Prezzo dell’oro in salita su calo biglietto verde dai top plurimensili

Il ritorno dell’avversione al rischio sui listini azionari di Wall Street rimette in carreggiata il prezzo del metallo giallo, che dopo essere momentaneamente ritornato sotto l’importante soglia tecnica e psicologica rappresentata da area 1.200 dollari (minimo a 5 sedute 1.196,70 dollari) è riuscito a chiudere la scorsa ottava con un guadagno dell’1,30%, fissando l’ultimo scambio a quota 1.222 dollari.

Quotazioni dell’oro che sono state inoltre supportate dal passo indietro compiuto dal dollaro, il cui indice (Dollar Index), ha interrotto la striscia di 4 settimane consecutive di rialzi. Un filotto che aveva portato il paniere caratterizzato dal rapporto tra il biglietto verde e le principali valute mondiali, sui massimi da Giugno 2017, su un top intraday a quota 97,53.

Gli acquisti sulla valuta statunitense, a discapito delle quotazioni del metallo giallo, erano stati incentivati da una serie di dati macro rilasciati negli USA, il cui risultato positivo, in molti casi superiore alle attese degli analisti, aveva contribuito ad aumentare le aspettative di rialzo dei tassi d’interesse FED Funds nel corso del prossimo meeting federale in calendario a Dicembre. Tra le letture macro più rilevanti diffuse nel corso della prima parte dell’ottava precedente: il balzo evidenziato dalle vendite al dettaglio di Ottobre e l’impennata dell’Empire State Fed New York, che a Novembre si è assestato a 23,3 punti.

La frenata del dollaro e la conseguente risalita dei prezzi dell’oro è stata invece causata dal rallentamento della produzione industriale del mese di Ottobre che dal +0,2% della precedente stima mensile si è portata a +0,1%; nonché dalla lettura dell’indice dei prezzi al consumo di Ottobre, salito, come da attese sui valori più elevati degli ultimi nove mesi, a +0,3% su base mensile e +2,5% su base annua. Il mercato, evidentemente, scontava il risultato positivo, ma si aspettava una lettura maggiore dei pronostici degli analisti.

Andamento quotazioni oro sul breve-medio periodo

Al momento della scrittura, il future dell’oro con scadenza Dicembre 2018,evidenzia un calo dello 0,20%, a quota 1.220,60 dollari. Il sentiment di brevissimo sul prezzo dell’oro rimane positivo, in quanto si è riportato al di sopra delle medie mobili di riferimento a 10-25 e 50 giorni.

Tuttavia, prima di decretare un’inversione rialzista anche sul breve periodo, occorrerà che le quotazioni si mantengano almeno per un’altra ottava al d sopra dell’ex resistenza, divenuta adesso supporto, individuata in area 1.220 dollari. La conferma del break-out di quota 1.220 dollari potrebbe fornire ulteriore forza per attaccare gli ostacoli successivi posti in area 1.235-1.240 dollari. Principale resistenza di medio periodo che invece si colloca in area 1.250 dollari, il cui superamento potrebbe attivare un nuovo modello di trading rialzista con target finale in area 1.300 dollari e step intermedio a quota 1.280 dollari.

Al ribasso, invece, un eventuale ritorno sotto quota 1.220 dollari ed ancor peggio la perdita di area 1.200 dollari, in chiusura daily, potrebbe invece attivare un modello di trading ribassista con obiettivo finale sui minimi di periodo in area 1.180 dollari con fermata intermedia ina rea 1.180 dollari.

Modello di trading sull’oro valido da 1 a 5 giorni

Il modello di trading Long si attiva in caso di chiusura oraria maggiore di quota 1.228$ e consiglia di prendere i primi profitti in area 1.234 e 1.239,50 dollari; stop loss in caso di discesa sotto quota 1.218$. Mantenere o sovrappesare le operazioni rialziste in caso di break-out orario di quota 1.239,50$, per cercare di approfittare di eventuali allunghi in prima battuta a quota 1.244,35$ e successivamente a quota 1.249,10$; stoppare le operazioni in caso di ritorno sotto quota 1.228$ in chiusura oraria.

