Acquisti su azioni Campari che incassano buy da Deutsche Bank

Per il secondo giorno consecutivo le azioni Campari si mettono in evidenza sul Ftse Mib, confermando la propria caratteristica di titolo difensivo. La performance della sessione del 5 Dicembre ha evidenziato un rialzo dello 0,87%, con la seduta che si è conclusa a quota 7,53 euro.

Le azioni dell’azienda leader nell’industria globale del beverage di marca ha incassato la promozione di Deutsche Bank che ha alzato il proprio giudizio da “Neutral“ a “Buy“,con il target price aumentato a 9 euro da 7,60 euro della precedente valutazione. L’up-grade di DB è arrivato dopo la presentazione di buoni conti relativi ai primi nove mesi della gestione presentati dal gruppo Davide Campari, che hanno evidenziato un utile ante-imposte rettificato di 249,4 milioni di euro, in crescita del 4,7% rispetto all’analogo periodo del 2017.

Il risultato è stato ottenuto grazie a ricavi in crescita del 6,6% a 1,2 miliardi di euro ed a rettifiche positive per 12,3 milioni di euro per effetto della cessione del marchio Lemonsoda. In miglioramento anche i margini operativi, con l’Ebitda rettificato assestatosi a 299,8 milioni di euro, in crescita dell’8,5% a livello organico. Positiva anche la discesa del debito finanziario netto, in calo dai 981,5 milioni di euro al 31 Dicembre 2017 ai 913,8 milioni di euro al 30 Settembre 2018.

Da ulteriori dettagli rilasciati dal management del gruppo è emerso che le vendite sono state trainate soprattutto dai marchi Aperol, Campari, Wild Turkey ed Espolon. La società per i prossimi trimestri punta ancora a migliorare i propri margini per compensare gli effetti negativi dovuti all’aumento dei prezzi delle materie prime. Si spera inoltre in un impatto meno sfavorevole dei cambi per disporre di maggiori flussi da reinvestire in operazioni di marketing.

Il titolo Campari nelle ultime settimane è stato sostenuto anche dal programma di buy-back. La società ha infatti comunicato, che in linea con quanto stabilito dall’assemblea degli azionisti, nel periodo compreso tra il 26 Novembre ed il 30 Novembre sono state acquistate 252.789 azioni proprie al prezzo unitario di 7,3585 euro, per un controvalore totale di 1.860.152,22 euro, da destinare a stock option.

Andamento azioni Campari sul breve-medio periodo


Dopo un mese di Ottobre difficile nel corso del quale il titolo Campari era sceso fino ad un minimo in area 6,30 euro, continua il momentum positivo. Le quotazioni supportate dalle medie mobili di breve, a 10 e 25 giorni (rispettivamente la linea di colore azzurro e la linea rossa sul grafico con time-frame giornaliero, in alto) stanno tentando di forzare i primi ostacoli di brevissimo, individuati in area 7,70 -7,75 euro. Nel corso della mattinata della seduta odierna, infatti, il titolo si è portato fino ad un top intraday a quota 7,715 euro, per poi sgonfiarsi sul finale di giornata.

L’eventuale break-out dell’area di resistenza indicata in precedenza potrebbe favorire un ritorno in area 8-8,10 euro, facendo segnare nuovi massimi, con step intermedio in area 7,90 euro. Principale supporto multi-day che invece si colloca in area 7,25 -7,20 euro, zona su cui transita la media mobile a 50 giorni (la linea di colore verde sul grafico), la cui perdita potrebbe innescare ulteriori affondi con target in area 7-,6,90 euro.

Pattern di trading titolo Campari (CPR.MI) valido da 1 a 5 giorni

Il pattern Long si attiva in caso di recupero oltre 7,62€ in chiusura oraria e pronostica i primi due target price in area 7,70 e 7,75 euro; stop loss in caso di discesa sotto 7,495€ in close orario. Mantenere o aumentare l’esposizione Long nel caso in cui gli acquisti si spingano oltre 7,75€ in chiusura oraria, per cercare di prendere profitto in un primo momento a 7,78€ e successivamente a 7,82€; stop loss in caso di ritorno sotto 7,62€ in close orario o giornaliero.

Lecito aprire nuove posizioni lunghe in caso di close orario o daily maggiore di 7,82€, per cercare di sfruttare ulteriori slanci in area 7,87 e 7,93 euro, estesi a 7,99€; stop loss in caso di ritorno sotto 7,70€ in close orario o giornaliero.Long sulla debolezza in caso di affondo a quota 7,13€, in ottica di rimbalzo a 7,22 e 7,28 euro, esteso a 7,38€; stop loss in caso di ulteriori flessioni sotto 7,02€ in chiusura oraria o daily.

Il pattern Short, invece, prende forma nel caso in cui si registri un close orario minore 7,495€ e consiglia di prendere i primi profitti in area 7,45 e 7,38 euro; stop loss in caso di ritorno oltre 7,62€ in chiusura oraria. Mantenere o aumentare le operazioni Short in caso discesa sotto 7,38€ in chiusura di candela oraria, per cercare di sfruttare ulteriori cali in un primo momento a 7,32€ e successivamente a 7,28€; stop loss in caso di ritorno sopra 7,495€ in close orario.

Lecito aprire nuove posizioni corte in caso di flessione sotto 7,28€ in close orario o giornaliero, con l’intento di ricoprirsi in area 7,22 e 7,175 euro, estesa a 7,13€ ; stop loss in caso di recupero oltre 7,38 in close orario o daily. Short speculativi in caso di estensioni rialziste in area 7,99€ ,per sfruttare eventuali correzioni in area 7,93 e 7,87 euro, estese a 7,82€; stop loss in caso di ulteriori allunghi sopra 8,06€ in chiusura di candela oraria o giornaliera.

Responsabilità: Gli autori dei contenuti ed i responsabili di ilcorsivoquotidiano.net, dichiarano che i contenuti e le analisi su valute, azioni e qualunque tipo di strumento finanziario non devono essere considerate raccomandazioni di investimento. Tutte le considerazioni fatte dall'autore dell'articolo sono soggettive e dunque rientrano nelle opinioni personali e come tali devono essere considerate. Il contenuto dei post rispecchia l'opinione personale dell'autore e della redazione e sono scritte con finalità di informazione e non al fine di invogliare a fare trading o a investire su qualunque mercato finanziario/o strumento. Gli autori stessi e lo staff del sito non possiedono azioni di società quotate o asset finanziari oggetto delle analisi. Lo staff di ilcorsivoquotidiano.net non garantisce che i dati siano in tempo reale e che la periodicità delle analisi sia puntuale. L'attività di trading e di speculazione sui mercati finanziari o di investimento tramite strumenti derivati costituisce un rischio di perdita di capitali. Pertanto lo staff e gli autori non si assumono alcuna responsabilità legata a investimenti errati o decisione prese tramite analisi di qualsiasi genere trovate sul sito web. L’Utente, pertanto, si assume ogni responsabilità e non ritiene ilcorsivoquotidiano.net e tutti i suoi autori responsabili per eventuali perdite/danni diretti o indiretti che possano scaturire dalla lettura delle analisi, dalla loro inesattezza/e incompletezza oltre che accuratezza. Ogni utente che vuole investire sarà pertanto tenuto a informarsi assumendosi i rischi di eventuali investimenti non basandosi solo sulle analisi tecniche fornite da ilcorsivoquotidiano.net