L’argento vola sui massimi a quasi due anni puntando verso area 18

Anche il prezzo l’argento si conferma un ottimo bene rifugio nei momenti in cui i mercati azionari vanno in modalità “risk-off“, ed al pari dell’oro sta consolidando sui propri massimi pluriennali. Al momento della scrittura, in avvio di questa nuova ottava, infatti, il prezzo del future sull’argento con scadenza a Dicembre 2019, sta facendo registrare un incremento dell’1,25% a 17,77 dollari, balzando sui valori più alti da Settembre 2017.

Il rally dei metalli preziosi ha ripreso nuovamente vigore, dopo qualche seduta di consolidamento, dopo che alla vigilia del simposio delle banche centrali di Jackson Hole, la Cina, in risposta alle minacce del presidente statunitense Donald Trump, ha annunciato che a partire dal prossimo 1 Settembre e 15 Dicembre farà scattare nuovi dazi su un controvalore di 75miliardi di dollari di importazioni dagli Stati Uniti. Washington non ha perso tempo ed ha subito reso noto che a partire dall’1 Ottobre introdurre un incremento delle tariffe sull’import cinese dal 25% al 30%.

L’inasprimento della disputa commerciale USA-CINA ha fatto passare in secondo piano quanto trapelato con la diffusione del contenuto dei verbali dell’ultimo meeting della FED e con le dichiarazioni di alcuni membri del FOMC, ovvero che l’istituto centrale statunitense non ha messo in atto una calendarizzazione su nuovi tagli dei tassi d’interesse.

Dalle minute è infatti emerso che la strategia che verrà adottata in ambito di politica monetaria dipenderà dai risultati macroeconomici, in quanto l’economia a stelle e strisce mostra ancora forti segnali di espansione. Il numero uno della Fed di Kansas City, Esther George, ed il presidente della Fed di Philadelphia, Patrick Harker, hanno affermato che non c’è fretta di tagliare i tassi poiché il mercato del lavoro continua a mostrare i muscoli e l’inflazione continua la propria lenta risalita.

A Conferma della buona salute dell’economia statunitense, la lettura del Leading Index del Conference Board USA di Luglio ha rivelato un incremento dello 0,5%, evidenziando una netta ripresa rispetto al -0,1% di Giugno (attese +0,2%).

Sul fronte lavoro si è invece venuto a conoscenza che nella settimana terminata il 17 Agosto, le richieste di indennizzo di disoccupazione sono scese a 209 mila unità, evidenziando un calo rispetto alle 221 mila unità della precedente stima, risultando inferiori anche alle 216 mila unità del saldo dell’ottava precedente.

Molti trader ne stanno approfittando utilizzando le piattaforme CFD certificate. Ad esempio con 24option (clicca qui per visitare il sito ufficiale) si hanno a disposizione strumenti molto utili come i segnali per poter essere subito operativi sulle materie prime, non solo sul prezzo dell’argento. Per saperne di più sui segnali clicca qui per visitare il sito ufficiale.

Andamento quotazioni argento sul breve-medio periodo


Il grande stato di forma delle quotazioni dell’argento è ben fotografato sul grafico con time-frame giornaliero, in alto, da dove si evince come il prezzo si sia ulteriormente allontanato dalle tre medie mobili a 10-25 e 50 giorni che fungono da supporti (rispettivamente la prima linea dall’alto verso il basso, la linea mediana e la prima linea dal basso verso l’alto sul grafico)

Come anticipato, il prezzo del future sull’argento punta ad area 18 dollari, anche se dopo aver toccato un momentaneo top intraday a 17,90 dollari, potrebbe anche verificarsi una breve pausa, utile a far scaricare dall’ipercomprato gli oscillatori di brevissimo. Il primo sostegno di brevissimo cade ina rea 17,30 dollari, dove si colloca EMA 10, mentre il primo supporto giornaliero transita sull’EMA 25, a 16,88 dollari.

La forte struttura rialzista di breve-medio periodo è invece sostenuta da EMA 50, che al momento transita in area 16,35 dollari.

