Prezzo del Petrolio in aumento per la terza settimana consecutiva: nel mirino resistenza in area 55 dollari

Terza settimana consecutiva in forte rialzo per il prezzo del petrolio quotato sul NYMEX, che balza sui massimi dalla seduta dello scorso 7 Dicembre, portandosi fino ai 53,92 dollari al barile. L’ottava è terminata a 53,73 dollari, mentre la performance rispetto al close del Venerdì precedente ha evidenziato un aumento del 4,2%. Supporto su un minimo a 5 sedute toccato a quota 50,38 dollari.

Prezzo dell’oro nero che ha beneficiato delle aspettative su una possibile tregua tra USA e Cina sui dazi applicati alle reciproche importazioni. Secondo i rumors, il governo di Pechino sarebbe disponibile ad azzerare lo squilibrio della bilancia commerciale con gli States, entro cinque anni. Trump, invece, gradirebbe che i tempi per arrivare ad un pareggio fossero ridotti a soli 2 anni, dicendosi pronto a rimuovere gran parte delle tasse sull’import cinese.L’intesa tra le due super-potenze economiche potrebbe allontanare le probabilità di una recessione globale, che a sua volta potrebbe gravare sui consumi di petrolio, incidendo negativamente sui prezzi.

Sentiment positivo sul petrolio dopo che l’OPEC ha certificato il maggior calo giornaliero della produzione degli ultimi due anni. Le forniture dei paesi appartenenti al cartello, lo scorso mese di Dicembre hanno infatti rivelato un calo pari a -751 mila barili al giorno, facendo scendere l’output giornaliero a 31,58 milioni di barili.

Da un’indagine curata dall’Energy Information Administration (EIA) è inoltre emerso che la produzione a stelle e strisce è aumentata di 200 mila barili al giorno, balzando alla cifra record di 11,9 milioni di barili al giorno. Entro il 2020, trainate dall’output di petrolio scisto, le forniture statunitensi potrebbero volare a 13 milioni di barili al giorno. Sempre secondo fonti EIA, le scorte di materia prima negli USA, all’11 Gennaio sono scese di 2,7 milioni di barili, mentre gli stock di benzina sono cresciuti di 7,5 milioni di barili, così come le scorte di distillati lievitate di 3 milioni di barili.

Andamento quotazioni petrolio sul breve-medio periodo

Break-out di breve-medio periodo per le quotazioni del WTI, che si sono riportate oltre la media mobile a 50 giorni (la prima linea dall’alto verso il basso sul grafico con time-frame giornaliero, in alto). Tuttavia, la rottura di un’importante resistenza tecnica come lo è appunto l’EMA 50 necessita di ulteriori conferme. Superato definitivamente l’ostacolo appena menzionato, il prezzo del greggio potrebbe proseguire la propria corsa, raggiungendo in prima battuta area 55 dollari e successivamente area 57-57,50 dollari.

Al ribasso, non si escludono pertanto eventuali pull-back su EMA 50, che al momento transita in area 52,40 dollari. Sotto il supporto appena evidenziato, attese eventuali discese in area 51,40 dollari, principale sostegno multiday, su cui si colloca la media mobile a 10 giorni (la linea mediana sul grafico).

Sotto EMA 25, invece, le quotazioni potrebbero scivolare velocemente verso quota 50,35 dollari, zona di passaggio della media mobile a 25 giorni ( la prima linea dal basso verso l’alto sul grafico ).

Pattern di trading sul petrolio (WTI) valido da 1 a 5 giorni

Il pattern di trading Long si attiva in caso di chiusura oraria maggiore di quota 53,98$ e consiglia di prendere i primi profitti in area 54,32 e 54,74 dollari; stop loss in caso di discesa sotto quota 53,44$. Mantenere o sovrappesare le operazioni rialziste in caso di break-out orario di quota 54,74$, per cercare di approfittare di eventuali allunghi in prima battuta a quota 55,08$ e successivamente a quota 55,40$; stoppare le operazioni in caso di ritorno sotto quota 53,73$ in chiusura oraria.

Lecito insistere con nuove posizioni Long in caso di estensioni al rialzo sopra quota 55,40$ in chiusura di candela oraria, per cercare di sfruttare ulteriori balzi in area 55,85 e 56,38 dollari, estesa a quota 56,74$; stop loss in caso di ritorno sotto 54,74$ in close orario. Suggeriti acquisti sulla debolezza in caso di affondo in area 50,53$, per tentare di sfruttare eventuali rimbalzi in un primo momento a quota 51,04$ ed in seconda battuta a quota 51,40$, estesi in area 51,92; stop loss in caso di possibili flessioni sotto quota 50$ in chiusura di candela oraria o daily.

Il pattern di trading Short, invece, prende forma in caso di chiusura oraria minore di quota 53,44$ e fissa i primi due obiettivi in area 53 e 52,47 dollari; stop loss in caso di recupero sopra 53,98$ in chiusura oraria. Mantenere o incrementare le posizioni corte in caso di discesa sotto quota 52,47$ in chiusura di candela oraria, per tentare di ricoprirsi in primo luogo a quota 52,24$ e successivamente a quota 51,92$; stoppare le operazioni in caso di ritorno sopra quota 53$ in close orario.

Si consiglia insistere con nuove posizioni Short in caso di flessione sotto quota 51,92$ in chiusura di candela oraria, per sfruttare eventuali cali in area 51,40 e 51,04 dollari, estesi a quota 50,53$; stoppare le operazioni in caso di recupero oltre quota 52,47$ in close orario. Short speculativi in caso di allungo in area 56,74$, per approfittare di eventuali correzioni prima a quota 56,38$ ed in un secondo momento a quota 55,85$, estese ad area 55,40$; stop loss in caso di ulteriori estensioni sopra quota 57,30$ in chiusura di candela oraria o daily.

 

Responsabilità: Gli autori dei contenuti ed i responsabili di ilcorsivoquotidiano.net, dichiarano che i contenuti e le analisi su valute, azioni e qualunque tipo di strumento finanziario non devono essere considerate raccomandazioni di investimento. Tutte le considerazioni fatte dall'autore dell'articolo sono soggettive e dunque rientrano nelle opinioni personali e come tali devono essere considerate. Il contenuto dei post rispecchia l'opinione personale dell'autore e della redazione e sono scritte con finalità di informazione e non al fine di invogliare a fare trading o a investire su qualunque mercato finanziario/o strumento. Gli autori stessi e lo staff del sito non possiedono azioni di società quotate o asset finanziari oggetto delle analisi. Lo staff di ilcorsivoquotidiano.net non garantisce che i dati siano in tempo reale e che la periodicità delle analisi sia puntuale. L'attività di trading e di speculazione sui mercati finanziari o di investimento tramite strumenti derivati costituisce un rischio di perdita di capitali. Pertanto lo staff e gli autori non si assumono alcuna responsabilità legata a investimenti errati o decisione prese tramite analisi di qualsiasi genere trovate sul sito web. L’Utente, pertanto, si assume ogni responsabilità e non ritiene ilcorsivoquotidiano.net e tutti i suoi autori responsabili per eventuali perdite/danni diretti o indiretti che possano scaturire dalla lettura delle analisi, dalla loro inesattezza/e incompletezza oltre che accuratezza. Ogni utente che vuole investire sarà pertanto tenuto a informarsi assumendosi i rischi di eventuali investimenti non basandosi solo sulle analisi tecniche fornite da ilcorsivoquotidiano.net