Minacce di Trump interrompono la tregua della guerra commerciale con la Cina: sale l’oro

Le prime indicazioni danno un inizio di ottava con il segno “più “per il derivato sull’oro con scadenza a Giugno 2019, che al momento della scrittura sta segnando un incremento dello 0,20%, a 1.284 dollari l’oncia. Il denaro sul metallo prezioso, inteso come bene rifugio, potrebbe continuare a riversarsi dopo il crollo della borsa cinese, giù del 6% in seguito alla minaccia del presidente statunitenseTrump di imporre dazi al 25% sull’import di 200 miliardi di dollari di beni “Made in China”. Da parte sua Pechino sembra pronta ad interrompere i negoziati, quando ormai tutto sembra pronto per la firma di un accordo.

Intanto dal rapporto Gold Demand Trends del World Gold Council è emerso che nel primo trimestre dell’anno la domanda complessiva di oro è aumentata del 7% rispetto allo stesso periodo dell’anno scorso, salendo a 984,2 tonnellate. La crescita è stata sostenuta dagli acquisti da parte delle banche centrali e dagli ETF. Dai dettagli è emerso che gli acquisti degli istituti di credito centrali sono stati pari a 145,5 tonnellate d’oro, evidenziando un incremento del 68% rispetto al primo trimestre 2018; mente gli ETF hanno aumentato i propri acquisti del 49% su base annua, raggiungendo le 40,3 tonnellate. La crescita della domanda è stata a sua volta sostenuta dalla volatilità sugli altri asset, soprattutto azionari, che iniziano ad essere valutati anche abbastanza cari, dopo la corsa dei primi tre mesi dell’anno.

Le quotazioni dell’oro, sui titoli di coda della precedente ottava hanno inoltre beneficiato dell’incremento ben oltre i pronostici degli analisti, delle Non-Farm Payrolls USA, in forte crescita a +263 mila unità, dalle +189 mila unità della precedente stima mensile. Il consensus medio, invece, non si spingeva oltre le +190 mila unità.

In moderato aumento anche i compensi medi orari, che hanno evidenziato un incremento dello 0,2%, dal +0,1% della precedente stima mensile, mentre gli analisti sia spettavano un aumento lievemente maggiore, pari a +0,3%. Rispetto ad Aprile 2018, invece, i salari medi orari hanno evidenziato un aumento del 3,2% , come in occasione della precedente lettura mensile (attese +3,3%).

Andamento quotazioni oro sul breve-medio periodo


Sentiment di brevissimo neutrale-negativo per il prezzo dell’oro, risalito sopra la media mobile a 10 giorni (la prima linea dal basso verso l’alto sul grafico con time-frame giornaliero, in alto), ma a contatto con la prima resistenza daily, rappresentata dalla media mobile a 25 giorni (la linea mediana sul grafico, che passa in area 1.284,35 dollari.

L’eventuale break-out rialzista di EMA 25 potrebbe favorire un ulteriore allungo con target sulla media mobile a 50 giorni (la prima linea dall’alto verso il basso sul grafico), che si colloca in prossimità di area 1.290 dollari. Tuttavia, soltanto una chiusura oltre EMA 50, in chiusura settimanale potrebbe decretare una possibile inversione rialzista anche sul breve-medio periodo.

Il ritorno sotto l’EMA 10, che transita in area 1.280 dollari, invece, potrebbe causare ulteriori cali con primo target in area 1.270 dollari, con possibili discese sui recenti minimi in area 1.266 dollari.

Pattern di trading oro valido da 1 a 5 giorni

Il pattern di trading Long prende forma in caso di chiusura oraria maggiore di quota 1.285$ e consiglia di prendere i primi profitti in area 1.289,90 e 1.297,85 dollari; stop loss in caso di discesa sotto quota 1.280$. Mantenere o sovrappesare le operazioni rialziste in caso di break-out orario di quota 1.297,85$, per cercare di approfittare di eventuali allunghi in prima battuta a quota 1.302,80$ e successivamente a quota 1.310,85$; stoppare le operazioni in caso di ritorno sotto quota 1.285$ in chiusura oraria.

Insistere con nuove posizioni Long in caso di estensioni al rialzo sopra quota 1.310,85$ in chiusura di candela oraria, per cercare di sfruttare ulteriori balzi in area 1.315,85 e 1.324 dollari, estesa a quota 1.332,15$; stop loss in caso di ritorno sotto 1.297,85$ in close orario. Lecito acquistare sulla debolezza in caso di affondo in area 1.245$, per tentare di sfruttare eventuali rimbalzi in un primo momento a quota 1.252,75$ e successivamente a quota 1.262,40$, estesi a 1.267,25$; stop loss in caso di eventuali flessioni sotto quota 1.235$ in chiusura di candela oraria o daily.

Il pattern di trading Short, invece, si attiva in caso di chiusura oraria minore di quota 1.280$ e fissa i primi due obiettivi in area 1.275,10 e 1.272,10 dollari; stop loss in caso di recupero oltre quota 1.285$ in chiusura oraria. Mantenere o incrementare le posizioni corte in caso di discesa sotto quota 1.272,10$ in chiusura di candela oraria, per tentare di ricoprirsi in un primo momento a quota 1.267,25$ e successivamente a quota 1.262,40$; stoppare le operazioni in caso di ritorno sopra quota 1.280$ in close orario.

Ed ancora, suggeriti nuovi Short in caso di flessione sotto quota 1.262,40$ in chiusura di candela oraria, per sfruttare eventuali cali in area 1.257,55 e 1.252,75 dollari, estesi a 1.245$; stoppare le operazioni in caso di recupero oltre quota 1.272,10$ in close orario. Short speculativi in caso di allungo in area 1.332,15$, per approfittare di eventuali correzioni in primo luogo a quota 1.324$ ed in seconda battuta a 1.315,85$,estesi a 1.307; stop loss in caso di ulteriori estensioni sopra quota 1.340,40$ in chiusura di candela oraria o daily.

Responsabilità: Gli autori dei contenuti ed i responsabili di ilcorsivoquotidiano.net, dichiarano che i contenuti e le analisi su valute, azioni e qualunque tipo di strumento finanziario non devono essere considerate raccomandazioni di investimento. Tutte le considerazioni fatte dall'autore dell'articolo sono soggettive e dunque rientrano nelle opinioni personali e come tali devono essere considerate. Il contenuto dei post rispecchia l'opinione personale dell'autore e della redazione e sono scritte con finalità di informazione e non al fine di invogliare a fare trading o a investire su qualunque mercato finanziario/o strumento. Gli autori stessi e lo staff del sito non possiedono azioni di società quotate o asset finanziari oggetto delle analisi. Lo staff di ilcorsivoquotidiano.net non garantisce che i dati siano in tempo reale e che la periodicità delle analisi sia puntuale. L'attività di trading e di speculazione sui mercati finanziari o di investimento tramite strumenti derivati costituisce un rischio di perdita di capitali. Pertanto lo staff e gli autori non si assumono alcuna responsabilità legata a investimenti errati o decisione prese tramite analisi di qualsiasi genere trovate sul sito web. L’Utente, pertanto, si assume ogni responsabilità e non ritiene ilcorsivoquotidiano.net e tutti i suoi autori responsabili per eventuali perdite/danni diretti o indiretti che possano scaturire dalla lettura delle analisi, dalla loro inesattezza/e incompletezza oltre che accuratezza. Ogni utente che vuole investire sarà pertanto tenuto a informarsi assumendosi i rischi di eventuali investimenti non basandosi solo sulle analisi tecniche fornite da ilcorsivoquotidiano.net