Azioni Tenaris ben comprate grazie a boom trimestrale di ricavi ed utili

Supportato da conti trimestrali in netta crescita e al di sopra delle aspettative, il titolo Tenaris ha dribblato il calo del prezzo del petrolio, facendo registrare un progresso giornaliero dell’1,64% a chiudendo gli scambi a quota 13,35 euro. Il management del gruppo guidato dall’Amministratore Delegato, Paolo Rocca, ha reso noto che le vendite del terzo trimestre di quest’anno hanno evidenziato un aumento del 46%, rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente, assestandosi a 1,899 miliardi di dollari.

L’utile netto operativo di periodo, pertanto, è balzato del 227%, portandosi a 258 milioni di dollari, mentre l’Ebitda è cresciuto del 75%, salendo a 394 milioni di dollari. In salita anche i margini, che si sono assestati al 20,7% dal 17,3% dell’analogo periodo del 2017 ed a fronte del 20,3% registrato nel periodo Aprile-Giugno dell’anno in corso. In netta ascesa anche l’utile netto, in crescita del 160% a 247 milioni di dollari.

Il mercato ha inoltre particolarmente gradito la notizia che il CDA ha approvato la distribuzione di un acconto sul dividendo, pari a 0,13 dollari per azione, per un ammontare di 153 milioni di dollari. L’ammontare totale dell’utile per azione, invece, sarà resa nota soltanto quando saranno più chiare le indicazioni fornite dall’outlook sul 2019, su cui incombe la decisione finale sui dazi. A tal proposito, Rocca ha parlato di posizione forte di Tenaris anche nello scenario peggiore.

Da ulteriori dettagli è inoltre emerso che la Capex, sui primi nove mesi dell’anno, ha subito una flessione a 274 milioni di dollari dai 437 milioni dei primi tre trimestri dell’anno scorso. Il calo dell’ammontare dei flussi di cassa per le spese in conto capitale è sceso per effetto della conclusione dei lavori nell’impianto statunitense di Bay City in Texas, dove la produzione ha raggiunto le 26.000 tonnellate.

La cassa al 30 Settembre è risultata pari a 408 milioni di dollari, più che dimezzata rispetto ai 988 milioni di dollari di fine Settembre 2017. Positivo l’outlook sull’ultimo trimestre dell’anno, con attese di espansione oltre che negli USA ed in America Latina, anche in Egitto e Canada.

Andamento azioni Tenaris sul breve-medio periodo


Dopo essere piombato sui minimi dello scorso mese di Febbraio, toccando quota 12,48 euro, il titolo Tenaris sta tentando di riguadagnare gli ex supporti di brevissimo, divenuti resistenze.

Al momento le quotazioni si sono riportate sopra la media mobile a 10 giorni (la linea di colore azzurro sul grafico), che passa in area 13,25 euro, ma perché il recupero continui sarà necessaria quantomeno una conferma settimanale sopra tale livello.

La conferma del break-out di EMA 10 potrebbe spingere i corsi sull’ostacolo successivo, rappresentato dalla media mobile a 25 giorni (la linea di colore rosso sul grafico), che si colloca in area 13,70 euro; mentre per un’inversione di breve-medio periodo il prezzo dovrebbe nuovamente salire oltre la media mobile a 50 giorni (la linea di colore verde sul grafico), che transita in area 14,10 euro.

La mancata conferma della rottura di EMA 10, invece, potrebbe causare un nuovo affondo con target in area 12,95 euro, esteso a quota 12,75 euro.

Pattern di trading titolo Tenaris (TEN.MI) valido da 1 a 5 giorni

Il pattern di trading Long si attiva in caso di recupero oltre 13,39€ in chiusura oraria e pronostica i primi due target price in area 13,46 e 13,60 euro; stop loss in caso di discesa sotto 13,26€ in close orario. Mantenere o aumentare l’esposizione Long nel caso in cui gli acquisti si spingano oltre 13,60€ in chiusura oraria, per cercare di prendere profitto in un primo momento a 13,68€ e successivamente a 13,82€; stop loss in caso di ritorno sotto 13,35€ in close orario o giornaliero.

Lecito aprire nuove posizioni lunghe in caso di close orario o daily maggiore di 13,82€, per cercare di sfruttare ulteriori slanci in area 13,96 e 14,04 euro, estesi a 14,18€; stop loss in caso di ritorno sotto 13,57€ in close orario o giornaliero.Ed ancora, Long sulla debolezza in caso di affondo a quota 12,55€, in ottica di rimbalzo, in primo luogo a 12,67€ ed in seconda battuta a 12,75€, estesi a 12,88€; stop loss in caso di ulteriori flessioni sotto 12,40€ in chiusura oraria o daily.

Il pattern di trading Short, invece, prende forma nel caso in cui si registri un close orario minore 13,26€ e consiglia di prendere i primi profitti in area 13,17 e 13,04 euro; stop loss in caso di ritorno oltre 13,39€ in chiusura oraria. Mantenere o aumentare le operazioni Short in caso discesa sotto 13,04€ in chiusura di candela oraria, per cercare di sfruttare ulteriori cali in un primo momento a 12,96€ e successivamente a 12,88€; stop loss in caso di ritorno sopra 13,22€ in close orario.

Lecito aprire nuove posizioni corte in caso di flessione sotto 12,88€ in close orario o giornaliero, con l’intento di ricoprirsi in area 12,75 e 12,67 euro, estesa a 12,55€ ;stoppare le operazioni in caso di recupero oltre 13,04€ in close orario o daily. Ed ancora, short speculativi in caso di estensioni rialziste in area 14,18€ ,per sfruttare eventuali correzioni prima a 14,04€ e successivamente a 13,96€, estese a 13,82€; stop loss in caso di ulteriori allunghi sopra 14,35€ in chiusura di candela oraria o giornaliera.

Responsabilità: Gli autori dei contenuti ed i responsabili di ilcorsivoquotidiano.net, dichiarano che i contenuti e le analisi su valute, azioni e qualunque tipo di strumento finanziario non devono essere considerate raccomandazioni di investimento. Tutte le considerazioni fatte dall'autore dell'articolo sono soggettive e dunque rientrano nelle opinioni personali e come tali devono essere considerate. Il contenuto dei post rispecchia l'opinione personale dell'autore e della redazione e sono scritte con finalità di informazione e non al fine di invogliare a fare trading o a investire su qualunque mercato finanziario/o strumento. Gli autori stessi e lo staff del sito non possiedono azioni di società quotate o asset finanziari oggetto delle analisi. Lo staff di ilcorsivoquotidiano.net non garantisce che i dati siano in tempo reale e che la periodicità delle analisi sia puntuale. L'attività di trading e di speculazione sui mercati finanziari o di investimento tramite strumenti derivati costituisce un rischio di perdita di capitali. Pertanto lo staff e gli autori non si assumono alcuna responsabilità legata a investimenti errati o decisione prese tramite analisi di qualsiasi genere trovate sul sito web. L’Utente, pertanto, si assume ogni responsabilità e non ritiene ilcorsivoquotidiano.net e tutti i suoi autori responsabili per eventuali perdite/danni diretti o indiretti che possano scaturire dalla lettura delle analisi, dalla loro inesattezza/e incompletezza oltre che accuratezza. Ogni utente che vuole investire sarà pertanto tenuto a informarsi assumendosi i rischi di eventuali investimenti non basandosi solo sulle analisi tecniche fornite da ilcorsivoquotidiano.net