Azioni Diasorin crollano sotto quota 100 euro dopo Profit Warning del gruppo tedesco Qiagen

Dopo il tonfo del 5,75% a quota 99,90 euro, il titolo Diasorin continua a pagare lo scotto dovuto al crollo delle azioni del partner tedesco Qiagen, giù di oltre 20 punti percentuali sulla borsa di Francoforte. Il management del gruppo di diagnostica tedesco ha informato il mercato dei deboli risultati preliminari relativi al terzo trimestre di quest’anno, visti in crescita del solo 3% su base annua, a parità di cambio, al di sotto delle attese. Ad influire principalmente sul calo del fatturato è stato principalmente il rallentamento della crescita in Cina. In seguito al Profit Warning, dopo 27 anni, il CEO di Qiagen verrà rimosso dal proprio incarico.

Il gruppo tedesco ha inoltre deciso di rivedere i propri piani, sospendendo alcune attività di sviluppo di alcuni prodotti, in modo tale di riuscire ad accantonare 260-265 milioni di euro per attivare un processo di ristrutturazione.

I dirigenti di Diasorin, dal canto loro, hanno cercato di rassicurare gli investitori ed i trader, sottolineando che i problemi di Qiagen sono legati quasi esclusivamente alla tecnologia NGS (Next-Generation Sequencing), e che pertanto non hanno nulla a vedere con la collaborazione con il gruppo italiano, incentrata sulla tecnologia Quantiferon, sviluppata da Diasorin, per la diagnosi della tubercolosi latente ed in futuro per la malattia del Lyme.

Anche con un nuovo Amministratore Delegato, Qiagen non cambierà la strategia nella divisione sulla diagnostica molecolare, su cui si salda la collaborazione con la società guidata dall’Amministratore Delegato, Carlo Rosa.

Molti trader ne stanno approfittando utilizzando le piattaforme CFD certificate. Ad esempio con 24option (clicca qui per visitare il sito ufficiale) si hanno a disposizione strumenti molto utili come i segnali per poter essere subito operativi sui titoli azionari. Per saperne di più sui segnali clicca qui per visitare il sito ufficiale.

Andamento azioni Diasorin sul breve-medio periodo


Al momento della scrittura, il titolo Diasorin, dopo un’inizio di contrattazioni debole, complice il rialzo dell’indice Ftse Mib, sta facendo registrare un incremento dello 0,30% a quota 100,30 euro, in risalita dal minimo intraday toccato a 99,35 euro.

Il quadro tecnico di breve-medio periodo sul titolo si è decisamente indebolito, con il prezzo che ha bucato dall’alto verso il basso le tre medie mobili di riferimento, a 10-25 e 50 giorni.Le quotazioni hanno accelerato al ribasso con un aumento eccezionale del volume di scambio, in crescita del 135% rispetto a quello della precedente seduta.

L’eventuale conferma sotto area 100 euro anche nelle seguenti sedute potrebbe, nel brevissimo, causare ulteriori cali con primo target in area 97 euro ed obiettivo successivo in area 94 euro. La tenuta di area 100 euro, invece, potrebbe favorire un possibile pull-back sulla media mobile a 10 giorni (la linea di colore azzurro sul grafico, che passa in area 103,50 euro),che da ex supporto si è trasformata in resistenza.

Le ipotesi ribassiste indicate in precedenza, invece, verrebbero del tutto allontanate in caso di ritorno al di sopra delle medie mobili maggiori, a 25 e 50 giorni (rispettivamente la linea di colore rosso e la linea verde sul grafico), che transitano in area 104,30-104,40 euro. Il break-out delle resistenze appena indicate, se confermato in chiusura settimanale, potrebbe favorire lo sviluppo di una nuova gamba rialzista con target in area 110 euro, con step intermedio a quota 107,50 euro.

