Oro consolida sui top plurisettimanali: lettura NFP degli USA in chiaroscuro

L’ottava appena mandata in archivio ha visto il prezzo del metallo giallo consolidare sopra l’importante fascia supportiva compresa tra quota 1.230-1.220, mentre per quanto riguarda l’aspetto macro si è assistito all’ennesima prova di forza del mercato del lavoro a stelle e strisce.

L’atteso dato macro sulle cosiddette Non-Farm Payrolls, ovvero il saldo delle buste paga nei settori non agricoli negli Stati Uniti, ha infatti messo in luce, nel mese di Ottobre, una crescita pari a +250 mila unità, in netto miglioramento rispetto alle +118 mila unità, riviste al ribasso da +134 mila unità della stima preliminare. Nettamente battute anche le aspettative del consensus medio del mercato, che non superava le +190 mila unità.

Una lettura, quella delle NFP dello scorso mese, che secondo gli analisti potrà spianare la strada alla strategia delle Federal Reserve, che prevede un ulteriore ritocco dei tassi d’interesse entro la fine dell’anno in corso. Da ulteriori dettagli rilasciati dal Dipartimento per il Lavoro è inoltre emerso che il tasso di disoccupazione si è mantenuto sui livelli dello scorso mese, assestandosi al 3,7%.

Lettura contrastata, invece, per i salari medi orari, in aumento dello 0,2% su base mensile (+0,5 cent/ dollaro), ma in frenata rispetto al +0,3% della lettura di Settembre. Balzata sui massimi degli ultimi nove anni e mezzo, invece, la rilevazione su base annua, schizzata al 3,1% dal +2,8% della precedente rivelazione.

Prezzo dell’oro che invece è stato rallentato dal lieve passo indietro fatto registrare dagli ordinativi di beni durevoli, relativi al mese di Settembre, che nonostante il +0,7% della stima finale hanno mostrato una lieve frenata rispetto al +0,8% della lettura flash. La rilevazione al netto del settore dei trasporti (Core), sempre nella stima finale di Settembre, non ha invece indicato alcuna variazione, a dispetto di una prima comunicazione pari a in rialzo dello 0,1%.

Andamento prezzo oro sul breve-medio periodo

Dopo aver ritestato con successo il principale supporto di breve-medio periodo rappresentato dalla media mobile a 50 giorni (la prima linea dal basso verso l’alto sul grafico con time-frame giornaliero, in alto), le quotazioni del metallo giallo sono rimbalzate, riguadagnando l’importante area compresa tra quota 1.220-1.230 dollari. L’impostazione tecnica sul brevissimo rimane ancora improntata al rialzo, anche se non sarebbe da escludere un nuovo test di conferma sul primo supporto, identificato nella media mobile a 10 giorni (la prima linea dall’alto verso il basso sul grafico), che transita in area 1.228 dollari.

L’eventuale rottura del sostegno appena indicato potrebbe creare ulteriore debolezza, spianando la strada ad un pull-back sull’EMA a 25 giorni (la linea mediana sul grafico) , che si colloca in area 1.220 dollari. Tuttavia finché i prezzi si troveranno sopra l’EMA a 50 giorni, che al momento cade in area 1.216 dollari, il quadro tecnico rimarrà positivo. Persa il supporto appena indicato, atteso un veloce affondo prima verso quota 1.210 dollari e successivamente verso area 1.200-1.195 dollari.

La tenuta di tutte le EMA che fungono da sostegni, accompagnata dal break-out rialzista di area 1.340, invece, potrebbe fornire ulteriore slancio alle quotazioni mettendo nel mirino prima area 1.250 dollari e successivamente tutta la fascia di prezzi compresa tra 1.260-1.270 dollari.

