Analisi tecnica Unicredit: lunedì 23 gennaio previsto raggruppamento azionario

Entra nel vivo l’aumento di capitale da 13 miliardi di Euro previsto per il riassetto di Unicredit. Lunedì 23 Gennaio, infatti, verrà eseguito il raggruppamento azionario deciso nell’ambito dell’assemblea degli azionisti tenutasi lo scorso 12 Gennaio. L’operazione prevede 1 nuova azione ogni 10 possedute e non comporterà alcuna spesa ai possessori di azioni UNICREDIT che si troveranno in portafoglio la decima parte dei titoli posseduti, ma con un valore nominale aumentato di dieci volte. Per fare un pratico esempio, ai valori attuali, 2,70 Euro, i possessori di 1000 azioni UNICREDIT, il prossimo Lunedì, stante i prezzi attuali, si ritroveranno in portafoglio 100 azioni del valore di 27 Euro ciascuna. Con le operazioni di raggruppamento azionario, infatti, il capitale sociale rimane invariato.

C’è molto interesse da parte degli investitori sul rafforzamento patrimoniale di Unicredit dopo il recente cambio al vertice del gruppo con l’arrivo di Jean Pierre Mustier. Capital Group, primo azionista di Unicredit tramite la sua controllata Capital Research and Management, con il 6,7% del capitale, ha già fatto sapere tramite l’investment director della società stessa, Martyn Hole che sottoscriverà interamente la propria quota di aumento di capitale. Pronte a partecipare all’ADC anche tutte le singole Fondazioni che sono già presenti nel capitale di Unicredit, la cui quota complessiva ammonta al 6,76%.

Quotazioni titolo Unicredit (UCG.MI) viste nel breve-medio periodo


L’accoglienza del titolo UNICREDIT all’annuncio del prossimo aumento di capitale per adesso è stata molto positiva. A livello tecnico, comanda la forte candela impulsiva del 13 Dicembre scorso (la lunga candela verde ben visibile sul grafico giornaliero in alto),che nell’Intraday ha prodotto un’escursione di quasi 25 punti percentuali tra il minimo a 2,292€ ed il massimo a 2,858€.

Il forte rialzo messo a segno grazie alla candela rialzista appena citata, ha consentito alle quotazioni di superare di slancio la media mobile a 200 periodi (linea gialla sul grafico), facendo mutare in positivo lo scenario di breve-medio periodo sul titolo. In questi giorni abbiamo assistito al pull-back di EMA 200 che ha egregiamente resistito a ben tre attacchi ribassisti tra 2,56-2,58 Euro, il cui nulla di fatto ha generato il forte rally del 17/01 spintosi fino ad un massimo di 2,764€.

Finché le quotazioni si manterranno sopra i 2,57€ in chiusura giornaliera ci sono ampie possibilità che i prezzi si spingano verso le prime forti resistenze in area 2,85 e 2,95 Euro. Al ribasso, persa EMA 200 in chiusura giornaliera, pericoli di discesa fino all’area 2,40-2,30Euro.

Spunti di trading su UNICREDIT validità 1-5 giorni

La strategia rialzista sul titolo prevede l’apertura di posizioni Long in seguito ad una chiusura oraria maggiore di 2,724€ con target price attesi a 2,746€ e 2,754€; stop loss in caso di close orario minore di 2,69€. Mantenere o incrementare le posizioni al rialzo nel caso in cui si verifichi una chiusura oraria o giornaliera maggiore di 2,754€, per cercare di accompagnare gli acquisti fino a 2,77 e 2,79 Euro; stop loss in caso di close orario o daily minore di 2,71€.

Insistere con il Long in caso di chiusura oraria maggiore di 2,79€ per approfittare di eventuali allunghi, prima a 2,806€ e successivamente a 2,85€; stoppare la posizione in caso di ritorno sotto 2,746€ in chiusura di candela oraria. Superata la resistenza giornaliera a 2,85€ ampie chance di arrivare a 2,90-2,95 Euro. Suggeriti Long di posizione in caso di discesa in area 2,30-2,32 Euro per puntare ad un veloce ritorno in area 2,40-2,48; stop loss in caso di close daily minore di 2,20€.

La strategia Short, invece, si attiva in caso di close minore di 2,69€ e pone i primi due a quota 2,668 e quota 2,648 Euro; stop loss nel caso in cui si verifichi una chiusura oraria maggiore di 2,724€. Mantenere o sovrappesare le posizioni ribassiste in presenza di close orario minore di 2,648€ per cercare di ricoprirsi a 2,626€ e 2,618€; stoppare la posizione in caso di recupero si quota 2,69€ in chiusura di candela oraria.

Lecito insistere con lo Short in caso di close orario o giornaliero minore di 2,618€ per anticipare eventuali affondi a 2,598€ in prima battuta e successivamente 2,566€; stop loss in caso di ritorno sopra 2,648€ in chiusura oraria o daily. Ed ancora, Short Multiday in caso di close giornaliero minore di 2,566€ per cercare di cavalcare ulteriori crolli a 2,50 e 2,46 Euro. Short speculativi in caso di allungo in area 2,972€ per puntare a rapidi pull-back di quota 2,95 e 2,90 €uro, stoppare la posizione in caso di close daily maggiore di 3€.

Responsabilità: Gli autori dei contenuti ed i responsabili di ilcorsivoquotidiano.net, dichiarano che i contenuti e le analisi su valute, azioni e qualunque tipo di strumento finanziario non devono essere considerate raccomandazioni di investimento. Tutte le considerazioni fatte dall'autore dell'articolo sono soggettive e dunque rientrano nelle opinioni personali e come tali devono essere considerate. Il contenuto dei post rispecchia l'opinione personale dell'autore e della redazione e sono scritte con finalità di informazione e non al fine di invogliare a fare trading o a investire su qualunque mercato finanziario/o strumento. Gli autori stessi e lo staff del sito non possiedono azioni di società quotate o asset finanziari oggetto delle analisi. Lo staff di ilcorsivoquotidiano.net non garantisce che i dati siano in tempo reale e che la periodicità delle analisi sia puntuale. L'attività di trading e di speculazione sui mercati finanziari o di investimento tramite strumenti derivati costituisce un rischio di perdita di capitali. Pertanto lo staff e gli autori non si assumono alcuna responsabilità legata a investimenti errati o decisione prese tramite analisi di qualsiasi genere trovate sul sito web. L’Utente, pertanto, si assume ogni responsabilità e non ritiene ilcorsivoquotidiano.net e tutti i suoi autori responsabili per eventuali perdite/danni diretti o indiretti che possano scaturire dalla lettura delle analisi, dalla loro inesattezza/e incompletezza oltre che accuratezza. Ogni utente che vuole investire sarà pertanto tenuto a informarsi assumendosi i rischi di eventuali investimenti non basandosi solo sulle analisi tecniche fornite da ilcorsivoquotidiano.net