Pattern di trading sul titolo Diasorin (DIA.MI) valido da 1 a 5 giorni

Il pattern di trading Long si attiva in caso di recupero oltre 101,85€ in chiusura oraria e pronostica i primi due target price in area 101,85 e 103,55 euro; stop loss in caso di discesa sotto 99,60€ in close orario. Mantenere o aumentare l’esposizione Long nel caso in cui gli acquisti si spingano oltre 103,55€ in chiusura oraria, per cercare di prendere profitto in un primo momento a 104,15 e successivamente a 105,50€; stop loss in caso di ritorno sotto 101,85€ in close orario o giornaliero.

Lecito aprire nuove posizioni lunghe in caso di close orario o daily maggiore di 105,50€, per cercare di sfruttare ulteriori slanci in area 106,60 e 106,90 euro, estesi a 108 euro; stop loss in caso di ritorno sotto 103,55€ in close orario o giornaliero. Ed ancora, Long sulla debolezza in caso di affondo a quota 93,70€, in ottica di rimbalzo, in primo luogo a 94,65€ ed in seconda battuta a 95,60€, esteso a 96,20€; stop loss in caso di ulteriori flessioni sotto 92,75€ in chiusura oraria o daily.

Il pattern di trading Short, invece, prende forma nel caso in cui si registri un close orario minore 99,60€ e consiglia di prendere i primi profitti in area 99 e 98 euro; stop loss in caso di ritorno oltre 101,85€ in chiusura oraria. Mantenere o aumentare le operazioni Short in caso discesa sotto 98€ in chiusura di candela oraria, per cercare di sfruttare ulteriori cali in un primo momento a 97€ e successivamente a 96,20€; stop loss in caso di ritorno sopra 99,60€ in close orario.

Lecito aprire nuove posizioni corte in caso di flessione sotto 96,20€ in close orario o giornaliero, con l’intento di ricoprirsi in area 95,60 e 94,65 euro, estesa a 93,70 euro; stoppare le operazioni in caso di recupero oltre 97,20€ in close orario o daily. Ed ancora, short speculativi in caso di estensioni rialziste in area 108€, per sfruttare eventuali correzioni prima a 106,90€ e successivamente a 105,50€, estese a 104,15€; stop loss in caso di ulteriori allunghi sopra 109,60€ in chiusura di candela oraria o giornaliera.

Responsabilità: Gli autori dei contenuti ed i responsabili di ilcorsivoquotidiano.net, dichiarano che i contenuti e le analisi su valute, azioni e qualunque tipo di strumento finanziario non devono essere considerate raccomandazioni di investimento. Tutte le considerazioni fatte dall'autore dell'articolo sono soggettive e dunque rientrano nelle opinioni personali e come tali devono essere considerate. Il contenuto dei post rispecchia l'opinione personale dell'autore e della redazione e sono scritte con finalità di informazione e non al fine di invogliare a fare trading o a investire su qualunque mercato finanziario/o strumento. Gli autori stessi e lo staff del sito non possiedono azioni di società quotate o asset finanziari oggetto delle analisi. Lo staff di ilcorsivoquotidiano.net non garantisce che i dati siano in tempo reale e che la periodicità delle analisi sia puntuale. L'attività di trading e di speculazione sui mercati finanziari o di investimento tramite strumenti derivati costituisce un rischio di perdita di capitali. Pertanto lo staff e gli autori non si assumono alcuna responsabilità legata a investimenti errati o decisione prese tramite analisi di qualsiasi genere trovate sul sito web. L’Utente, pertanto, si assume ogni responsabilità e non ritiene ilcorsivoquotidiano.net e tutti i suoi autori responsabili per eventuali perdite/danni diretti o indiretti che possano scaturire dalla lettura delle analisi, dalla loro inesattezza/e incompletezza oltre che accuratezza. Ogni utente che vuole investire sarà pertanto tenuto a informarsi assumendosi i rischi di eventuali investimenti non basandosi solo sulle analisi tecniche fornite da ilcorsivoquotidiano.net