.830 punti; stop loss in caso di close orario o daily minore di 18.350 punti.

Lo scenario Short, invece, consiglia di vendere allo scoperto in caso di discesa sotto 19.145 punti in chiusura di candela oraria e consiglia di prendere profitto sui primi due obiettivi fissati in area 19.080 e 19.025 punti; stop loss in caso di recupero oltre 19.220 punti in close orario. Mantenere o incrementare l’esposizione Short in caso di rottura oraria o giornaliera del sostegno a 19.025 punti, per cercare di ricoprirsi in prima battuta a 18.950 punti e successivamente a 18.830 punti; stop loss in caso di ritorno sopra 19.175 punti in chiusura oraria.

Insistere con nuove posizioni corte in caso di ulteriori cali sotto 18.830 punti in close orario o daily, per sfruttare eventuali discese in area 18.770 e 18.595 punti, estesa a 18.420 punti; stop loss in caso di recupero oltre 19.025 punti in close orario o giornaliero. Short speculativi in caso di strappi al rialzo in area 19.925 punti per approfittare di possibili correzioni in area 19.810 e 19.730 punti; stop loss in caso di chiusura daily maggiore di 20.050 punti.

Responsabilità: Gli autori dei contenuti ed i responsabili di ilcorsivoquotidiano.net, dichiarano che i contenuti e le analisi su valute, azioni e qualunque tipo di strumento finanziario non devono essere considerate raccomandazioni di investimento. Tutte le considerazioni fatte dall'autore dell'articolo sono soggettive e dunque rientrano nelle opinioni personali e come tali devono essere considerate. Il contenuto dei post rispecchia l'opinione personale dell'autore e della redazione e sono scritte con finalità di informazione e non al fine di invogliare a fare trading o a investire su qualunque mercato finanziario/o strumento. Gli autori stessi e lo staff del sito non possiedono azioni di società quotate o asset finanziari oggetto delle analisi. Lo staff di ilcorsivoquotidiano.net non garantisce che i dati siano in tempo reale e che la periodicità delle analisi sia puntuale. L'attività di trading e di speculazione sui mercati finanziari o di investimento tramite strumenti derivati costituisce un rischio di perdita di capitali. Pertanto lo staff e gli autori non si assumono alcuna responsabilità legata a investimenti errati o decisione prese tramite analisi di qualsiasi genere trovate sul sito web. L’Utente, pertanto, si assume ogni responsabilità e non ritiene ilcorsivoquotidiano.net e tutti i suoi autori responsabili per eventuali perdite/danni diretti o indiretti che possano scaturire dalla lettura delle analisi, dalla loro inesattezza/e incompletezza oltre che accuratezza. Ogni utente che vuole investire sarà pertanto tenuto a informarsi assumendosi i rischi di eventuali investimenti non basandosi solo sulle analisi tecniche fornite da ilcorsivoquotidiano.net