Indice tecnologico Nasdaq sostenuto da allentamento tensioni tra USA e Cina

L’indice tecnologico di Wall Street nelle ultime ore ha rinnovato i massimi a due mesi, toccando un top intraday a quota 7.458 punti, per poi chiudere la prima seduta dell’ottava in corso a quota 7.411punti, evidenziando un progresso giornaliero dello 0,11%. L’andamento del Nasdaq, in particolar modo, è stato favorito dalla distensione dei rapporti tra Stati Uniti e Cina, per quanto riguarda la spinosa questione sui dazi doganali, che nel recente passato ha minato i rapporti tra le due superpotenze commerciali.

La riapertura del presidente statunitense Donald Trump verso Pechino, in attesa che inizino le trattative su dazi tra i funzionari USA ed il vice premier cinese Liu He, è arrivata con l’ammorbidimento di Trump verso la società cinese Zte. Il numero 1 della Casa Bianca ha infatti dichiarato di impegnarsi affinché la società Tech Zte ritorni in affari con i propri clienti negli Stati Uniti. Qualche mese fa, Trump aveva vietato ai gruppi statunitensi di intrattenere relazioni commerciali con i cinesi di Zte, accusati di aver violato una serie di accordi.

Da Pechino, invece, è arrivato il via libera alla riapertura dell’esame della proposta di acquisto dell’azienda tecnologica cinese NXP Semiconductors lanciata dalla statunitense Qualcomm. L’offerta della società californiana, secondo i rumors circolati, si aggirerebbe intorno ai 44 miliardi di Dollari. I due titoli hanno reagito alle indiscrezioni sulla riapertura del fascicolo NXP da parte delle autorità finanziarie cinesi, evidenziando un +11,85% (NXP.O) ed un +2,73% (QCOM.O).

Andamento quotazioni indice Nasdaq sul breve-medio periodo

Come anticipato tra le righe del paragrafo precedente l’indice Nasdaq si è riportato sui massimi ad otto settimane, oltre quota 7.400 punti. Tuttavia la candela daily, come ben evidente sul grafico con time-frame giornaliero in alto, non è delle migliori, poiché caratterizzata da una chiusura giornaliera (7.411 punti) inferiore al prezzo di apertura (7.429 punti). Solitamente una candlestick con simili caratteristiche, nel maggior parte dei casi, indica che il movimento rialzista in atto potrebbe essere in esaurimento. Tale interpretazione viene annullata in caso di chiusura giornaliera successiva oltre il massimo della seduta precedente.

In caso di debolezza nel brevissimo, il primo supporto transita in area 7.295 punti, dove passala media mobile a 10 giorni (la prima linea dall’alto verso il basso sul grafico). Perso il sostegno appena indicato di potrebbe assistere ad un veloce ripiegamento in area 7.215-7.190 punti, zona su cui transitano nell’ordine la media mobile a 25 giorni e la media mobile a 50 giorni (rispettivamente la linea mediana e la prima linea dal basso verso l’alto sul grafico).

Una chiusura daily o peggio ancora settimanale sotto le EMA a 25 e 50 periodi, potrebbe dar luogo ad un veloce affondo in area 7.000-6.900 punti. Un ulteriore allungo oltre 7.450-7.470 punti, invece, potrebbe innescare ulteriori strappi al rialzo, prima verso 7.550-7.600 punti e successivamente tentare un attacco oltre i massimi in area 7.635 punti per ambire a puntare verso quota 7.700-7.750 punti.

Pattern di trading indice Nasdaq valido da 1 a 5 giorni

Il pattern di trading rialzista si attiva in caso di allungo oltre quota 7.432 punti in chiusura oraria e pronostica i primi due target price in area 7.450 e 7.477 punti; stop loss in caso di discesa sotto 7.386 punti in close orario. Mantenere o incrementare le operazioni Long in caso di chiusura oraria oltre 7.477 punti, per cercare di prendere profitto in primo luogo a 7.505 punti e successivamente a 7.598 punti; stop loss in caso di ritorno sotto 7.411 punti in close orario.

Si consiglia di attivare nuove posizioni Long in caso di break-out orario o daily di 7.598 punti, per sfruttare eventuali allunghi in area 7.625 e 7.657 punti, estesi a 7.704 punti; stop loss in caso di ritorno sotto 7.522 punti in chiusura oraria o daily. Long speculativi in caso di affondo in area 7.150 punti, per approfittare di eventuali veloci rimbalzi prima a 7.195 punti ed in un secondo momento a 7.240 punti, estesi a 7.285 punti; stop loss in caso di ulteriori cali sotto 7.078 punti in chiusura oraria o di giornata.

Il pattern di trading ribassista, invece, prende forma in caso di discesa sotto 7.386 punti in chiusura di candela oraria e fissa i primi due obiettivi in area 7.357 e 7.340 punti; stop loss in caso di close orario maggiore di 7.432 punti. Mantenere o aumentare l’esposizione Short in caso di rottura del supporto orario 7.340 punti, per cercare di prendere profitto in prima battuta a 7.311 punti e successivamente a 7.285 punti; stop loss in caso di recupero oltre 7.411 punti in chiusura oraria.

Insistere con nuove posizioni corte nel caso in cui la pressione delle vendite dovesse spingersi sotto 7.285 punti in chiusura di candela oraria o daily, per tentare di ricoprirsi in area 7.222 e 7.195 punti, estesa a 7.150 punti; stoppare le operazioni in caso di recupero di 7.357 punti in chiusura oraria o giornaliera. Short speculativi in caso di ulteriori allunghi in area 7.704 punti, per sfruttare possibili correzioni in primo luogo a 7.657 punti ed in un secondo momento a 7.598 punti, estesi a 7.580 punti; stop loss con close daily oltre i 7.782 punti.

Responsabilità: Gli autori dei contenuti ed i responsabili di ilcorsivoquotidiano.net, dichiarano che i contenuti e le analisi su valute, azioni e qualunque tipo di strumento finanziario non devono essere considerate raccomandazioni di investimento. Tutte le considerazioni fatte dall'autore dell'articolo sono soggettive e dunque rientrano nelle opinioni personali e come tali devono essere considerate. Il contenuto dei post rispecchia l'opinione personale dell'autore e della redazione e sono scritte con finalità di informazione e non al fine di invogliare a fare trading o a investire su qualunque mercato finanziario/o strumento. Gli autori stessi e lo staff del sito non possiedono azioni di società quotate o asset finanziari oggetto delle analisi. Lo staff di ilcorsivoquotidiano.net non garantisce che i dati siano in tempo reale e che la periodicità delle analisi sia puntuale. L'attività di trading e di speculazione sui mercati finanziari o di investimento tramite strumenti derivati costituisce un rischio di perdita di capitali. Pertanto lo staff e gli autori non si assumono alcuna responsabilità legata a investimenti errati o decisione prese tramite analisi di qualsiasi genere trovate sul sito web. L’Utente, pertanto, si assume ogni responsabilità e non ritiene ilcorsivoquotidiano.net e tutti i suoi autori responsabili per eventuali perdite/danni diretti o indiretti che possano scaturire dalla lettura delle analisi, dalla loro inesattezza/e incompletezza oltre che accuratezza. Ogni utente che vuole investire sarà pertanto tenuto a informarsi assumendosi i rischi di eventuali investimenti non basandosi solo sulle analisi tecniche fornite da ilcorsivoquotidiano.net