Lecito insistere con nuove posizioni Long in caso di estensioni al rialzo sopra quota 1.249,10$ in chiusura di candela oraria, per cercare di sfruttare ulteriori balzi in area 1.251,80 e 1.253,90 dollari, estesi in area 1.261,60 dollari; stop loss in caso di ritorno sotto 1.239,50$ in close orario. Suggeriti acquisti sulla debolezza in caso di affondo in area 1.184,10$, per tentare di sfruttare eventuali rimbalzi in un primo momento a quota 1.191,50$ ed in seconda battuta 1.198,90$, estesi a 1.203,50$; stop loss in caso di possibili flessioni sotto quota 1.170$ in chiusura di candela oraria o daily.

BROKER
CARATTERISTICHEVANTAGGIISCRIZIONE
CFDs sono strumenti finanziari complessi e comportano un alto rischio di perdita di denaro rapidamente a causa della leva. Tra il 74-89% dei trader retail perdono soldi facendo trading CFD. Prima di fare trading cerca di capire come funzionano i CFD ed i rischi che comportano.
plus500Servizio CFDConto demo illimitatoISCRIVITI >>
24optionSpread bassi, CFDRendimenti fino all'89%ISCRIVITI >>
Markets.comTrading CFD su azioni, criptovaluteConto demoISCRIVITI >>
eToro social tradingSocial trading, copy tradingCopy fundsISCRIVITI >>
Xm.comBonus da 25€Conti Zero spreadISCRIVITI >>

Il modello di trading Short, invece, prende forma in caso di chiusura oraria minore di quota 1.218$ e fissa i primi due obiettivi in area 1.215,15 e 1.212,50 dollari; stop loss in caso di recupero sopra 1.228$ in chiusura oraria. Mantenere o incrementare le posizioni corte in caso di discesa sotto quota 1.212,50$ in chiusura di candela oraria, per tentare di ricoprirsi in primo luogo a quota 1.206,35$ e successivamente a quota 1.203,50$; stoppare le operazioni in caso di ritorno sopra quota 1.220$ in close orario.

Si consiglia insistere con nuove posizioni Short in caso di flessione sotto quota 1.203,50$ in chiusura di candela oraria, per sfruttare eventuali cali in area 1.198,90 e 1.191,50 dollari, estesi a quota 1.184,10$; stoppare le operazioni in caso di recupero oltre quota 1.215,15$ in close orario. Short speculativi in caso di allungo in area 1.261,60$, per approfittare di eventuali correzioni prima a quota 1.253,90$ ed in un secondo momento a quota 1.249,10$, estese a quota 1.244,35$; stop loss in caso di ulteriori estensioni sopra quota 1.270$ in chiusura di candela oraria o daily.

Responsabilità: Gli autori dei contenuti ed i responsabili di ilcorsivoquotidiano.net, dichiarano che i contenuti e le analisi su valute, azioni e qualunque tipo di strumento finanziario non devono essere considerate raccomandazioni di investimento. Tutte le considerazioni fatte dall'autore dell'articolo sono soggettive e dunque rientrano nelle opinioni personali e come tali devono essere considerate. Il contenuto dei post rispecchia l'opinione personale dell'autore e della redazione e sono scritte con finalità di informazione e non al fine di invogliare a fare trading o a investire su qualunque mercato finanziario/o strumento. Gli autori stessi e lo staff del sito non possiedono azioni di società quotate o asset finanziari oggetto delle analisi. Lo staff di ilcorsivoquotidiano.net non garantisce che i dati siano in tempo reale e che la periodicità delle analisi sia puntuale. L'attività di trading e di speculazione sui mercati finanziari o di investimento tramite strumenti derivati costituisce un rischio di perdita di capitali. Pertanto lo staff e gli autori non si assumono alcuna responsabilità legata a investimenti errati o decisione prese tramite analisi di qualsiasi genere trovate sul sito web. L’Utente, pertanto, si assume ogni responsabilità e non ritiene ilcorsivoquotidiano.net e tutti i suoi autori responsabili per eventuali perdite/danni diretti o indiretti che possano scaturire dalla lettura delle analisi, dalla loro inesattezza/e incompletezza oltre che accuratezza. Ogni utente che vuole investire sarà pertanto tenuto a informarsi assumendosi i rischi di eventuali investimenti non basandosi solo sulle analisi tecniche fornite da ilcorsivoquotidiano.net