Azioni Salini Impregilo crollano del 20% dopo sconfitta su lodo internazionale per lavori nel canale di Panama

Brutto tonfo per il titolo Salini Impregilo che in una sola seduta manda in fumo circa 1/5 della propria capitalizzazione. Le forti vendite (-19,79%) che hanno fatto crollare le azioni del gruppo italiano che opera nel settore delle costruzioni e dell’ingegneria sono state scatenate dalla sentenza emessa dall’International Chamber of Commerce di Miami sul lodo arbitrale relativo agli anticipi percepiti dal consorzio Grupo Unidos per el Canal (GUPC), di cui Salini Impregilo ne fa parte al 40%.

GUPC dovrà pertanto restituire 836 milioni di dollari ricevuti da Panama Canal Authority. Il consorzio di imprese partecipato da Salini Impregilo chiedeva invece la posticipazione del pagamento, in quanto l’ammontare del contenzioso che GUPC pretende dalle autorità panamensi ammonta a ben 5,2 miliardi di dollari. Il management del gruppo italiano attraverso le dichiarazioni rilasciate dal general manager Massimo Ferraris ha infatti precisato che la perdita del lodo non pregiudica affatto la sentenza finale. Ferraris ha reso noto che l’ammontare dovuto da Salini Impregilo è pari a 334 milioni di euro, di cui 217 milioni di dollari saranno attinti dalla cassa, mentre per i restanti 217 milioni di dollari saranno oggetto di decisione del tribunale di Londra, a Marzo 2019.

La pioggia di vendite che ha colpito il titolo, tuttavia, sembra eccessiva e non giustificata dalla reale portata della notizia, poiché quanto dovuto dall’azienda italiana è stato già messo in bilancio. È invece passata inosservata l’ottima operazione conclusa dal gruppo che ha incassato ben 555 milioni di dollari dalla vendita della divisione statunitense Plants & Pavings ceduta ad Eurovia SAS del francese Gruppo Vinci.

Andamento azioni Salini Impregilo sul breve-medio periodo


Il titolo Salini Impregilo scivolando fino ad un minimo intraday a quota 1,291 euro hanno toccato il punto più basso degli ultimi 13 anni. La seduta si è tuttavia conclusa con le quotazioni che hanno fatto segnare un valore pari a 1,36 euro. Considerato il forte ipervenduto di brevissimo, testimoniato da un valore di RSI (indicatore di forza relativa) pari a circa 15, gli ingredienti per un rimbalzo tecnico ci potrebbero essere tutti.

Il titolo, come evidente sul grafico con time-frame giornaliero, in alto, è scivolato al di sotto delle medie mobili di riferimento, a 10-25 e 50 giorni (rispettivamente la linea di colore azzurro, lalinea rossa e la linea verde sul grafico), dando un forte segnale ribassista sia sul brevissimo che sul breve-medio periodo. In caso di rimbalzo tecnico, il primo ostacolo passa in area 1,395 euro, mentre il secondo target price individuato passa in area 1,46 euro, senza escludere possibili estensioni in area 1,52 euro.

Al ribasso, invece, pericolosa l’eventuale rottura dei minimi in area 1,29 euro, in quanto potrebbe scatenare ulteriori affondi in area 1,24 euro, estesi in area 1,17-1,15 euro.

Inversione di breve-medio periodo al rialzo, invece, soltanto in caso di break-out di EMA 10, che al momento della scrittura transita in area 1,66 euro, per sperare in un successivo recupero verso quota 1,76 euro (EMA 25) e quota 1,86 euro (EMA 50).

Pattern di trading titolo Salini Impregilo (SAL.MI) valido da 1 a 5 giorni

Il pattern di trading rialzista prende forma in caso di ritorno oltre 1,362€ in chiusura oraria e prevede i primi due target price in area 1,37 e 1,384 euro; stop loss in caso di discesa sotto 1,34€ in close orario. Mantenere o incrementare le posizioni rialziste in caso di allungo oltre 1,384€ in chiusura di candela oraria, per cercare di prendere profitto prima 1,398€ e successivamente a 1,42€; stoppare le operazioni in caso di chiusura oraria minore di 1,35€.

Lecito insistere con nuove operazioni Long nel caso in cui si registri un close orario maggiore di 1,42€ per approfittare di eventuali rialzi in area 1,46 e 1,483 euro, estesa a 1,508€; stop loss in caso di ritorno sotto 1,384€ in chiusura oraria. Suggeriti acquisti sulla debolezza in caso di affondo in area 1,188€ per sfruttare possibili rimbalzi in prima battuta a 1,22€ e successivamente a 1,24€, estesi a 1,279; stop loss in caso di ulteriori cali sotto 1,17€ in close orario o daily.

Il pattern di trading ribassista, invece, si attiva in caso di close orario minore di 1,34€ e pronostica i primi due obiettivi in area 1,318 e 1,305 euro; stop loss in caso di recupero oltre 1,362€ in chiusura oraria. Mantenere o sovrappesare le posizioni corte in caso di discesa sotto 1,305€ in chiusura di candela oraria, per cercare di ricoprirsi prima a 1,292€ e successivamente a 1,279€; stop loss in caso di ritorno oltre 1,34€ in close di candela oraria.

Insistere con nuove posizioni Short nel caso in cui la pressione al ribasso dovesse spingersi sotto 1,279€ in close orario o giornaliero, per approfittare di possibili cali in area 1,24 e 1,22 euro, estesi a 1,188€; stop loss in caso di ritorno sopra 1,305€ in chiusura oraria. Suggeriti Short speculativi in caso di estensioni al rialzo in area 1,508€, in ottica di pull-back in un primo momento a 1,483€ ed in seconda battuta a 1,46€, estesi a 1,42€; stop loss in caso di ulteriori allunghi oltre 1,52€ in chiusura oraria o di giornata.

Responsabilità: Gli autori dei contenuti ed i responsabili di ilcorsivoquotidiano.net, dichiarano che i contenuti e le analisi su valute, azioni e qualunque tipo di strumento finanziario non devono essere considerate raccomandazioni di investimento. Tutte le considerazioni fatte dall'autore dell'articolo sono soggettive e dunque rientrano nelle opinioni personali e come tali devono essere considerate. Il contenuto dei post rispecchia l'opinione personale dell'autore e della redazione e sono scritte con finalità di informazione e non al fine di invogliare a fare trading o a investire su qualunque mercato finanziario/o strumento. Gli autori stessi e lo staff del sito non possiedono azioni di società quotate o asset finanziari oggetto delle analisi. Lo staff di ilcorsivoquotidiano.net non garantisce che i dati siano in tempo reale e che la periodicità delle analisi sia puntuale. L'attività di trading e di speculazione sui mercati finanziari o di investimento tramite strumenti derivati costituisce un rischio di perdita di capitali. Pertanto lo staff e gli autori non si assumono alcuna responsabilità legata a investimenti errati o decisione prese tramite analisi di qualsiasi genere trovate sul sito web. L’Utente, pertanto, si assume ogni responsabilità e non ritiene ilcorsivoquotidiano.net e tutti i suoi autori responsabili per eventuali perdite/danni diretti o indiretti che possano scaturire dalla lettura delle analisi, dalla loro inesattezza/e incompletezza oltre che accuratezza. Ogni utente che vuole investire sarà pertanto tenuto a informarsi assumendosi i rischi di eventuali investimenti non basandosi solo sulle analisi tecniche fornite da ilcorsivoquotidiano.net