Modello di trading sull’oro valido da 1 a 5 giorni

Il modello di trading Long si attiva in caso di chiusura oraria maggiore di quota 1.236,35$ e consiglia di prendere i primi profitti in area 1.241 e 1.244,05 dollari; stop loss in caso di discesa sotto quota 1.233,15$. Mantenere o sovrappesare le operazioni rialziste in caso di break-out orario di quota 1.244,05$, per cercare di approfittare di eventuali allunghi in prima battuta a quota 1.250$ e successivamente a quota 1.256,75$; stoppare le operazioni in caso di ritorno sotto quota 1.236,35$ in chiusura oraria.

Lecito insistere con nuove posizioni Long in caso di estensioni al rialzo sopra quota 1.256,75$ in chiusura di candela oraria, per cercare di sfruttare ulteriori balzi in area 1.261,55 e 1.269,35 dollari, estesi in area 1.277 dollari; stop loss in caso di ritorno sotto 1.244,05$ in close orario. Suggeriti acquisti sulla debolezza in caso di affondo in area 1.199,65$, per sfruttare eventuali rimbalzi in area 1.207,10 e1.215,80 dollari, estesi a 1.220,45$; stop loss in caso di flessioni sotto quota 1.192$ in chiusura di candela oraria o daily.

Il modello di trading Short, invece, prende forma in caso di chiusura oraria minore di quota 1.233,15$ e fissa i primi due obiettivi in area 1.228 e 1.222,45 dollari; stop loss in caso di recupero sopra 1.236,35$ in chiusura oraria. Mantenere o incrementare le posizioni corte in caso di discesa sotto quota 1.222,45$ in chiusura di candela oraria, per tentare di ricoprirsi in primo luogo a quota 1.220,45$ e successivamente a quota1.215,80$; stoppare le operazioni in caso di ritorno sopra quota 1.233,15$ in close orario.

Si consiglia insistere con nuove posizioni Short in caso di flessione sotto quota 1.215,80$ in chiusura di candela oraria, per sfruttare eventuali cali in area 1.212,90 e 1.207,10 dollari, estesi a quota 1.199,65$; stoppare le operazioni in caso di recupero oltre quota 1.228$ in close orario. Short speculativi in caso di allungo in area 1.277$, per tentare di prendere profitto in area 1.269,35 e 1.261,55 dollari, estese a 1.250$; stop loss in caso di ulteriori estensioni sopra quota 1.290$ in chiusura di candela oraria o daily.

Responsabilità: Gli autori dei contenuti ed i responsabili di ilcorsivoquotidiano.net, dichiarano che i contenuti e le analisi su valute, azioni e qualunque tipo di strumento finanziario non devono essere considerate raccomandazioni di investimento. Tutte le considerazioni fatte dall'autore dell'articolo sono soggettive e dunque rientrano nelle opinioni personali e come tali devono essere considerate. Il contenuto dei post rispecchia l'opinione personale dell'autore e della redazione e sono scritte con finalità di informazione e non al fine di invogliare a fare trading o a investire su qualunque mercato finanziario/o strumento. Gli autori stessi e lo staff del sito non possiedono azioni di società quotate o asset finanziari oggetto delle analisi. Lo staff di ilcorsivoquotidiano.net non garantisce che i dati siano in tempo reale e che la periodicità delle analisi sia puntuale. L'attività di trading e di speculazione sui mercati finanziari o di investimento tramite strumenti derivati costituisce un rischio di perdita di capitali. Pertanto lo staff e gli autori non si assumono alcuna responsabilità legata a investimenti errati o decisione prese tramite analisi di qualsiasi genere trovate sul sito web. L’Utente, pertanto, si assume ogni responsabilità e non ritiene ilcorsivoquotidiano.net e tutti i suoi autori responsabili per eventuali perdite/danni diretti o indiretti che possano scaturire dalla lettura delle analisi, dalla loro inesattezza/e incompletezza oltre che accuratezza. Ogni utente che vuole investire sarà pertanto tenuto a informarsi assumendosi i rischi di eventuali investimenti non basandosi solo sulle analisi tecniche fornite da ilcorsivoquotidiano.net