Modello di trading sull’argento valido da 1 a 5 giorni

Il modello di trading Long prende forma in caso di chiusura oraria maggiore di quota 17,83$ e consiglia di prendere i primi profitti in area 17,898 e 18 dollari; stop loss in caso di discesa sotto quota 17,65$. Mantenere o sovrappesare le operazioni rialziste in caso di break-out orario di quota 18$, per cercare di approfittare di eventuali allunghi in prima battuta a quota 18,11$ e successivamente a quota 18,184$; stoppare le operazioni in caso di ritorno sotto quota 17,83$ in chiusura oraria.

Insistere con nuove posizioni Long in caso di estensioni al rialzo sopra quota 18,184$ in chiusura di candela oraria, per cercare di sfruttare ulteriori balzi in area 18,253 e 18,366 dollari, estesa a quota 18,478$; stop loss in caso di ritorno sotto 17,898$ in close orario. Lecito acquistare sulla debolezza in caso di affondo in area 16,968$, per tentare di sfruttare eventuali rimbalzi in un primo momento a quota 17,07$ e successivamente a quota 17,176$, estesi a 17,242$; stop loss in caso di eventuali flessioni sotto quota 16,795$ in chiusura di candela oraria o daily.

Il modello di trading Short, invece, si attiva in caso di chiusura oraria minore di quota 17,65$ e fissa i primi due obiettivi in area 17,54 e 17,43 dollari; stop loss in caso di recupero oltre quota 17,83$ in chiusura oraria. Mantenere o incrementare le posizioni corte in caso di discesa sotto quota 17,43$ in chiusura di candela oraria, per tentare di ricoprirsi in un primo momento a quota 17,35$ e successivamente a quota 1.7,242$; stoppare le operazioni in caso di ritorno sopra quota 17,65$ in close orario.

Ed ancora, suggeriti nuovi Short in caso di flessione sotto quota 17,242$ in chiusura di candela oraria, per sfruttare eventuali cali in area 17,176 e 17,07 dollari, estesi a 16,968$; stoppare le operazioni in caso di recupero oltre quota 17,43$ in close orario. Short speculativi in caso di allungo in area 18,478$, per approfittare di eventuali correzioni in primo luogo a quota 18,366$ ed in seconda battuta a 18,253$,estesi a 18,184; stop loss in caso di ulteriori estensioni sopra quota 18,67$ in chiusura di candela oraria o daily.

Responsabilità: Gli autori dei contenuti ed i responsabili di ilcorsivoquotidiano.net, dichiarano che i contenuti e le analisi su valute, azioni e qualunque tipo di strumento finanziario non devono essere considerate raccomandazioni di investimento. Tutte le considerazioni fatte dall'autore dell'articolo sono soggettive e dunque rientrano nelle opinioni personali e come tali devono essere considerate. Il contenuto dei post rispecchia l'opinione personale dell'autore e della redazione e sono scritte con finalità di informazione e non al fine di invogliare a fare trading o a investire su qualunque mercato finanziario/o strumento. Gli autori stessi e lo staff del sito non possiedono azioni di società quotate o asset finanziari oggetto delle analisi. Lo staff di ilcorsivoquotidiano.net non garantisce che i dati siano in tempo reale e che la periodicità delle analisi sia puntuale. L'attività di trading e di speculazione sui mercati finanziari o di investimento tramite strumenti derivati costituisce un rischio di perdita di capitali. Pertanto lo staff e gli autori non si assumono alcuna responsabilità legata a investimenti errati o decisione prese tramite analisi di qualsiasi genere trovate sul sito web. L’Utente, pertanto, si assume ogni responsabilità e non ritiene ilcorsivoquotidiano.net e tutti i suoi autori responsabili per eventuali perdite/danni diretti o indiretti che possano scaturire dalla lettura delle analisi, dalla loro inesattezza/e incompletezza oltre che accuratezza. Ogni utente che vuole investire sarà pertanto tenuto a informarsi assumendosi i rischi di eventuali investimenti non basandosi solo sulle analisi tecniche fornite da ilcorsivoquotidiano.net