Il prezzo del petrolio corregge sui minimi ad un mese in area 55 dollari

Il prezzo del petrolio nella versione WTI, con un colpo di reni finale riesce ad evitare la quinta seduta consecutiva in calo, chiudendo l’ultima sessione di scambi della scorsa ottava in rialzo dello 0,81%, a 55,75 dollari al barile, in recupero di circa il 2% dai minimi toccati a quota 54,72 dollari. Tuttavia, il bilancio della settimana appena archiviata è impietoso, evidenziando un calo del 7,4%

Greggio scivolato sui minimi segnalati in precedenza dopo che il presidente statunitense, Donald Trump, ha aperto uno spiraglio di dialogo con il regime di Teheran. Trump ha affermato che gli USA non stanno cercando un cambio di regime in Iran e che ci sono le intenzioni per un lavoro comune. L’inquilino della Casa Bianca ha tuttavia rincarato i toni affermando che l’Iran non può detenere un’arma nucleare e che deve lasciare lo Yemen. lle parole di Trump sono susseguite anche le dichiarazioni del segretario di stato, Mike Pompeo, che si è detto pronto a negoziare con il regime di Bashar al-Assad per rivedere il programma missilistico iraniano.

Prezzo del petrolio che ha arrestato la discesa dopo che, sempre dall’Iran, è rimbalzata la notizia del sequestro di una petroliera, non identificata, accusata di contrabbandare un milione di litri di carburante.

Le quotazioni dell’oro nero, nelle sedute precedenti, avevano beneficiato del blocco degli impianti nel Golfo del Mesico causato dall’uragano Barry. Gran parte delle piattaforme nella zona colpita dall’evento atmosferico sono ritornati a pieno regime soltanto nelle ultime 24 ore, mentre la produzione è rimasta bassa, pari a 1,1 milioni di barili al giorno, corrispondente al 58% del totale dell’intera area.

Petrolio appesantito dal report della banca d’affari Barclays che ha rivisto al ribasso le proprie stime sul prezzo del barile atteso nella seconda metà dell’anno e per la prima parte del 2020. L’istituto di credito londinese stima una domanda più lenta, su cui pesa una quadro economico previsto più debole.

Secondo il consueto report diffuso dall’EIA (Energy Information Administration, le scorte di materia prima Made in USA, nella settimana terminata il 12 Luglio hanno mostrato un calo di circa 3,1 milioni di barili, sotto i -3,7 milioni di barili indicati dai pronostici degli analisti. Oltre le aspettative, invece, la contrazione degli stock di benzina, giù di circa 3,6 milioni di unità, mentre il consensus dava un calo meno marcato, pari a -2,4 milioni di unità. In controtendenza le riserve di distillati, aumentate di circa 5,7 milioni di unità, mentre i pronostici indicavano un aumento di sole 0,7 milioni di unità.

Molti trader ne stanno approfittando utilizzando le piattaforme CFD certificate. Ad esempio con 24option (clicca qui per visitare il sito ufficiale) si hanno a disposizione strumenti molto utili come i segnali per poter essere subito operativi sui titoli azionari. Per saperne di più sui segnali clicca qui per visitare il sito ufficiale.

Andamento prezzo petrolio sul breve-medio periodo

Il quadro tecnico di breve-medio periodo relativo al prezzo del petrolio nella versione WTI, come evidente sul grafico con time-frame giornaliero, in alto, si è decisamente indebolito. Le quotazioni si sono infatti portate al di sotto delle tre medie mobili di riferimento, a 10-25 e 50 giorni, che fungono da supporti.

Un ulteriore segnale negativo è dato dal movimento delle due EMA minori a 10 e 25 giorni (rispettivamente la prima linea dal basso verso l’alto e la linea mediana sul grafico) che hanno tagliato dal verso il basso l’EMA a 50 giorni (la prima linea dal basso verso l’alto sul grafico).

