Analisi tecnica Tenaris: il titolo sui massimi di periodo

Ottima tenuta del titolo TENARIS nonostante la debolezza del prezzo del petrolio nelle ultime tre settimane di scambi. È molto facile spiegare le ragioni per cui il titolo si stia muovendo in controtendenza: sulle quotazioni del greggio sta pesando la massiccia riattivazione degli impianti di trivellazione per l’estrazione del petrolio scisto nel Nord America, una situazione che favorisce TENARIS, leader mondiale di fornitore di tubi e servizi per l’esplorazione e la produzione di petrolio e gas. L’azienda italiana presenta le migliori caratteristiche del settore perché riesce a sfruttare i momenti di crescita del mercato dell’Offshore, grazie ad un’attenta strategia, capace di reagire anche in contesti ed in tempi molto difficili.

Gli analisti hanno migliorato le loro stime sul titolo per il 2017, alzando l’EPS (utile per azione) medio atteso, da 0,04 a 0,06, ritenendo che l’azione continuerà ad avvantaggiarsi della forte ripresa dell’attività di estrazione nell’ America del Nord, mentre anche per quest’anno sarà quello dell’America Latina il mercato più difficile. Recentemente due prestigiose case d’affari hanno alzato le loro raccomandazioni sul titolo: JP Morgan a 17 Euro, in linea con il prezzi attuali; Bernstein è stata più generosa alzando il terget price atteso a 20 Euro da 18 Euro.

Andamento TEN.MI titolo Tenaris atteso sul breve-medio periodo


L’exploit di TENARIS, dai minimi degli ultimi 3 mesi a 12,21€, è stato notevole (+40%), un rialzo giustificato non solo dai fondamentali del titolo, ma anche da motivi tecnici scaturiti dalla forte candela impulsiva del 30 Novembre scorso (la più lunga candela di colore verde, al centro del grafico giornaliero, in alto) che in un solo colpo ha rotto le resistenze rappresentate dalle medie mobili a 10 – 25 e 50 giorni, rispettivamente linea azzurra, rossa e verde sul grafico.

Recentemente le quotazioni del titolo hanno arrestato la loro corsa a contatto con le forti resistenze di lungo periodo, collocate sopra area 17,00 Euro, abbozzando una discesa che per adesso ha incontrato i primi supporti tra 16,80 e 16,60 Euro, dove passano le EMA minori, a 10 e 25 periodi. Prestare, quindi, particolare attenzione al supporto giornaliero 16,63-16,60 Euro, che se venisse perso in close daily aprirebbe la strada per ulteriori cali su EMA 50, transitante a 16,00€ circa. Sotto la media mobile a 50 periodi il quadro di breve-medio periodo sul titolo passa da positivo a negativo, con target ribassisti a ridosso di 15,00€. Al rialzo, sopra i recenti massimi a 17,11€, spazio di crescita fino a 17,70-18,00 Euro.

Consigli di trading su Tenaris – validità settimanale

La visione Long prende forma in caso di chiusura oraria maggiore di 17,07€ e prevede target price a 17,11 e 17,26 Euro; stop loss in caso di discesa sotto 16,82€ in chiusura di candela oraria. Mantenere o incrementare le posizioni al rialzo in caso di close orario maggiore di 17,26€ per sfruttare eventuali allunghi, prima a 17,38€ e successivamente a 17,43€; stop loss in caso di ritorno sotto 17,07€ in chiusura oraria.

Insistere con ulteriori Long nel caso in cui si verifichi una chiusura oraria o giornaliera maggiore di 17,43€ per puntare a 17,52€ e 17,74€; stop loss in caso di perdita di 17,26€ in chiusura di candela daily. Suggeriti Long sulla debolezza in caso di affondi in area 16,00-16,05 Euro per puntare ad eventuali rimbalzi a quota 16,20 e 16,35 Euro; stop loss strettissimo in caso di chiusura giornaliera minore di 16,00€.

La visione ribassista, invece, offre spunti operativi in caso di chiusura oraria minore di 16,82€ ed identifica i primi due target price a 16,74€ e 16,65€; stoppare la posizione in caso di recupero oltre 17,07€ in chiusura oraria. Mantenere o sovrappesare le posizioni Long nel caso in cui si registri una chiusura oraria o minore di 16,65€, per cercare di ricoprirsi in area 16,55 e 16,48 Euro; stop loss in caso di close orario maggiore di 16,82€. Consigliati Short più aggressivi in caso di chiusura giornaliera minore di 16,55€ per anticipare possibili crolli, prima in area 16,35€ e successivamente a ridosso di 16,00€.; stop loss in caso di recupero di area 16,74 in chiusura di candela daily. Short speculativi in caso di estensioni rialziste in area 17,90€, in ottica di pull-back dei prezzi a 17,74 e 17,62 Euro, stoppare le posizioni nel caso in cui si verifichi una chiusura giornaliera sopra 18,00€.

Responsabilità: Gli autori dei contenuti ed i responsabili di ilcorsivoquotidiano.net, dichiarano che i contenuti e le analisi su valute, azioni e qualunque tipo di strumento finanziario non devono essere considerate raccomandazioni di investimento. Tutte le considerazioni fatte dall'autore dell'articolo sono soggettive e dunque rientrano nelle opinioni personali e come tali devono essere considerate. Il contenuto dei post rispecchia l'opinione personale dell'autore e della redazione e sono scritte con finalità di informazione e non al fine di invogliare a fare trading o a investire su qualunque mercato finanziario/o strumento. Gli autori stessi e lo staff del sito non possiedono azioni di società quotate o asset finanziari oggetto delle analisi. Lo staff di ilcorsivoquotidiano.net non garantisce che i dati siano in tempo reale e che la periodicità delle analisi sia puntuale. L'attività di trading e di speculazione sui mercati finanziari o di investimento tramite strumenti derivati costituisce un rischio di perdita di capitali. Pertanto lo staff e gli autori non si assumono alcuna responsabilità legata a investimenti errati o decisione prese tramite analisi di qualsiasi genere trovate sul sito web. L’Utente, pertanto, si assume ogni responsabilità e non ritiene ilcorsivoquotidiano.net e tutti i suoi autori responsabili per eventuali perdite/danni diretti o indiretti che possano scaturire dalla lettura delle analisi, dalla loro inesattezza/e incompletezza oltre che accuratezza. Ogni utente che vuole investire sarà pertanto tenuto a informarsi assumendosi i rischi di eventuali investimenti non basandosi solo sulle analisi tecniche fornite da ilcorsivoquotidiano.net