Intesa USA-Cina sui dazi al G20 di Buenos Aires mette le ali all’indice Hang Seng

Apertura settimanale in rally per il principale indice della borsa di Hong Kong, che ha concluso gli scambi della prima seduta del mese di Dicembre a 27.177 punti, in rialzo del 2,53%, dopo essersi spinto anche su un massimo intraday a circa 27.260 punti.

L’indice Hang Seng come tutti i listini azionari asiatici hanno festeggiato con cospicui rialzi “il cessate il fuoco“ emerso tra Stati Uniti e Cina a margine dell’appuntamento del G20 di Buenos Aires. L’attesissimo faccia a faccia tra il presidente Trump ed il presidente Xi Jinping ha avuto l’esito che tutto il mondo politico-finanziario auspicava, ovvero quello di sancire una tregua sui dazi applicati sulle reciproche importazioni.

Washington ha deciso che i dazi del 25% promessi dall’amministrazione Trump a partire dal 1 Gennaio 2019 su 200 miliardi di dollari di prodotti importati dalla Cina saranno congelati per un periodo di 90 giorni, in cui gli incontri bilaterali con il governo cinese andranno avanti. Rimarranno invece vigenti le tassazioni al 10% attualmente applicati.

Pechino, invece, si è detta pronta a ridurre e rimuovere i dazi sulle importazioni di auto prodotte negli Stati Uniti, attualmente al 40%. Il governo cinese sarebbe inoltre pronto a riconsiderare il divieto apposto all’acquisizione della cinese NXP da parte del colosso americano Qualcomm. Xi Jinping ha inoltre reso noto l’impegno a tornare ad acquistare prodotti agricoli coltivati in USA.

Una temporanea intesa quella raggiunta tra Stati Uniti e Cina che arriva al momento giusto, in quanto nella notte la società di ricerche economiche Markit/Caixin ha rivelato che a Novembre, l’attività industriale cinese, manifatturiera, pur evidenziando un lieve miglioramento, aumentando a 50,2 punti dai 50,1 punti di Ottobre continua a ristagnare vicino allo spartiacque tra espansione e contrazione, rappresentato dalla soglia dei 50 punti. Dai dettagli rilasciati da Markit/ Caixin è inoltre emerso che i settori più deboli anche in quest’ultima stima sono stati quelli legati alle esportazioni.

Andamento indice Hang Seng sul breve-medio periodo


Grazie al forte balzo giornaliero, l’indice Hang Seng continua consolidare sopra le medie mobili di riferimento a 10-25 e 50 giorni. Le quotazioni si sono riportate sui massimi delle ultime otto settimane, dopo aver trovato supporto sulla zona d’intersezione tra l’EMA a 10 giorni e l’EMA a 50 giorni (la prima linea dall’alto verso il basso e la linea mediana sul grafico con time-frame giornaliero, in alto).

Pertanto, in caso di eventuali prese di beneficio di brevissimo i primi sostegni si collocano in area 26.450-26.330 punti. Un’eventuale uscita ribassista sotto i livelli appena indicati, le quotazioni potrebbero cedere ulteriore terreno, portandosi verso il supporto successivo, individuato sulla media mobile a 25 giorni (la linea mediana sul grafico), che passa in area 26.200 punti. Persa EMA 25 attesi possibili scivoloni in area 25.500 punti.

Lo scenario rialzista, invece, continuerà a rafforzarsi in caso di break-out daily, confermato in chiusura settimanale, di area 27.300 punti, la cui eventualità potrebbe attivare un pattern di brevissimo con target primario in area 27.800 punti ed obiettivo secondario in area 28.000-28.200 punti.

Pattern di trading sull’indice Hang seng valido da 1 a 5 giorni

Il pattern di trading rialzista suggerisce spunti operativi Long in caso di chiusura oraria maggiore di 27.210 punti e fissa i primi due target price in area 27.315 e 27.380 punti; stop loss in caso di discesa sotto 27.040 punti in close orario. Lecito aprire nuove operazioni Long in caso di break-out orario o daily di 27.380 punti, per cercare di prendere profitto in un primo momento a 27.485 punti e successivamente a 27.655 punti; stop loss in caso di ritorno sotto 27.177 punti in close orario o giornaliero.

Lecito attivare nuove posizioni rialziste in caso di allungo oltre 27.655 punti in chiusura oraria, per approfittare di possibili allunghi in area 27.760 e 27.930 punti, estesa a 28.105 punti; stop loss in caso di ritorno sotto 27.380 punti in close orario. Suggeriti acquisti speculativi in caso di affondo in area 26.190 punti, in ottica di rimbalzo in primo luogo a 26.377 punti ed in seconda battuta a 26.540 punti, esteso a 26.635; stop loss in caso di ulteriori cali sotto 25.900 punti in close orario o giornaliero.

Il pattern di trading ribassista, invece, si attiva in caso di discesa sotto 27.040 punti in close orario e suggerisce di prendere profitto sui primi due obiettivi pronosticati in area 26.937 e 26.770 punti; stop loss in caso di recupero di 27.210 punti in close orario. Mantenere o aumentare le posizioni corte in caso di discesa sotto 26.770 punti per tentare di ricoprirsi in primo luogo a 26.872 punti ed in un secondo momento a 26.635 punti; stop loss in caso di ritorno sopra 27.040 punti in close orario.

Ed ancora, Short in caso di flessione sotto 26.635 punti in close orario o daily, per cercare di sfruttare la pressione ribassista fino ad area 26.540 e 26.377 punti, estesa a 26.190 punti; stop loss in caso di ritorno sopra 26.872 punti in close orario. Short speculativi in caso di allungo a 28.105 punti, per tentare di trarre profitto su eventuali storni prima a 27.930 punti e successivamente a 27.760 punti, estesi a 27.485; stop loss in caso di ulteriori estensioni al rialzo oltre 28.400 punti in close orario o daily.

Responsabilità: Gli autori dei contenuti ed i responsabili di ilcorsivoquotidiano.net, dichiarano che i contenuti e le analisi su valute, azioni e qualunque tipo di strumento finanziario non devono essere considerate raccomandazioni di investimento. Tutte le considerazioni fatte dall'autore dell'articolo sono soggettive e dunque rientrano nelle opinioni personali e come tali devono essere considerate. Il contenuto dei post rispecchia l'opinione personale dell'autore e della redazione e sono scritte con finalità di informazione e non al fine di invogliare a fare trading o a investire su qualunque mercato finanziario/o strumento. Gli autori stessi e lo staff del sito non possiedono azioni di società quotate o asset finanziari oggetto delle analisi. Lo staff di ilcorsivoquotidiano.net non garantisce che i dati siano in tempo reale e che la periodicità delle analisi sia puntuale. L'attività di trading e di speculazione sui mercati finanziari o di investimento tramite strumenti derivati costituisce un rischio di perdita di capitali. Pertanto lo staff e gli autori non si assumono alcuna responsabilità legata a investimenti errati o decisione prese tramite analisi di qualsiasi genere trovate sul sito web. L’Utente, pertanto, si assume ogni responsabilità e non ritiene ilcorsivoquotidiano.net e tutti i suoi autori responsabili per eventuali perdite/danni diretti o indiretti che possano scaturire dalla lettura delle analisi, dalla loro inesattezza/e incompletezza oltre che accuratezza. Ogni utente che vuole investire sarà pertanto tenuto a informarsi assumendosi i rischi di eventuali investimenti non basandosi solo sulle analisi tecniche fornite da ilcorsivoquotidiano.net