Azioni Poste italiane toniche grazie ad imminente accordo con CDP per distribuzione libretti e buoni postali

Il titolo Poste Italiane avanza di circa mezzo punto percentuale, scambiando a circa 6,16, nel giorno in cui rumors di stampa hanno reso noto che il gruppo che vanta l’infrastruttura di servizi postali più grande d’Italia e la Cassa Depositi e prestiti hanno raggiunto un nuovo accordo per la distribuzione di libretti e buoni postali.

Dopo quasi un anno di estenuanti trattative tra la società dei recapiti e la CDP, azionista di Poste Italiane con una quota del 35%, l’intesa è stata raggiunta dopo un prolungato tira e molla, con al centro la distanza sulle percentuali delle commissioni che Poste tratterrà a proprio favore per elargire i nuovi prodotti dai propri sportelli. Dal potenziamento dell’accordo, che prevede l’allargamento della gamma dei prodotti offerti alla clientela, secondo le stime degli analisti, Poste dovrebbe ricavare circa 1 miliardo di euro in commissioni.

In linea con gli obiettivi e le mire di espansione del piano strategico 2018-2020, Poste Italiane, inoltre, starebbe sondando il terreno per fare il proprio ingresso nel business assicurativo dei motori. Sembrerebbe che allo studio di Poste ci sarebbe già la banca dati rischi relativi alla RC Auto fornita dall’ANIA (l’associazione italiana delle assicurazioni). Il management del gruppo postale non si è dato delle scadenze precise per decidere, una volte preso atto dei rischi e dei benefici, se mettersi in gioco o meno in un segmento, come quello assicurativo del comparto auto, già caratterizzato dalla forte battaglia dei prezzi tra i numerosi competitors.

Andamento titolo Poste italiane sul breve-medio periodo


Grazie al rialzo in corso, le quotazioni del titolo Poste Italiane si accingono a riportarsi al di sopra delle medie mobili di riferimento a 10-25 e 50 periodi. Fondamentale per la tenuta di questa reazione di breve sarà una eventuale chiusura daily e meglio ancora settimanale oltre la media mobile a 50 periodi (la linea di colore verde sul grafico con time-frame giornaliero, in alto), transitante in area 6,155-6,16 euro.

Al rialzo, infatti, una decisa chiusura oltre la media mobile a 50 gg, potrebbe fornire ulteriore slancio ai prezzi, che potrebbero venire attratti, in un primo momento verso la resistenza dinamica in area 6,20 euro e successivamente verso i massimi degli ultimi 3 mesi, poco sopra area 6,30 euro, sicuramente un duro ostacolo da abbattere a primo colpo. Il break-out della resistenza individuata in area 6,30-6,35 euro, invece, potrebbe condurre le quotazioni sui top dell’anno in area 6,50 euro.

Tutto da rifare, e speranze di rialzo da archiviare, sul brevissimo, invece, in caso di dietrofront sotto le medie mobili minori a 10 e 25 periodi (rispettivamente la linea di colore azzurro e la linea rossa sul grafico), transitanti in area 6,13-6,10 euro. Prevista ulteriore debolezza, in caso di affondo sui minimi ad un mese in area 6,06-6,05 euro, persi i quali potrebbero aumentare le possibilità di ricaduta sui minimi dell’anno in area 5,80 euro.

Pattern di trading azioni poste italiane (PST.MI) valido da 1 a 5 giorni

Il pattern di trading Long si attiva in caso di close orario oltre 6,18€ e consiglia di prendere i primi profitti in area 6,21 e 6,245 euro; stop loss in caso di discesa sotto 6,12€ in close orario. Mantenere o aumentare l’esposizione Long nel caso in cui gli acquisti si spingano oltre 6,245€ in chiusura oraria, per cercare di prendere profitto in un primo momento a 6,295€ e successivamente a 6,335€; stop loss in caso di ritorno sotto 6,175€ in close orario.

Lecito aprire nuove posizioni lunghe in caso di close orario o daily maggiore di 6,335€, per cercare di sfruttare ulteriori slanci in area 6,375 e 6,435 euro, estesa a 6,50 euro; stop loss in caso di ritorno sotto 6,245€ in close orario o giornaliero. Ed ancora, Long sulla debolezza in caso di affondo a quota 5,855€, per sfruttare eventuali veloci rimbalzi, prima a 5,915 euro ed in seconda battuta a 5,95€; stop loss in caso di ulteriori flessioni sotto 5,795€ in chiusura oraria o daily.

Il pattern di trading Short, invece, prende forma nel caso in cui si registri un close orario minore 6,12€ e pronostica i primi due target price in area 6,08 e 6,055 euro; stop loss in caso di ritorno oltre 6,18€ in chiusura oraria. Mantenere o aumentare le operazioni Short in caso discesa sotto 6,055€ in chiusura di candela oraria, per cercare di sfruttare ulteriori cali in un primo momento a 6,025€ e successivamente a 5,985€; stop loss in caso di ritorno sopra 6,12€ in close orario.

Lecito aprire nuove posizioni corte in caso di flessione sotto 5,985€ in close orario o giornaliero, con l’intento di ricoprirsi in area 5,95 e 5,915 euro, estesa a 5,855€ ;stoppare le operazioni in caso di recupero oltre 6,055€ in close orario o daily. Ed ancora, short speculativi in caso di estensioni rialziste in area 6,50€ ,per sfruttare eventuali correzioni in prima battuta 6,435€ ed in secondo luogo a 6,375€; stop loss in caso di ulteriori allunghi sopra 6,565€ in chiusura di candela oraria o giornaliera.

Responsabilità: Gli autori dei contenuti ed i responsabili di ilcorsivoquotidiano.net, dichiarano che i contenuti e le analisi su valute, azioni e qualunque tipo di strumento finanziario non devono essere considerate raccomandazioni di investimento. Tutte le considerazioni fatte dall'autore dell'articolo sono soggettive e dunque rientrano nelle opinioni personali e come tali devono essere considerate. Il contenuto dei post rispecchia l'opinione personale dell'autore e della redazione e sono scritte con finalità di informazione e non al fine di invogliare a fare trading o a investire su qualunque mercato finanziario/o strumento. Gli autori stessi e lo staff del sito non possiedono azioni di società quotate o asset finanziari oggetto delle analisi. Lo staff di ilcorsivoquotidiano.net non garantisce che i dati siano in tempo reale e che la periodicità delle analisi sia puntuale. L'attività di trading e di speculazione sui mercati finanziari o di investimento tramite strumenti derivati costituisce un rischio di perdita di capitali. Pertanto lo staff e gli autori non si assumono alcuna responsabilità legata a investimenti errati o decisione prese tramite analisi di qualsiasi genere trovate sul sito web. L’Utente, pertanto, si assume ogni responsabilità e non ritiene ilcorsivoquotidiano.net e tutti i suoi autori responsabili per eventuali perdite/danni diretti o indiretti che possano scaturire dalla lettura delle analisi, dalla loro inesattezza/e incompletezza oltre che accuratezza. Ogni utente che vuole investire sarà pertanto tenuto a informarsi assumendosi i rischi di eventuali investimenti non basandosi solo sulle analisi tecniche fornite da ilcorsivoquotidiano.net