L’indice Dax 30 si riporta sopra 12.500 punti in scia al nuovo rally di Wall Street

L’indice Dax 30 riconquista la soglia dei 12.500 punti, allineandosi alle ottime performance fatte registrare dagli indici di Wall Street e facendo da traino alle principali piazze finanziarie del Vecchio Continente. Il paniere che raccoglie i 30 titoli a maggiore capitalizzazione della borsa di Francoforte ha concluso gli scambi della prima seduta della settimana in corso a circa 12.544 punti, in rialzo dello 0,38%, portandosi sui massimi a due settimane ed allontanandosi ulteriormente dall’importante supporto tecnico individuato in area 12.100 punti, che resistendo a ben tre tentativi di rottura al ribasso ha consentito ai prezzi di rimbalzare con decisione.

Snobbate le indicazioni che hanno visto il sentiment degli investitori tedeschi nel mese di Luglio scendere a 16,2 punti, dai 18,5 punti della precedente stima. Per il cosiddetto Indice Sentix, relativo alla Germania, si è trattato del sesto ribasso consecutivo, sceso sul valore più basso da Febbraio 2016. L’indagine è stata condotta tra il 5 ed il 7 Luglio su un campione formato da 917 investitori.

Rallenta la bilancia commerciale tedesca nel mese di Maggio, evidenziando un surplus commerciale di 19,7 miliardi di euro, in calo dai 20,1 miliardi di Aprile, mentre le attese degli analisti erano per una flessione minore, a +20,2 miliardi di euro. Dai dettagli resi noti dall’Ufficio Federale di Statistica (Destatis) è inoltre emerso che, a Maggio, le esportazioni sono cresciute dell’1,8%, a dispetto del +0,7% atteso dal mercato; mentre le importazioni sono aumentate dello 0,7%, a fronte di un calo dello 0,5% indicato dagli analisti.

Indice Dax 30 che ha continuato a beneficiare del balzo fatto registrare dalla produzione industriale di Maggio, in crescita del 2,6% su base mensile, invertendo rotta dopo il -1,3% di Aprile. Nettamente battuti i pronostici degli analisti, che invece si aspettavano un aumento più modesto, a +0,3%.

Andamento indice Dax 30 sul breve-medio periodo

Sentiment di brevissimo ritornato ad essere nuovamente positivo sull’indice Dax 30, risalito oltre la prima resistenza, rappresentata dalla media mobile a 10 giorni (la prima linea dal basso verso l’alto sul grafico con time-frame giornaliero, in alto).

Le quotazioni si trovano a ridosso del primo ostacolo daily, identificato nella media mobile a 25 periodi (la linea media sul grafico), che transita in area 12.536 punti. Il break-out dell’EMA a 25 gg potrebbe fornire ulteriore sostegno al rialzo di brevissimo, consentendo un veloce approdo verso la resistenza di breve-medio periodo, che si colloca sulla media mobile a 50 periodi (la prima linea dall’alto verso il basso sul grafico), che cade in area 12.600 punti. Cambio di scenario di breve in positivo, in caso di allungo oltre EMA 50, con target prima in area 12.800 punti e successivamente in area 13.000 punti.

Il mancato break-out delle medie mobili maggiori, invece, potrebbe in un primo momento causare un pull-back su EMA 10, in area 12.435-12.400 punti e successivamente, in caso di ulteriore debolezza, favorire ulteriori discese in area 12.300-12.250 punti.

Pattern di trading indice Dax 30 valido da 1 a 5 giorni

Il pattern di trading rialzista si attiva in caso di recupero oltre quota 12.552 punti in chiusura oraria e pronostica i primi due target price in area 12.600 e 12.630 punti; stop loss in caso di discesa sotto 12.495 punti in close orario. Mantenere o incrementare le operazioni Long in caso di chiusura oraria oltre 12.630 punti, per cercare di prendere profitto in primo luogo a 12.665 punti e successivamente a 12.713 punti; stop loss in caso di ritorno sotto 12.543 punti in close orario.

Si consiglia di attivare nuove posizioni Long in caso di break-out orario o daily di 12.713 punti, per sfruttare eventuali allunghi in area 12.743 e 12.795 punti, estesi a 12.874 punti; stop loss in caso di ritorno sotto 12.600 punti in chiusura oraria o daily. Long speculativi in caso di affondo in area 12.120 punti, per approfittare di eventuali veloci rimbalzi prima a 12.195 punti ed in un secondo momento a 12.242 punti, estesi a 12.318 punti; stop loss in caso di ulteriori cali sotto 12.000 punti in chiusura oraria o di giornata.

Il pattern di trading ribassista, invece, prende forma in caso di discesa sotto 12.495 punti in chiusura di candela oraria e fissa i primi due obiettivi in area 12.455 e 12.395 punti; stop loss in caso di close orario maggiore di 12.552 punti. Mantenere o aumentare l’esposizione Short in caso di rottura del supporto orario a 12.395 punti, per cercare di prendere profitto in prima battuta a 12.348 e 12.318 punti e successivamente a 12.271 punti; stop loss in caso di recupero oltre 12.495 punti in chiusura oraria.

Insistere con nuove posizioni corte nel caso in cui la pressione delle vendite dovesse spingersi sotto 12.271 punti in chiusura di candela oraria o daily, per tentare di ricoprirsi in area 12.242 e 12.195 punti, estesa a 12.120 punti; stoppare le operazioni in caso di recupero di 12.395 punti in chiusura oraria o giornaliera.Short speculativi in caso di ulteriori allunghi in area 12.874 punti, per sfruttare possibili correzioni in primo luogo a 12.795 punti ed in un secondo momento a 12.743 punti, estesi a 12.665 punti; stop loss con close daily oltre i 13.002 punti.

Responsabilità: Gli autori dei contenuti ed i responsabili di ilcorsivoquotidiano.net, dichiarano che i contenuti e le analisi su valute, azioni e qualunque tipo di strumento finanziario non devono essere considerate raccomandazioni di investimento. Tutte le considerazioni fatte dall'autore dell'articolo sono soggettive e dunque rientrano nelle opinioni personali e come tali devono essere considerate. Il contenuto dei post rispecchia l'opinione personale dell'autore e della redazione e sono scritte con finalità di informazione e non al fine di invogliare a fare trading o a investire su qualunque mercato finanziario/o strumento. Gli autori stessi e lo staff del sito non possiedono azioni di società quotate o asset finanziari oggetto delle analisi. Lo staff di ilcorsivoquotidiano.net non garantisce che i dati siano in tempo reale e che la periodicità delle analisi sia puntuale. L'attività di trading e di speculazione sui mercati finanziari o di investimento tramite strumenti derivati costituisce un rischio di perdita di capitali. Pertanto lo staff e gli autori non si assumono alcuna responsabilità legata a investimenti errati o decisione prese tramite analisi di qualsiasi genere trovate sul sito web. L’Utente, pertanto, si assume ogni responsabilità e non ritiene ilcorsivoquotidiano.net e tutti i suoi autori responsabili per eventuali perdite/danni diretti o indiretti che possano scaturire dalla lettura delle analisi, dalla loro inesattezza/e incompletezza oltre che accuratezza. Ogni utente che vuole investire sarà pertanto tenuto a informarsi assumendosi i rischi di eventuali investimenti non basandosi solo sulle analisi tecniche fornite da ilcorsivoquotidiano.net