Azioni Alphabet (Google) giù nell’afterhours nonostante dati trimestrali oltre le attese

Si attende un’apertura in calo per il titolo Alphabet, dopo che la holding che controlla Google ha presentato dei conti trimestrali, che seppur in crescita non sono piaciuti agli investitori. Nelle contrattazione Afterhours (i dati sono stati rilasciati a mercati chiusi) le azioni hanno ceduto 3 punti percentuali.

Dai quanto diffuso dal management del gruppo di Mountain View, in California, è emerso che il quarto trimestre 2018 si è concluso con ricavi in crescita a 39,28 miliardi di dollari ed un utile rettificato pari a 12,77 euro per azione. Battuto il consensus medio degli analisti, che invece si aspettava un fatturato a 38,93 dollari ed un EPS a 10,82 dollari. L’utile operativo nel corso dell’ultimo trimestre dello scorso anno ai è assestato a 8,9 miliardi di dollari, in netto miglioramento rispetto alla perdita di 3 miliardi di dollari registrata nel trimestre precedente.

A deludere i traders e gli analisti, invece, sono stati i margini, scesi al 21% dal 24% del trimestre precedente, risultando più bassi anche del 22% dei pronostici. Dai dettagli è emerso che a limare i margini ha contribuito il forte aumento per le spese in conto capitale, cresciute dell’80%, a 6,85 miliardi di dollari. Nell’arco dell’intero 2018 le spese sono balzate del 102%, a 25,14 miliardi di dollari. Ad incidere sono stati i costi sostenuti per l’espansione del cloud.

Tra i singoli settori in cui opera Google particolarmente deludenti si sono rivelate le attività Other Bets , ovvero quelle non finanziate dalle entrate pubblicitarie, in rosso di 9,7 miliardi di dollari, facendo peggio dei -8,6 miliardi di dollari del precedente trimestre. I ricavi legati alle entrate pubblicitarie, sempre nel trimestre in questione, sono aumentate a 32,6 miliardi di dollari dai 27,2 miliardi del trimestre precedente.

L’intero 2018 si è concluso con ricavi in aumento del 23% su base annua, a 136,82 miliardi di dollari; mentre gli utili si sono assestati a 30,736 miliardi di dollari, in rialzo dai 12,662 miliardi del 2017. I ricavi sono cresciuti in un anno del 23% a 136,82 miliardi.

Andamento azioni Alphabet sul breve-medio periodo

Il titolo Alphabet, nonostante il 3% virtuale perso nel corso del mercato Hafterhours, aveva chiuso le contrattazioni ufficiali in rialzo del 2,04%, a quota 1.141,42 dollari, confermando l’impostazione rialzista di breve-medio periodo. Le quotazioni si trovano infatti al di sopra delle medie mobili di riferimento, a 10-25 e 50 giorni.

In caso di apertura debole, il prezzo del titolo potrebbe pertanto trovare un primo valido sostegno di brevissimo sulla media mobile a 10 giorni (la linea di colore azzurro sul grafico con time-frame giornaliero, in alto), che passa in area 1.105 dollari. Principali supporti multiday che transitano invece in area 1.087-1.082 dollari, livello su cui si collocano le medie mobili maggiori, a 25 e 50 giorni (rispettivamente la linea di colore rosso e la linea verde sul grafico).

La conferma oltre area 1.140 dollari potrebbe invece favorire un nuovo allungo con target primario in area 1.150 dollari ed obiettivo secondario verso quota 1.175 dollari.

Pattern di trading sul titolo Aphabet (Googl) valido da 1 a 5 giorni

L’apertura del pattern rialzista necessita di una chiusura oraria oltre 1.142,35$ e pronostica i primi due obiettivi in area 1.144,40 e 1.150,65 dollari; stop loss in caso di discesa sotto 1.129,95$ in chiusura oraria. Mantenere o aumentare le posizioni Long in caso di break-out orario di 1.150,65$, per cercare di prendere profitto in un primo momento a 1.157,75$ e successivamente a 1.169,35$; stop loss in caso di ritorno sotto 1.141$ in close orario.

Ed ancora, si consiglia di attivare nuove posizioni al rialzo in caso di estensioni oltre 1.169,35$ in chiusura oraria o daily, per sfruttare eventuali allunghi in area 1.174,55 e 1.176,55 dollari, estesa a 1.188,30$; stop loss in caso di ritorno sotto 1.150,65 in close orario o giornaliero. Long sulla debolezza in caso di affondo in area 1.069,50$, per approfittare di eventuali rimbalzi, prima a 1.080,50$ ed in seconda battuta a 1.088,85$, estesi a 1.104,85$; stop loss in caso di ulteriori cali sotto 1.060$ in chiusura oraria o daily.

Il pattern ribassista si attiva, invece, in caso di discesa sotto 1.129,95$ in chiusura di candela oraria e fissa i primi due target price in area 1.122,95 e 1.116 dollari; stop loss in caso di recupero oltre 1.142,35$ in close orario. Mantenere o incrementare le posizioni corte in caso di flessione sotto 1.116$ in close orario, per tentare di ricoprirsi in primo luogo a 1.104,85$ e successivamente a 1.098$; stop loss in caso di ritorno sopra 1.129,95$ in close orario.

Lecito insistere con nuove operazioni al ribasso in caso di rottura del supporto orario a 1.098$, per sfruttare possibili affondi in area 1.088,55 e 1.080,50 dollari, estesi a 1.069,50$; stop loss in caso di ritorno sopra 1.116$ in close orario o daily. Suggeriti Short speculativi in caso di estensioni al rialzo in area 1.188,30$, per approfittare di eventuali correzioni di prezzo in prima battuta a 1.176,55$ ed in un secondo momento a 1.169,35$ estese a 1.157,75$; stop loss in caso di ulteriori allunghi oltre 1.200$ in close orario o giornaliero.

Responsabilità: Gli autori dei contenuti ed i responsabili di ilcorsivoquotidiano.net, dichiarano che i contenuti e le analisi su valute, azioni e qualunque tipo di strumento finanziario non devono essere considerate raccomandazioni di investimento. Tutte le considerazioni fatte dall'autore dell'articolo sono soggettive e dunque rientrano nelle opinioni personali e come tali devono essere considerate. Il contenuto dei post rispecchia l'opinione personale dell'autore e della redazione e sono scritte con finalità di informazione e non al fine di invogliare a fare trading o a investire su qualunque mercato finanziario/o strumento. Gli autori stessi e lo staff del sito non possiedono azioni di società quotate o asset finanziari oggetto delle analisi. Lo staff di ilcorsivoquotidiano.net non garantisce che i dati siano in tempo reale e che la periodicità delle analisi sia puntuale. L'attività di trading e di speculazione sui mercati finanziari o di investimento tramite strumenti derivati costituisce un rischio di perdita di capitali. Pertanto lo staff e gli autori non si assumono alcuna responsabilità legata a investimenti errati o decisione prese tramite analisi di qualsiasi genere trovate sul sito web. L’Utente, pertanto, si assume ogni responsabilità e non ritiene ilcorsivoquotidiano.net e tutti i suoi autori responsabili per eventuali perdite/danni diretti o indiretti che possano scaturire dalla lettura delle analisi, dalla loro inesattezza/e incompletezza oltre che accuratezza. Ogni utente che vuole investire sarà pertanto tenuto a informarsi assumendosi i rischi di eventuali investimenti non basandosi solo sulle analisi tecniche fornite da ilcorsivoquotidiano.net