Azioni HOME DEPOT INC. In forte calo dopo Q3 con ricavi in crescita a utile in calo

Una trimestrale con luci ed ombre manda il profondo rosso le azioni del più grande rivenditore al dettaglio specializzato principalmente in prodotti per la casa degli Stati Uniti ha perso il 5,44%, fissando l’ultimo scambio della seduta di Martedì 19 Novembre a 225,86 dollari

Il titolo del retailer ha fatto registrare la peggiore performance giornaliera dell’indice Dow Jones, a causa di risultati trimestrali che hanno evidenziato un incremento del fatturato, ma che non è tuttavia bastato ad evitare una contrazione dell’utile.

Nei dettagli, The Home Depot Inc. nel periodo di tre mesi terminato il 3 Novembre di quest’anno ha generato ricavi pari a 27,2 miliardi di dollari, in crescita del 3,5% rispetto a quelli realizzati nel Q3 2018. L’incremento del fatturato ha beneficiato sia dell’aumento delle singole transazioni, che sono passate da 394,8 milioni a 400,9 milioni, sia dall’aumento dell’importo dello scontrino medio che da 65,11 dollari è salito a 66,36 dollari. Va tuttavia specificato che lo scorso hanno il terzo trimestre era terminato il 28 Ottobre, pertanto il trimestre preso in esame ha goduto di 5 giornate lavorative in più.

In crescita anche i margini, con l’Ebitda aumentato del 2,6% a 9,39 miliardi di dollari da 9,15 miliardi di dollari; mentre L’Ebit ha registrato un incremento del 2% a 3,95 miliardi di dollari da 3,87 miliardi di dollari.

Come anticipato, ha invece deluso l’utile netto, sceso del 3,4% a 2,8 miliardi di dollari dai 2,9miliardi di dollari del Q3 2018. L’utile netto inoltre si è assestato al 10,2% dei ricavi in flessione dal 10,2% del fatturato del trimestre dello scorso anno.

Più confortante, invece, la lettura dei risultati a 9 mesi, che ha mostrato: ricavi pari a 28,8 miliardi di dollari, in crescita rispetto ai 28,1 miliardi di dollari dello stesso periodo in esame del 2019; un Ebit a 12,4 miliardi di dollari (12,15 miliardi di dollari nei 9M 2018) ed un utile netto sostanzialmente invariato a 8,8 miliardi di dollari.

La situazione patrimoniale al 3 Novembre 2019 mostrava inoltre un indebitamento finanziario netto di 26,9 miliardi di dollari, in flessione rispetto ai 27,4 miliardi di dollari, al 3 Febbraio 2019.

Molti trader ne stanno approfittando utilizzando le piattaforme CFD certificate. Ad esempio con 24option (clicca qui per visitare il sito ufficiale) si hanno a disposizione strumenti molto utili come i segnali per poter essere subito operativi sui titoli azionari. Per saperne di più sui segnali clicca qui per visitare il sito ufficiale.

<

Andamento azioni Home depot sul breve-medio periodo


Il brusco calo odierno ha fatto crollare il titolo Home Depot al di sotto delle tre medie mobili di riferimento, a 10-25 e 50 giorni. L’accelerazione ribassista si è inoltre consumata con un netto aumento del volume di scambio, in crescita di quasi l’80% rispetto a quello della sessione precedente.

Le vendite potrebbero pertanto proseguire verso il supporto dinamico successivo individuato in area 218-216 dollari.Tuttavia, non si esclude neanche un possibile pull-back della media mobile a 50 giorni (la linea di colore verde sul grafico con time-frame giornaliero, in alto), che passa a circa 231 dollari. Soltanto l’eventuale recupero oltre le medie mobili a 25 e 10 giorni (rispettivamente la linea di colore rosso e la linea di colore azzurro sul grafico), che si collocano in area 233,65-233,80 dollari potrebbe riportare il quadro tecnico sul titolo in modalità neutrale.

Il break-out della forte resistenza in area 235 dollari, invece, potrebbe favorire un’ulteriore estensione al rialzo con target primario sui recenti massimi in area 239-240 dollari ed obiettivo più ambizioso in area 244-245 dollari.

