Oro consolida sopra area 1.300 dollari sui top da Maggio 2018

Sentiment di breve periodo positivo per le quotazioni dell’oro, che tenta di consolidare sopra la soglia psicologica e tecnica rappresentata da area 1.300 dollari. Era dalla prima metà dello scorso mese di Maggio che il prezzo del metallo giallo non evidenziava un close settimanale oltre il suddetto livello. Il rimbalzo in corso ha trovato un’ottima base di sostegno in area 1.275 dollari, corrispondente al minimo fatto registrare nelle ultime 5 sedute di scambi.

Dal punto di vista macro l’inaspettato aumento dell’indice PMI manifatturiero statunitense, che secondo la consueta stima elaborata da Markit, in via preliminare a Gennaio, si è portato a 54,9 punti, non ha intaccato il recupero del prezzo dell’oro. Il suddetto indicatore, spintosi oltre i 53,5 punti pronosticati dagli analisti, testimonia il buono stato di salute dell’economia a stelle e strisce, nonostante sia ancora elevato l’allarme che la guerra dei dazi sulle reciproche esportazioni in corso co la Cina, possa causare un significativo rallentamento della crescita.

A tal proposito, il segretario al commercio del governo Trump ha reso noto, Wilbur Ross, si è detto scettico che le due superpotenze economiche a breve possano trovare un accordo che soddisfi le due parti in causa. Le affermazioni di Ross hanno contribuito a sostenere le quotazioni del metallo giallo, in quanto l’eventualità che il braccio di ferro tra Washington e Pechino non cessi, alimenta la corsa ai beni rifugio come l’oro, che potrebbe ritornare in auge tra gli investitori, nel caso in cui il mercato dell’equity ne risenta negativamente.

Un ulteriore assist al rialzo per il prezzo del metallo giallo è arrivato con la discesa del biglietto verde, il cui indice è sceso giù di poco più dello 0,85% nei confronti delle principali valute mondiali.

Andamento quotazioni oro sul breve-medio periodo


Le quotazioni dell’oro, come evidente sul grafico con time-frame giornaliero, in alto, e come anticipato tra le righe del precedente paragrafo, hanno trovato un valido supporto in area 1.280-1.275 dollari, area su cui transita la media mobile a 25 giorni (la linea mediana sul grafico).

Ema 25 rappresenta il principale sostegno multiday di brevissimo, un livello che come ben visibile è stato interessato frequentemente in tutte le sedute dell’ottava che ci siamo appena lasciati alle spalle. Il break-out di area 1.300 dollari in chiusura settimanale potrebbe invece spianare la strada ad ulteriori rialzi, con target di breve in area 1.350 dollari e step intermedio sulla resistenza dinamica individuata in area 1.330 dollari. Il principale sostegno di brevissimo si è invece assestato in area 1.285 dollari, zona su cui transita la media mobile a 10 giorni (la prima linea dall’alto verso il basso sul grafico) ed argine a protezione della media mobile a 25 giorni.

Tuttavia, il quadro tecnico di breve-medio periodo continuerà ad essere impostato al rialzo, finché il prezzo stazionerà al di sopra della media mobile a 50 giorni (la prima linea dal basso verso l’alto sul grafico), che si colloca in area 1.267 dollari. Persa EMA 50 in chiusura giornaliera, attese violente accelerazioni verso il basso, con target in area 1.250-1.240 dollari.

Pattern di trading sull’oro valido da 1 a 5 giorni

Il pattern di trading longsi attiva in caso di chiusura oraria maggiore di quota 1.302,55$ e consiglia di prendere i primi profitti in area 1.305,65 e 1.310,60 dollari; stop loss in caso di discesa sotto quota 1.297,60$. Mantenere o sovrappesare le operazioni rialziste in caso di break-out orario di quota 1.310,60$, per cercare di approfittare di eventuali allunghi in prima battuta a quota 1.315,55$ e successivamente a quota 1.318,65$; stoppare le operazioni in caso di ritorno sotto quota 1.302,40$ in chiusura oraria.

Lecito insistere con nuove posizioni Long in caso di estensioni al rialzo sopra quota 1.318,65$ in chiusura di candela oraria, per cercare di sfruttare ulteriori balzi in area 1.323,65 e 1.331,85 dollari, estesi a quota 1.340$; stop loss in caso di ritorno sotto quota 1.310,60$ in close orario. Suggeriti acquisti sulla debolezza in caso di affondo in area 1.261,90$, per tentare di sfruttare eventuali rimbalzi prima a quota 1.269,75$ e successivamente a quota 1.277,65$, estesi a quota 1.280,65$; stop loss in caso di possibili flessioni sotto quota 1.250$ in chiusura di candela oraria o daily.

Il pattern di trading short, invece, prende forma in caso di chiusura oraria minore di quota 1.297,60$ e fissa i primi due obiettivi in area 1.294,55 e 1.288,60 dollari; stop loss in caso di recupero sopra 1.302,55$ in chiusura oraria. Mantenere o incrementare le posizioni corte in caso di discesa sotto quota 1.288,60$ in chiusura di candela oraria, per tentare di ricoprirsi in un primo momento a quota 1.283,70$ e successivamente a quota 1.280,65$; stoppare le operazioni in caso di ritorno sopra quota 1.297,60$ in close orario.

Si consiglia insistere con nuove posizioni al ribasso in caso di flessione sotto quota 1.280,65$ in chiusura di candela oraria, per sfruttare eventuali cali in area 1.277,65 e 1.269,75 dollari, estesi in area 1.261,90$; stoppare le operazioni in caso di recupero oltre quota 1.288,65$ in close orario. Short speculativi in caso di allungo in area 1.340$, per approfittare di eventuali correzioni in primo luogo a quota 1.331,85$ ed in seconda battuta a quota 1.323,65$, estese a quota 1.318,65$; stop loss in caso di ulteriori estensioni oltre quota 1.355$ in chiusura oraria o giornaliera.

Responsabilità: Gli autori dei contenuti ed i responsabili di ilcorsivoquotidiano.net, dichiarano che i contenuti e le analisi su valute, azioni e qualunque tipo di strumento finanziario non devono essere considerate raccomandazioni di investimento. Tutte le considerazioni fatte dall'autore dell'articolo sono soggettive e dunque rientrano nelle opinioni personali e come tali devono essere considerate. Il contenuto dei post rispecchia l'opinione personale dell'autore e della redazione e sono scritte con finalità di informazione e non al fine di invogliare a fare trading o a investire su qualunque mercato finanziario/o strumento. Gli autori stessi e lo staff del sito non possiedono azioni di società quotate o asset finanziari oggetto delle analisi. Lo staff di ilcorsivoquotidiano.net non garantisce che i dati siano in tempo reale e che la periodicità delle analisi sia puntuale. L'attività di trading e di speculazione sui mercati finanziari o di investimento tramite strumenti derivati costituisce un rischio di perdita di capitali. Pertanto lo staff e gli autori non si assumono alcuna responsabilità legata a investimenti errati o decisione prese tramite analisi di qualsiasi genere trovate sul sito web. L’Utente, pertanto, si assume ogni responsabilità e non ritiene ilcorsivoquotidiano.net e tutti i suoi autori responsabili per eventuali perdite/danni diretti o indiretti che possano scaturire dalla lettura delle analisi, dalla loro inesattezza/e incompletezza oltre che accuratezza. Ogni utente che vuole investire sarà pertanto tenuto a informarsi assumendosi i rischi di eventuali investimenti non basandosi solo sulle analisi tecniche fornite da ilcorsivoquotidiano.net