Il future DAX 30 rompe i supporti di breve e scivola sui minimi a 2 mesi

Il Future dell’indice Dax 30 archivia il primo semestre con la peggiore performance settimanale dell’anno. Il derivato dei 30 titoli a maggiore capitalizzazione della borsa tedesca ha infatti ceduto il 2,80%, concludendo gli scambi della scorsa ottava a 12.370 punti, dopo aver toccato il minimo degli ultimi due mesi a ridosso dei 12.300 punti (12.303 punti).

A pesare sull’indice Dax 30 sono stati soprattutto i ribassi subiti dalle azioni del comparto delle utilities, che essendo titoli con elevato debito risentono negativamente di un possibile cambio di scenario sui tassi orchestrato dalla Banca Centrale Europea. I mercati infatti credono, dopo le ultime parole del governatore della BCE, Draghi, che l’istituto centrale di Francoforte tra non molto potrebbe iniziare un graduale rialzo dei tassi in stile FED.

Dal punto di vista macro, gli ultimi dati arrivati dalla Germania testimoniano che la locomotiva economica tedesca gode ancora di ottima salute. L’indice IFO, elaborato su un campione di 7.000 operatori economici tedeschi, nel mese di Giugno, ha battuto le stime degli analisi (114,4 punti) balzando a 115,1 punti dai 114,6 punti della rilevazione precedente. In ascesa anche la fiducia dei consumatori in Germania, che nella lettura preliminare di Luglio è salita a 10,6 punti dai 10,4 punti dalla rilevazione finale di Giugno.

Un’ulteriore conferma è arrivata dal dato sulle vendite al dettaglio aumentate a Maggio dello 0,5% su base mensile e del 4,8% rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente. Si è trattata di una lettura che ha battuto i pronostici degli analisti, che non andavano oltre il +0,3% m/m ed il +2,8% a/a.

Andamento indice DAX 30 futures sul breve-medio periodo


Nonostante la brutta candela settimanale disegnata sul grafico con time-frame giornaliero, in alto, il derivato dell’indice Dax 30 chiude la prima metà del 2017 con un rialzo di circa 8 punti percentuali. Dal punto di vista tecnico, sul breve-medio periodo, il quadro grafico che ci troviamo difronte si è indebolito rispetto alle ultime settimane, in quanto il Dax a fine ottava ha concluso gli scambi al di sotto di tutte le medie mobili di riferimento, a 10-25 e 50 periodi (rispettivamente la linea di colore azzurro, la linea rossa e la linea verde sul grafico).

Al momento della scrittura il Future Dax sta tentando di allontanarsi dai recenti minimi ed un contratto con scadenza il prossimo Settembre passa di mano a 12.400 punti. Non si esclude che le quotazioni possano rimbalzare per un test sulle medie mobili citate in precedenza, diventate da ex supporti a resistenze di brevissimo. Il primo ostacolo si colloca a ridosso delle EMA 10 e 50 gg, in area 12.575 punti circa; mentre la resistenza più ardua transita sulla EMA a 25 gg, in area 12.625 punti, la cui rottura al rialzo potrebbe annullare lo scenario ribassista in costruzione che, in caso di rottura dei recenti minimi in area 12.300 punti, potrebbe far scivolare il derivato tedesco sui minimi degli ultimi 3 mesi in area 11.900-11.950 punti.

Strategia di trading sul DAX 30 futures – validità 1-5 giorni

La visione Long suggerisce l’apertura di posizioni rialziste in caso break-out orario di 12.425 punti e fissa i primi due obiettivi in area 12.472 e 12.502 punti; stop loss in caso di close orario minore di 12.348 punti. Mantenere o incrementare le operazioni lunghe in caso di chiusura oraria oltre 12.502 punti, per cercare di prendere profitto a 12.549 punti, in prima battuta, ed in un secondo momento a 12.577 punti; stoppare le posizioni in caso di discesa sotto 12.370 punti in close orario.

Suggeriti ulteriori Long in caso di allungo oltre 12.577 punti in chiusura di candela oraria, con eventuali target price in area 12.625 e 12.674 punti, estesa a 12.750 punti; stop loss in caso di flessione sotto 12.502 punti in chiusura oraria. Long sulla debolezza in caso di affondo in area 11.932 punti per puntare a veloci rimbalzi in area 12.053 e 12.215 punti; stop loss in caso di ulteriori cali sotto 11.860 punti in chiusura di candela daily.

La visione Short, invece, consiglia l’apertura di posizioni ribassiste nel caso in cui si registri una chiusura oraria minore di 12.348 punti e pronostica i primi due target price in area 12.319 e 12.244 punti; stop loss in caso di ritorno sopra 12.425 punti in chiusura oraria. Mantenere o sovrappesare le esposizioni corte in caso di rottura del supporto orario a 12.244 punti, per tentare di ricoprirsi prima a 12.229 punti e successivamente a 12.215 punti; stop loss in caso di recupero di 12.370 punti in chiusura oraria.

Leciti ulteriori Short nel caso in cui la spinta ribassista si spinga sotto 12.215 punti in chiusura di candela oraria, per cercare di prendere profitto in area 12.128 e 12.053 punti, estesa a 11.932 punti; stop loss in caso di ritorno sopra 12.348 punti in close orario. Short speculativi nel caso in cui il recupero raggiunga area 12.750 punti, per sfruttare possibili correzioni a 12.625 e 12.577 punti; stop loss in caso di ulteriori estensioni al rialzo oltre 12.835 punti in chiusura di giornata.

Responsabilità: Gli autori dei contenuti ed i responsabili di ilcorsivoquotidiano.net, dichiarano che i contenuti e le analisi su valute, azioni e qualunque tipo di strumento finanziario non devono essere considerate raccomandazioni di investimento. Tutte le considerazioni fatte dall'autore dell'articolo sono soggettive e dunque rientrano nelle opinioni personali e come tali devono essere considerate. Il contenuto dei post rispecchia l'opinione personale dell'autore e della redazione e sono scritte con finalità di informazione e non al fine di invogliare a fare trading o a investire su qualunque mercato finanziario/o strumento. Gli autori stessi e lo staff del sito non possiedono azioni di società quotate o asset finanziari oggetto delle analisi. Lo staff di ilcorsivoquotidiano.net non garantisce che i dati siano in tempo reale e che la periodicità delle analisi sia puntuale. L'attività di trading e di speculazione sui mercati finanziari o di investimento tramite strumenti derivati costituisce un rischio di perdita di capitali. Pertanto lo staff e gli autori non si assumono alcuna responsabilità legata a investimenti errati o decisione prese tramite analisi di qualsiasi genere trovate sul sito web. L’Utente, pertanto, si assume ogni responsabilità e non ritiene ilcorsivoquotidiano.net e tutti i suoi autori responsabili per eventuali perdite/danni diretti o indiretti che possano scaturire dalla lettura delle analisi, dalla loro inesattezza/e incompletezza oltre che accuratezza. Ogni utente che vuole investire sarà pertanto tenuto a informarsi assumendosi i rischi di eventuali investimenti non basandosi solo sulle analisi tecniche fornite da ilcorsivoquotidiano.net