Analisi tecnica Saipem: si ritorna a parlare del progetto SouthStream, vola il titolo

Forse in pochi si ricordano che molti guai per Saipem, leader mondiale nella realizzazione di infrastrutture nel settore Oil&Gas, iniziarono con la cancellazione del progetto SouthStream, un gasdotto che avrebbe dovuto far giungere il gas russo in Europa, attraversando i Balcani. L’azienda italiana si era aggiudicata nel 2014 il contratto per la realizzazione dei lavori, una commessa paria 2,4 miliardi di Euro, che avrebbe risollevato le casse di Saipem già in evidente difficoltà.

Il progetto del gasdotto che avrebbe dovuto attraversare i fondali del Mar Nero e collegare la Russia e la Bulgaria con una fitta rete di tubi installati da Saipem fu sospeso soprattutto per contrasti politici tra i due paesi. A farne le spese fu principalmente la società italiana specializzata nell’offshore che vide sfumare una ricca commessa. Da allora iniziarono le beghe giudiziarie tra Saipem e Gazprom, con quest’ultima chiamata a pagare i danni per la cancellazione del contratto per un ammontare richiesto pari a 680 milioni di Euro, di cui 300 milioni peri mancati ricavi e 380 milioni per i danni subiti.

La contesa è tuttora sottoposta al giudizio dell’arbitrato internazionale che non si esprimerà prima del 2018. Nelle ultime ore, però, parrebbe che qualcosa si stia muovendo, con la Russia che potrebbe riesumare il progetto SouthStream, nel caso in cui il governo bulgaro fosse ancora interessato all’opera e fornisse delle convincenti garanzie.

Andamento titolo Saipem sul breve-medio periodo


Il titolo ha beneficiato del ritorno delle voci sul progetto SouthStream mettendo a segno un rialzo superiore ai 4 punti percentuali. La chiusura giornaliera leggermente superiore alla media mobile a 10 periodi (linea di colore azzurro sul grafico giornaliero) potrebbe dare maggiore spinta al titolo, portandolo al primo test della media mobile a 25 periodi e della media mobile a 50 periodi (rispettivamente linea rossa e linea verde sul grafico) transitanti entrambe sulla stesso area di prezzi, tra 0,48 e 0,488 Euro.

Nelle ultime settimane SAIPEM è stata penalizzata dall’outlook ancora molto debole, a causa delle poche commesse vinte per il 2017. Il tonfo dai massimi di periodo è stato fragoroso con il titolo che si è deprezzato di oltre il 20% dai massimi dell’anno a 0,58€. Al rialzo soltanto un ritorno in chiusura settimanale oltre area la media mobile a 50 periodi (0,482-0,488) tracciata dai recenti minimi a 0,444€ potrà migliorare il quadro di breve-medio periodo, riportandolo in zona neutrale con primi target price rialzisti a 0,518-0,528 Euro per azione. Al ribasso, invece, sarà importante non scendere sotto i minimi di periodo, pena ulteriori scivoloni in area 0,41-0,42 Euro.

Strategia operativa su Saipem (SPM.MI) – validità 1-5 giorni

La strategia Long sul titolo prevede l’apertura di posizioni rialziste in seguito ad una chiusura oraria maggiore di 0,472€ e fissa i primi due target price a 0,477 e 0,482 Euro; stop loss in caso di discesa sotto 0,464€ in chiusura di candela oraria. Mantenere o incrementare le posizioni rialziste in caso di close orario maggiore di 0,482€, per cercare di prendere profitto prima a 0,485€ e successivamente a 0,492€; stop loss in caso di ritorno sotto 0,4672€ in chiusura oraria. Insistere con nuove posizioni rialziste in caso di ulteriori allunghi oltre 0,492€ in chiusura oraria o daily, per puntare a quota 0,50 e 0,507 Euro; stop loss in caso di perdita di quota 0,48€ in chiusura di candela giornaliera. Suggeriti Long sulla debolezza in caso di discesa a 0,454€ in ottica di rimbalzo a 0,462 e 0,47 Euro; stop loss in caso di close orario o giornaliero minore di 0,444€.

La strategia Short, invece, prende quota nel caso in cui si registri una chiusura oraria minore di 0,464€ e pronostica i primi due obiettivi a 0,46 e 0,458 Euro; stop loss in caso di close orario maggiore di 0,472€. Mantenere o sovrappesare le posizioni ribassiste in caso di close orario minore di 0,458€, per tentare di ricoprirsi in area 0,455 e 0,452 Euro; stoppare le posizioni in caso di recupero di 0,464€ in chiusura di candela oraria. Lecito aumentare le operazioni Short in caso di close orario orario o giornaliero minore di 0,452€, per approfittare di ulteriori scivoloni in area 0,447 e 0,444 Euro; stop loss in caso di ritorno sopra 0,458€ in chiusura oraria. Suggeriti Short speculativi in caso di estensioni rialziste a 0,515€, per approfittare di eventuali storni di prezzo a 0,507 e 0,502 Euro; stop loss strettissimo in caso di close daily oltre 0,52€.

Salva