Usa-Cina vicini ad un accordo sui dazi: giù gli asset rifugio come l’oro

Nuovo stop e ricaduta sotto area 1.500 dollari per il derivato con sottostante l’oro in scadenza a Dicembre 2019. L’ottava appena mandata in archivio è infatti terminata a 1.488,70 dollari (-0,50%), mentre il bilancio delle ultime 5 sedute ha rivelato un calo dell’1,60%. Prezzo dell’oro che ha trovato supporto su un minimo a quota 1.478 dollari.

Beni rifugio passati in secondo piano con il crescente ottimismo sulla “telenovela“ sui dazi tra Stati Uniti e Cina, che ormai da quasi un anno, fa dai driver ai mercati. Con l’ennesimo colpo di Tweet, il presidente USA, Donald Trump, ha reso noto che i negoziati tra le due parti in causa, che si stanno tenendo A Washington, stanno andando positivamente. La delegazione cinese giunta nella capitale statunitense è guidata dal Vicepremier Liu He ed in queste ore ha incontrato il Ministro del Tesoro USA, Steven Mnuchin. Si spera in un accordo che faccia sospendere l’incremento delle tariffe sulle importazioni che era stato calendarizzato per il prossimo 15 Ottobre.

Una delle ultime letture macro arrivate da oltreoceano ha visto l’indice dei prezzi all’importazione USA salire dello 0,2% nel mese di Settembre, aumentando rispetto al calo dello 0,2% (corretto al rialzo da -0,5% della prima comunicazione). Superate anche le attese degli analisti, che invece si aspettavano una variazione nulla. Su base annua, il suddetto indicatore ha invece rivelato una contrazione dell’1,6%, a dispetto del -1,8% atteso dal mercato ed il -2,1% (rivisto da -2% inizialmente comunicato) della precedente stima di si Agosto.

L’indice relativo ai prezzi delle esportazioni, sempre a Settembre, ha invece mostrato una flessione del 0,2% su base mensile, in miglioramento dal -0,6% della precedente lettura, mentre il consensus degli analisti dava un risultato pari a -0,1%.

In netto miglioramento l’indice di fiducia dei consumatori statunitensi, che secondo la stima preliminare di Ottobre, rilasciata dall’Università del Michigan, si è assestata a 96 punti, dai 93,2 punti di Settembre. Decisamente battute anche le aspettative degli analisti, che invece avevano pronosticato una lieve contrazione a 92 punti.

Molti trader ne stanno approfittando utilizzando le piattaforme CFD certificate. Ad esempio con 24option (clicca qui per visitare il sito ufficiale) si hanno a disposizione strumenti molto utili come i segnali per poter essere subito operativi sulle materie prime, non solo sul prezzo dell’oro. Per saperne di più sui segnali clicca qui per visitare il sito ufficiale.

Andamento quotazioni oro sul breve-medio periodo


Quadro tecnico di breve-medio periodo alquanto incerto per le quotazioni dell’oro, scivolate nuovamente al di sotto delle tre medie mobili di riferimento, a 10-25 e 50 periodi. Il mancato recupero sopra i tre supporti appena indicati, che transitano in un range di appena 10 dollari, compreso tra i 1.497 dollari di EMA 50 (la prima linea dal basso verso l’alto sul grafico con time-frame giornaliero in alto) ed i 1.507 dollari dell’EMA 25 (la prima linea dall’alto verso il basso sul grafico), potrebbe innescare ulteriori affondi con primo target verso area 1.460-1.440 dollari. La spinta ribassista potrebbe spingersi fino ad area 1.420-1.400 dollari nella peggiore delle ipotesi, ovvero nel caso in cui il denaro dovrebbe ritornare con prepotenza verso l’equity.

Lo scenario negativo appena evidenziato, potrebbe invece essere allontanato in caso di ritorno al di sopra di area 1.520 dollari in chiusura settimanale, mentre l’eventuale break-out dei recenti massimi pluriennali in area 1.560 dollari potrebbe favorire un allungo verso la meta molto ambita dai rialzisti, in area 1.600 dollari.

