Azioni Exor in rialzo su aspettative scorporo controllata Magneti Marelli

Il titolo Exor torna a scaldarsi a Piazza Affari, mettendo a segno un rialzo del 2,24%, riportandosi sopra la soglia dei 60 dollari (close 11/06 a 60,22 euro).

Le azioni della società cassaforte della famiglia Agnelli hanno beneficiato delle dichiarazioni del CEO di FCA Group, Sergio Marchionne, che nel corso del Capital Markets Day a Balocco, ha confermato lo scorporo, entro la fine di quest’anno, della società di componentistica Magneti Marelli, dichiarando che il management del gruppo auspica che il controllo del gioiellino della componentistica rimanga nelle mani di Exor.

Il manager italo-canadese ha ipotizzato un futuro roseo per la holding finanziaria che controlla FCA, ritenendo che rimanendo azionista di maggioranza di Magneti Marelli potrebbe partecipare attivamente allo sviluppo della componentistica per l’ibrido, in una fase di importanti mutamenti tecnologici per il settore auto mondiale.

Intanto continuano gli investimenti di Exor nelle start-up tecnologiche. Il Wall Street Journal ha reso noto che Exor gli investimenti previsti da Exor per il fondo Exor seeds ammonterebbero a 100 milioni di dollari, di cui 20 milioni di dollari già spesitra il 2017 e la prima metà di quest’anno. La strategia del gruppo è quella di sostenere un certo numero di start-up in ambito tecnologicoe bio-medico, attraverso operazioni di venture capital, per godere di futuri ritorni. La prima tranche di 20 milioni di dollari è stata già distribuita su 11 piccole società attive negli Stati Uniti, tra cui una che opera nel settore dei servizi per gli anziani ed un’altra che sviluppa nuove soluzioni per facilitare i controlli radiologici nelle diagnosi di cancro al seno.

Andamento azioni Exor sul breve-medio periodo

Nonostante il progresso giornaliero che ha ricondotto le quotazioni di Exor sopra la soglia dei 60 euro, il sentiment di breve-medio periodo sul titolo finanziario rimane ancora negativo. Dal grafico giornaliero in alto, infatti, è facile notare come i prezzi si trovino ancora al di sotto delle medie mobili di riferimento, a 10-25 e 50 periodi. Un primo segnale di distensione potrebbe verificarsi in caso di ritorno sopra la prima resistenza di brevissimo, rappresentata dalla media mobile a 10 giorni (la linea di colore azzurro sul grafico), che passa in area 60,80 euro, circa.

Mentre per un ritorno al sereno anche sul breve periodo sarebbe quantomeno necessario un ulteriore allungo oltre area 61,60-61,75 euro, zona su cui transitano e si intrecciano le due medie mobili maggiori, a 25 e 50 giorni (rispettivamente la linea di colore rosso e la linea verde sul grafico). Il break-out dell’area di resistenza appena indicato potrebbe favorire una veloce estensione in area 65-65,50 euro, sui valori della metà dello scorso mese di Maggio.

La mancata rottura degli ostacoli di breve appena segnalati, invece, potrebbe nuovamente condurre le quotazioni sui minimi di qualche giorno fa, sotto area 59 euro, la cui perdita in chiusura daily o peggio ancora settimanale potrebbe innescare ulteriori avvitamenti verso il basso, con target in area 56-55 euro.

Pattern di trading sul titolo Exor (EXO.MI) valido da 1 a 5 giorni

Il pattern di trading Long si attiva in caso di close orario oltre 60,72€ e consiglia di prendere i primi profitti in area 61,10 e 61,70 euro; stop loss in caso di discesa sotto 59,75 € in close orario. Mantenere o aumentare l’esposizione Long nel caso in cui gli acquisti si spingano oltre 61,70€ in chiusura oraria, per cercare di prendere profitto in un primo momento a 61,93€ e successivamente a 62,32€; stop loss in caso di ritorno sotto 61,10€ in close orario.

Lecito aprire nuove posizioni lunghe in caso di close orario o daily maggiore di 62,32€, per cercare di sfruttare ulteriori slanci in area 62,81 e 63,20 euro, estesa a 63,83€; stop loss in caso di ritorno sotto 61,70€ in close orario o giornaliero. Ed ancora, Long sulla debolezza in caso di affondo a quota 57,10€, per sfruttare eventuali veloci rimbalzi, prima a 57,45 euro ed in seconda battuta a 57,80€, estesi a 58,20€; stop loss in caso di ulteriori flessioni sotto 56,50€ in chiusura oraria o daily.

Il pattern di trading Short, invece, prende forma nel caso in cui si registri un close orario minore 59,75€ e pronostica i primi due target price in area 59,38 e 58,78 euro; stop loss in caso di ritorno oltre 60,72€ in chiusura oraria. Mantenere o aumentare le operazioni Short in caso discesa sotto 58,78€ in chiusura di candela oraria, per cercare di sfruttare ulteriori cali in un primo momento a 58,45€ e successivamente a 58,20€; stop loss in caso di ritorno sopra 59,38€ in close orario.

Lecito aprire nuove posizioni corte in caso di flessione sotto 58,20€ in close orario o giornaliero, con l’intento di ricoprirsi in area 57,80 e 57,45 euro, estesa a 57,10€ ;stoppare le operazioni in caso di recupero oltre 58,78€ in close orario o daily. Ed ancora, short speculativi in caso di estensioni rialziste in area 62,32€ ,per sfruttare eventuali correzioni in prima battuta 61,93€ ed in secondo luogo a 61,70€, estesi a 61,10€; stop loss in caso di ulteriori allunghi sopra 63€ in chiusura di candela oraria o giornaliera.

Responsabilità: Gli autori dei contenuti ed i responsabili di ilcorsivoquotidiano.net, dichiarano che i contenuti e le analisi su valute, azioni e qualunque tipo di strumento finanziario non devono essere considerate raccomandazioni di investimento. Tutte le considerazioni fatte dall'autore dell'articolo sono soggettive e dunque rientrano nelle opinioni personali e come tali devono essere considerate. Il contenuto dei post rispecchia l'opinione personale dell'autore e della redazione e sono scritte con finalità di informazione e non al fine di invogliare a fare trading o a investire su qualunque mercato finanziario/o strumento. Gli autori stessi e lo staff del sito non possiedono azioni di società quotate o asset finanziari oggetto delle analisi. Lo staff di ilcorsivoquotidiano.net non garantisce che i dati siano in tempo reale e che la periodicità delle analisi sia puntuale. L'attività di trading e di speculazione sui mercati finanziari o di investimento tramite strumenti derivati costituisce un rischio di perdita di capitali. Pertanto lo staff e gli autori non si assumono alcuna responsabilità legata a investimenti errati o decisione prese tramite analisi di qualsiasi genere trovate sul sito web. L’Utente, pertanto, si assume ogni responsabilità e non ritiene ilcorsivoquotidiano.net e tutti i suoi autori responsabili per eventuali perdite/danni diretti o indiretti che possano scaturire dalla lettura delle analisi, dalla loro inesattezza/e incompletezza oltre che accuratezza. Ogni utente che vuole investire sarà pertanto tenuto a informarsi assumendosi i rischi di eventuali investimenti non basandosi solo sulle analisi tecniche fornite da ilcorsivoquotidiano.net