Pattern di trading sul petrolio (WTI) valido da 1 a 5 giorni

Il modello di trading Long si attiva in caso di chiusura oraria maggiore di quota 55,96$ e consiglia di prendere i primi profitti in area 56,31 e 56,87 dollari; stop loss in caso di discesa sotto quota 55,41$. Mantenere o sovrappesare le operazioni rialziste in caso di break-out orario di quota 56,87$, per cercare di approfittare di eventuali allunghi in prima battuta a quota 57,12$ e successivamente a quota 57,47$; stoppare le operazioni in caso di ritorno sotto quota 55,96$ in chiusura oraria.

Lecito insistere con nuove posizioni Long in caso di estensioni al rialzo sopra quota 57,47$ in chiusura di candela oraria, per cercare di sfruttare ulteriori balzi in area 58,04 e 58,40 dollari, estesi in area 58,98 dollari; stop loss in caso di ritorno sotto 56,87$ in close orario.Suggeriti acquisti sulla debolezza in caso di affondo in area 52,42$, per tentare di sfruttare eventuali rimbalzi in un primo momento a quota 52,75$ ed in seconda battuta 53,28$, estesi a 53,85$; stop loss in caso di possibili flessioni sotto quota 51,59$ in chiusura di candela oraria o daily.

Il modello di trading Short, invece, prende forma in caso di chiusura oraria minore di quota 55,41$ e fissa i primi due obiettivi in area 55,06 e 54,72 dollari; stop loss in caso di recupero sopra 55,96$ in chiusura oraria. Mantenere o incrementare le posizioni corte in caso di discesa sotto quota 54,72$ in chiusura di candela oraria, per tentare di ricoprirsi in primo luogo a quota 54,18$ e successivamente a quota 53,85$; stoppare le operazioni in caso di ritorno sopra quota 55,41$ in close orario.

Si consiglia insistere con nuove posizioni Short in caso di flessione sotto quota 53,85$ in chiusura di candela oraria, per sfruttare eventuali cali in area 53,28 e 52,75 dollari, estesi a quota 52,42$; stoppare le operazioni in caso di recupero oltre quota 54,72$ in close orario. Short speculativi in caso di allungo in area 58,98$, per approfittare di eventuali correzioni prima a quota 58,40$ ed in un secondo momento a quota 58,04$, estese a quota 57,47; stop loss in caso di ulteriori estensioni sopra quota 60$ in chiusura di candela oraria o daily.

 

Responsabilità: Gli autori dei contenuti ed i responsabili di ilcorsivoquotidiano.net, dichiarano che i contenuti e le analisi su valute, azioni e qualunque tipo di strumento finanziario non devono essere considerate raccomandazioni di investimento. Tutte le considerazioni fatte dall'autore dell'articolo sono soggettive e dunque rientrano nelle opinioni personali e come tali devono essere considerate. Il contenuto dei post rispecchia l'opinione personale dell'autore e della redazione e sono scritte con finalità di informazione e non al fine di invogliare a fare trading o a investire su qualunque mercato finanziario/o strumento. Gli autori stessi e lo staff del sito non possiedono azioni di società quotate o asset finanziari oggetto delle analisi. Lo staff di ilcorsivoquotidiano.net non garantisce che i dati siano in tempo reale e che la periodicità delle analisi sia puntuale. L'attività di trading e di speculazione sui mercati finanziari o di investimento tramite strumenti derivati costituisce un rischio di perdita di capitali. Pertanto lo staff e gli autori non si assumono alcuna responsabilità legata a investimenti errati o decisione prese tramite analisi di qualsiasi genere trovate sul sito web. L’Utente, pertanto, si assume ogni responsabilità e non ritiene ilcorsivoquotidiano.net e tutti i suoi autori responsabili per eventuali perdite/danni diretti o indiretti che possano scaturire dalla lettura delle analisi, dalla loro inesattezza/e incompletezza oltre che accuratezza. Ogni utente che vuole investire sarà pertanto tenuto a informarsi assumendosi i rischi di eventuali investimenti non basandosi solo sulle analisi tecniche fornite da ilcorsivoquotidiano.net