Pattern di trading sull’oro valido da 1 a 5 giorni

Il pattern di trading Long prende forma in caso di chiusura oraria maggiore di quota 1.496,35$ e consiglia di prendere i primi profitti in area 1.502,06 e 1.511,34 dollari; stop loss in caso di discesa sotto quota 1.487,08$. Mantenere o sovrappesare le operazioni rialziste in caso di break-out orario di quota 1.511,34$, per cercare di approfittare di eventuali allunghi in prima battuta a quota 1.517,12$ e successivamente a quota 1.526,49$; stoppare le operazioni in caso di ritorno sotto quota 1.496,35$ in chiusura oraria.

Insistere con nuove posizioni Long in caso di estensioni al rialzo sopra quota 1.526,49$ in chiusura di candela oraria, per cercare di sfruttare ulteriori balzi in area 1.532,33 e 1.541,79 dollari, estesa a quota 1.547,68$; stop loss in caso di ritorno sotto 1.511,34$ in close orario. Lecito acquistare sulla debolezza in caso di affondo in area 1.440,90$, per tentare di sfruttare eventuali rimbalzi in un primo momento a quota 1.452$ e successivamente a quota 1.461$, estesi a 1.472,24$; stop loss in caso di eventuali flessioni sotto quota 1.430$ in chiusura di candela oraria o daily.

Il pattern di trading Short, invece, si attiva in caso di chiusura oraria minore di quota 1.487,08$ e fissa i primi due obiettivi in area 1.481,40 e 1.472,24 dollari; stop loss in caso di recupero oltre quota 1.496,35$ in chiusura oraria. Mantenere o incrementare le posizioni corte in caso di discesa sotto quota 1.472,24$ in chiusura di candela oraria, per tentare di ricoprirsi in un primo momento a quota 1.466,62$ e successivamente a quota 1.461$; stoppare le operazioni in caso di ritorno sopra quota 1.488,70$ in close orario.

Ed ancora, suggeriti nuovi Short in caso di flessione sotto quota 1.461$ in chiusura di candela oraria, per sfruttare eventuali cali in area 1.452 e 1.446,44 dollari, estesi a 1.440,90$; stoppare le operazioni in caso di recupero oltre quota 1.472,24$ in close orario. Short speculativi in caso di allungo in area 1.547,69$, per approfittare di eventuali correzioni in primo luogo a quota 1.532,33$ ed in seconda battuta a 1.526,49$,estesi a 1.517,12; stop loss in caso di ulteriori estensioni sopra quota 1.563,15$ in chiusura di candela oraria o daily.

Responsabilità: Gli autori dei contenuti ed i responsabili di ilcorsivoquotidiano.net, dichiarano che i contenuti e le analisi su valute, azioni e qualunque tipo di strumento finanziario non devono essere considerate raccomandazioni di investimento. Tutte le considerazioni fatte dall'autore dell'articolo sono soggettive e dunque rientrano nelle opinioni personali e come tali devono essere considerate. Il contenuto dei post rispecchia l'opinione personale dell'autore e della redazione e sono scritte con finalità di informazione e non al fine di invogliare a fare trading o a investire su qualunque mercato finanziario/o strumento. Gli autori stessi e lo staff del sito non possiedono azioni di società quotate o asset finanziari oggetto delle analisi. Lo staff di ilcorsivoquotidiano.net non garantisce che i dati siano in tempo reale e che la periodicità delle analisi sia puntuale. L'attività di trading e di speculazione sui mercati finanziari o di investimento tramite strumenti derivati costituisce un rischio di perdita di capitali. Pertanto lo staff e gli autori non si assumono alcuna responsabilità legata a investimenti errati o decisione prese tramite analisi di qualsiasi genere trovate sul sito web. L’Utente, pertanto, si assume ogni responsabilità e non ritiene ilcorsivoquotidiano.net e tutti i suoi autori responsabili per eventuali perdite/danni diretti o indiretti che possano scaturire dalla lettura delle analisi, dalla loro inesattezza/e incompletezza oltre che accuratezza. Ogni utente che vuole investire sarà pertanto tenuto a informarsi assumendosi i rischi di eventuali investimenti non basandosi solo sulle analisi tecniche fornite da ilcorsivoquotidiano.net