Azioni Tesla : come investire

Proprio in questi giorni, la Fiat (o meglio, la FCA) ha confermato che inizierà a lavorare con Google per creare veicoli “che si guidano da soli”. Questa news fa un po’ sorridere, perché Tesla ha già questa funzione sul mercato da diversi mesi ormai. Questo è sicuramente un esempio perfetto per riassumere al meglio l’innovazione di Tesla. Ma che cos’è Tesla?

Che cosa è Tesla

tesla-musk

Tesla è un’azienda automobilistica e di dispositivi per l’immagazzinaggio di energia Statunitense, che progetta, produce e vende macchine elettriche e batteria. L’azienda del visionario Elon Musk è scambiata in borsa con il ticket “TSLA”, ed è uno dei titoli azionari più richiesti sulla piazza, vi chiederete perché… Adesso ve lo spieghiamo!

Tesla ha per la prima volta catalizzato l’attenzione dopo la loro produzione della Tesla Roadster, la prima auto sportiva completamente elettrica. Il secondo veicolo della società è il Modello S, una berlina di lusso completamente elettrica, che è stata seguita dalla Model X, un crossover. Il suo prossimo veicolo è il Modello 3 (Model 3). Le vendite globali del modello S hanno superato il traguardo delle 100.000 unità nel mese di dicembre 2015, a solo tre anni e mezzo dopo la sua introduzione. Il Modello S è il modello plug-in più venduto al mondo dei veicoli elettrici nel 2015. A partire dal dicembre 2015, il modello S si posiziona come secondo veicolo totalmente elettrico più venduto al mondo nella storia dopo la Nissan Leaf.  A partire dal 31 Marzo 2016 , Tesla Motors ha venduto quasi 125.000 auto elettriche in tutto il mondo dal giorno che la consegna della suo primo Tesla Roadster, nel 2008

Tuttavia c’è comunque da differenziare la Nissan Leaf, rispetto alle auto prodotte da Tesla. Tesla ha per adesso sempre fatto prodotti di fascia alta, con prezzi di listino che si aggirano intorno ai 60-80 mila euro, la Nissan Leaf è invece un’automobile molto più modesta (è un’utilitaria), con una batteria ben più contenuta e con un’autonomia di 100-200 km, Tesla può superare i 300km con una carica completa, ha prestazioni superiori alla media, e ha tutto un “ecosistema” che gravita intorno ad essa, come ad esempio le stazioni di ricarica Supercharge, oppure l’autopilot grazie a radar e telecamere frontali, ed inoltre ben 12 sensori a ultrasuoni ad ampio raggio, posizionati in modo da percepire qualsiasi cosa intorno all’auto fino a un raggio di quasi 4,9 metri, a qualsiasi velocità; un sistema digitale di assistenza alla frenata ad alta precisione e molto, molto altro ancora.

La Tesla Model 3 inoltre, sarà la prima automobile di Tesla ad andare “in produzione di massa”, e avrà un costo di 35 mila dollari (incentivi esclusi). Il percorso di Tesla si è infatti articolato in step, il cosiddetto “Master Plan”:

1. Costruire un’auto sportiva

2. usare quel denaro per costruire un’auto a prezzi accessibili

3. usare quel denaro per costruire una macchina ancora più conveniente

4. Mentre si eseguono gli step, fornire anche le opzioni per la creazione di energia elettrica ad emissioni zero

5. Non dirlo a nessuno

Quello che è riuscito a creare Elon Musk durante tutti questi anni, è stato quello di ispirare un vero e proprio movimento, attraverso un brand che è fondato su delle fondamenta che hanno uno fine “alto” e tutti quei valori sociali che vengono condivisi da un sempre più grande numero di guidatori (e azionisti). Musk è riuscito a crearsi una pubblicità “virale”, senza dover mai pubblicizzare il proprio prodotto in televisione. Questo ha quindi consentito a Elon di fare scelte fuori dal coro (come la garanzia a chilometraggio illimitata) e rendendo opensource tutti i suoi progetti, fidelizzando quindi il cliente e catalizzando l’opinione pubblica sui suoi progetti e anche su lui stesso, ormai considerato un visionario al pari proprio di Einstein o lo stesso Nikola Tesla. I clienti che diventano quindi ambasciatori, e vengono “premiati”, grazie anche al sistema di affiliazione per i clienti che “ispirano all’acquisto” altri potenziali acquirenti.

Il Modello S (Model S) di Tesla, è la risposta di Tesla a tutti quelli che dicevano che le macchine elettriche sono: lente, brutte e inefficienti:

2016-tesla-model-s

Azioni di Tesla

Il prezzo delle Azioni di Tesla è in continuo aumento, anche se ultimamente il prezzo si è stabilizzato in un range. È indubbio però che negli ultimi 5 anni la crescita è stata spaventosa:

Tesla Motors ha avuto una crescita del fatturato anno su anno del 26,9% nel 2015-Q4. I ricavi sono cresciuti a un tasso annuo composto del 113,9% negli ultimi 3 anni. I ricavi sono cresciuti a un tasso annuo composto del 103,2% negli ultimi 5 anni.
Non ci sono significative tendenze rialziste già sottolineate in altre metriche di analisi fondamentali di bilancio e di flusso di cassa, quindi per adesso il nostro outlook è alquanto neutrale.

Come fare trading con le Azioni Tesla

Anche con una recensione “neutrale” come la nostra è possibile fare trading molto facilmente con le azioni Tesla, sia al rialzo che al ribasso. Il broker Plus500, permette di fare trading con le azioni Tesla. Noi stiamo già partecipato alla rivoluzione dell’elettrico, e abbiamo acquistato diverse azioni di Tesla grazie a Plus500, e voi?

Clicca qui per iniziare subito a fare trading sul titolo Tesla

Responsabilità: Gli autori dei contenuti ed i responsabili di ilcorsivoquotidiano.net, dichiarano che i contenuti e le analisi su valute, azioni e qualunque tipo di strumento finanziario non devono essere considerate raccomandazioni di investimento. Tutte le considerazioni fatte dall'autore dell'articolo sono soggettive e dunque rientrano nelle opinioni personali e come tali devono essere considerate. Il contenuto dei post rispecchia l'opinione personale dell'autore e della redazione e sono scritte con finalità di informazione e non al fine di invogliare a fare trading o a investire su qualunque mercato finanziario/o strumento. Gli autori stessi e lo staff del sito non possiedono azioni di società quotate o asset finanziari oggetto delle analisi. Lo staff di ilcorsivoquotidiano.net non garantisce che i dati siano in tempo reale e che la periodicità delle analisi sia puntuale. L'attività di trading e di speculazione sui mercati finanziari o di investimento tramite strumenti derivati costituisce un rischio di perdita di capitali. Pertanto lo staff e gli autori non si assumono alcuna responsabilità legata a investimenti errati o decisione prese tramite analisi di qualsiasi genere trovate sul sito web. L’Utente, pertanto, si assume ogni responsabilità e non ritiene ilcorsivoquotidiano.net e tutti i suoi autori responsabili per eventuali perdite/danni diretti o indiretti che possano scaturire dalla lettura delle analisi, dalla loro inesattezza/e incompletezza oltre che accuratezza. Ogni utente che vuole investire sarà pertanto tenuto a informarsi assumendosi i rischi di eventuali investimenti non basandosi solo sulle analisi tecniche fornite da ilcorsivoquotidiano.net