Greggio debole su rottura supporto di breve in area 70 dollari

Sentiment di breve-medio periodo neutrale per il prezzo del petrolio in versione WTI, ingabbiato ormai da circa due settimane all’interno di un trading range compreso tra 67 e 71 dollari. La fuoriuscita da un lato piuttosto che dall’altro della congestione di prezzi appena indicata, con molte probabilità, traccerà l’andamento delle quotazioni nell’imminente mese di Agosto.

Sul brevissimo molto dipenderà dalla recupero stabile dei prezzi al di sopra dell’ex supporto divenuto resistenza rappresentato da quota 70 dollari. Più tentativi di ritornare sopra l’ex sostegno sono già falliti nelle ultime sedute, contribuendo ad alimentare ulteriore debolezza, che ha portato le quotazioni del WTI a cedere poco più del 2% nel corso della settimana che ci siamo appena lasciati alle spalle.

Non ha sortito alcun effetto positivo l’inatteso forte calo delle scorte di greggio statunitense, che nell’ottava conclusasi il 20 Luglio hanno evidenziato una flessione di 6,1 milioni di barili, a dispetto di una previsione più contenuta, pari a -2,2 milioni di barili. Snobbato dal mercato, anche il -2,2 milioni di unità fatto registrare dalle scorte di benzina, mentre il saldo settimanale degli stock di distillati ha rivelato un calo di 0,1 milioni di unità.

Quasi nullo sui prezzi, l’impatto della sospensione del transito delle navi cisterna lungo la rotta dello stretto di Bab al Mandeb, deciso dall’Arabia Saudita, dopo l’attacco a due unità navali battenti bandiera saudita, lanciato da un gruppo terroristico Houthi, di matrice yemenita filo-iraniana. Bloccato il trasporto di 4,8 milioni di barili al giorno di prodotti raffinati che dal Mar Rosso fanno transito verso il Mediterraneo, la cui destinazione ha come tappe finali: Europa, Asia e Stati Uniti.

Andamento quotazioni petrolio sul breve-medio periodo


Durante le prime battute di questa nuova ottava, il WTI scambia in area 68,90 dollari, in rialzo dello 0,30%. Le quotazioni sembrano volersi riportare verso la prima resistenza di brevissimo che passa in area 69,30 dollari, circa, dove a loro volta si collocano la media mobile a 10 e 50 giorni rispettivamente le prime due linee dal basso verso l’alto sul grafico con time-frame giornaliero in alto).

Principale ostacolo daily che invece viene individuato in area 69,70-70 dollari, zona su cui transita la media mobile a 50 giorni (la prima linea dall’alto verso il basso sul grafico). La conferma in chiusura giornaliera o meglio ancora settimanale oltre quota 70 dollari potrebbe innescare un ulteriore allungo con primo target da raggiungere velocemente in area 72,50-73 dollari e secondo obiettivo in area 74,50-75 dollari per tentare un nuovo assalto ai recenti top pluriennali. La mancata tenuta in chiusura daily o peggio ancora settimanale della parte bassa della forchetta di congestione, individuata a quota 67 dollari, invece, potrebbe favorire una rapida discesa in area 65 dollari, sostegno di breve-medio periodo. Un’eventuale forzatura del sostegno appena indicato, invece, potrebbe accentuare la pressione ribassista attivando target più profondi, verso i minimi dello scorso mese di Giugno, in area 63,50 dollari al barile.

Pattern di trading petrolio (WTI) valido da 1 a 5 giorni

Il pattern di trading Long si attiva in caso di chiusura oraria maggiore di quota 68,98$ e consiglia di prendere i primi profitti in area 69,40 e 69,66 dollari; stop loss in caso di discesa sotto quota 68,28$. Mantenere o sovrappesare le operazioni rialziste in caso di break-out orario di quota 69,66$, per cercare di approfittare di eventuali allunghi in prima battuta a quota 70,10$ e successivamente a quota 70,79$; stoppare le operazioni in caso di ritorno sotto quota 68,98$ in chiusura oraria.

Lecito insistere con nuove posizioni Long in caso di estensioni al rialzo sopra quota 70,79$ in chiusura di candela oraria, per cercare di sfruttare ulteriori balzi in area 71,16 e 71,60 dollari, estesi in area 72,30 dollari; stop loss in caso di ritorno sotto 69,66$ in close orario. Suggeriti acquisti sulla debolezza in caso di affondo in area 65,15$, per tentare di sfruttare eventuali rimbalzi in un primo momento a quota 65,81$ ed in seconda battuta 66,22$, estesi a 67,15$; stop loss in caso di possibili flessioni sotto quota 64,50$ in chiusura di candela oraria o daily.

Il pattern di trading Short, invece, prende forma in caso di chiusura oraria minore di quota 68,28$ e fissa i primi due obiettivi in area 67,99 e 67,56 dollari; stop loss in caso di recupero sopra 68,98$ in chiusura oraria. Mantenere o incrementare le posizioni corte in caso di discesa sotto quota 67,56$ in chiusura di candela oraria, per tentare di ricoprirsi in primo luogo a quota 67,15$ e successivamente a quota 66,48$; stoppare le operazioni in caso di ritorno sopra quota 68,28$ in close orario.

Si consiglia insistere con nuove posizioni Short in caso di flessione sotto quota 66,48$ in chiusura di candela oraria, per sfruttare eventuali cali in area 66,22 e 65,81 dollari, estesi a quota 65,15$; stoppare le operazioni in caso di recupero oltre quota 67,15$ in close orario. Short speculativi in caso di allungo in area 72,30$, per approfittare di eventuali correzioni prima a quota 71,60$ ed in un secondo momento a quota 71,16$, estese a quota 70,79$; stop loss in caso di ulteriori estensioni sopra quota 73,04$ in chiusura di candela oraria o daily.

Responsabilità: Gli autori dei contenuti ed i responsabili di ilcorsivoquotidiano.net, dichiarano che i contenuti e le analisi su valute, azioni e qualunque tipo di strumento finanziario non devono essere considerate raccomandazioni di investimento. Tutte le considerazioni fatte dall'autore dell'articolo sono soggettive e dunque rientrano nelle opinioni personali e come tali devono essere considerate. Il contenuto dei post rispecchia l'opinione personale dell'autore e della redazione e sono scritte con finalità di informazione e non al fine di invogliare a fare trading o a investire su qualunque mercato finanziario/o strumento. Gli autori stessi e lo staff del sito non possiedono azioni di società quotate o asset finanziari oggetto delle analisi. Lo staff di ilcorsivoquotidiano.net non garantisce che i dati siano in tempo reale e che la periodicità delle analisi sia puntuale. L'attività di trading e di speculazione sui mercati finanziari o di investimento tramite strumenti derivati costituisce un rischio di perdita di capitali. Pertanto lo staff e gli autori non si assumono alcuna responsabilità legata a investimenti errati o decisione prese tramite analisi di qualsiasi genere trovate sul sito web. L’Utente, pertanto, si assume ogni responsabilità e non ritiene ilcorsivoquotidiano.net e tutti i suoi autori responsabili per eventuali perdite/danni diretti o indiretti che possano scaturire dalla lettura delle analisi, dalla loro inesattezza/e incompletezza oltre che accuratezza. Ogni utente che vuole investire sarà pertanto tenuto a informarsi assumendosi i rischi di eventuali investimenti non basandosi solo sulle analisi tecniche fornite da ilcorsivoquotidiano.net