Pattern di trading sul titolo home depot (HD) valido da1a 5 giorni

L’apertura del pattern rialzista necessita di una chiusura oraria oltre 227,05$ e pronostica i primi due obiettivi in area 228,10 e 229,50 dollari; stop loss in caso di discesa sotto 224,75$ in chiusura oraria. Mantenere o aumentare le posizioni Long in caso di break-out orario di 229,50$, per cercare di prendere profitto in un primo momento a 230,40$ e successivamente a 231,80$; stop loss in caso di ritorno sotto 225,85$ in close orario.

Ed ancora, si consiglia di attivare nuove posizioni al rialzo in caso di estensioni oltre 231,80$ in chiusura oraria o daily, per sfruttare eventuali allunghi in area 232,70 e 234,15 dollari, estesa a 236,50$; stop loss in caso di ritorno sotto 229,50$ in close orario o giornaliero. Long sulla debolezza in caso di affondo in area 214,60$, per approfittare di eventuali rimbalzi, in primo luogo a 215,95$ ed in seconda battuta a 218,40$, estesi a 220,05$; stop loss in caso di ulteriori cali sotto 211$ in chiusura oraria o daily.

Il pattern di trading ribassista, invece, prende quota in caso di discesa sotto 224,75$ in chiusura di candela oraria e fissa i primi due target price in area 223,40 e 222,65 dollari ; stop loss in caso di recupero oltre 227,05$ in close orario. Mantenere o incrementare le posizioni corte in caso di flessione sotto 222,65$ in close orario, per tentare di ricoprirsi in primo luogo a 220,05$ e successivamente a 218,40$; stop loss in caso di ritorno sopra 224,75$ in close orario.

Lecito insistere con nuove operazioni al ribasso in caso di rottura del supporto orario a 218,40$, per sfruttare possibili affondi in area 216,75 e 215,95 dollari, estesi a 214,60$; stop loss in caso di ritorno sopra 222,65$ in close orario o daily. Suggeriti Short speculativi in caso di estensioni al rialzo in area 236,50$, per approfittare di eventuali correzioni di prezzo in prima battuta a 234,15 e 232,70$ ed in un secondo momento a 230,40$ estese a 55,97$; stop loss in caso di ulteriori allunghi oltre 238,80$ in close orario o giornaliero.

Responsabilità: Gli autori dei contenuti ed i responsabili di ilcorsivoquotidiano.net, dichiarano che i contenuti e le analisi su valute, azioni e qualunque tipo di strumento finanziario non devono essere considerate raccomandazioni di investimento. Tutte le considerazioni fatte dall'autore dell'articolo sono soggettive e dunque rientrano nelle opinioni personali e come tali devono essere considerate. Il contenuto dei post rispecchia l'opinione personale dell'autore e della redazione e sono scritte con finalità di informazione e non al fine di invogliare a fare trading o a investire su qualunque mercato finanziario/o strumento. Gli autori stessi e lo staff del sito non possiedono azioni di società quotate o asset finanziari oggetto delle analisi. Lo staff di ilcorsivoquotidiano.net non garantisce che i dati siano in tempo reale e che la periodicità delle analisi sia puntuale. L'attività di trading e di speculazione sui mercati finanziari o di investimento tramite strumenti derivati costituisce un rischio di perdita di capitali. Pertanto lo staff e gli autori non si assumono alcuna responsabilità legata a investimenti errati o decisione prese tramite analisi di qualsiasi genere trovate sul sito web. L’Utente, pertanto, si assume ogni responsabilità e non ritiene ilcorsivoquotidiano.net e tutti i suoi autori responsabili per eventuali perdite/danni diretti o indiretti che possano scaturire dalla lettura delle analisi, dalla loro inesattezza/e incompletezza oltre che accuratezza. Ogni utente che vuole investire sarà pertanto tenuto a informarsi assumendosi i rischi di eventuali investimenti non basandosi solo sulle analisi tecniche fornite da ilcorsivoquotidiano.net