Azioni Unicredit in rialzo, nonostante crollo Ftse Mib

Gli ottimi conti trimestrali diffusi dall’istituto bancario di via Gae Aulenti, fanno volare il titolo Unicredit, in rialzo del 2,1%, a fronte di un crollo giornaliero dell’indice Ftse Mib, del 2,26%.

La banca guidata dall’Amministratore Delegato Jean Pierre Mustier ha chiuso il Q4 2017 facendo registrare un utile di 801 milioni di euro, con un risultato rettificato pari a 708 milioni di euro, battendo nettamente le attese degli analisti, che non andavano oltre i 523 milioni di euro. L’utile operativo è aumentato di quasi 30 punti percentuali, portandosi a 2 miliardi di euro.

Tra le singole voci di bilancio, spiccano, inoltre, il balzo del 3,2% superiore alle attese del margine d’interesse, assestatosi a 2,583 miliardi di euro, e l’aumento dell’1,8% rispetto alle attese delle commissioni, pari a 1,683 miliardi di euro. Il Common Equity Tier 1 ratio del gruppo, uno dei principali indicatori di solidità patrimoniale, è salito al 13,6%, assestandosi al 13%, nei valori pro-forma, ovvero tenendo conto della cessione dei crediti deteriorati.

Andamento azioni Unicredit sul breve-medio periodo


Come anticipato tra le righe del paragrafo precedente il titolo Unicredit si è messo in evidenza tra le Blue Chips del principale listino azionario milanese, evidenziando un rialzo superiore al 2%, fissando l’ultimo scambio giornaliero a 17,836 euro, dopo aver toccato un picco massimo a quota 18,152 euro.

Gap up rialzista, quindi per le quotazioni del titolo bancario, con un’apertura daily a 18,152 euro, a fronte di una chiusura giornaliera precedente a 17,47 euro ed un minimo intraday a quota 17,688 euro. Per la prosecuzione del rialzo di brevissimo, sarebbe meglio che il gap up venisse chiuso nei prossimi giorni, in modo tale da scaricare gli oscillatori di brevissimo dall’ipercomprato, per tentare di allungare al di sopra della resistenza statica individuata in area 18,20-18,30 euro.

Al rialzo, atteso un test dell’ostacolo appena citato, in caso di break-out daily di area 18 euro, con possibili estensioni in area 18,90 euro in caso di rottura della resistenza statitica. Obiettivi di medio-lungo periodo che invece si collocano in area 19,50-20 euro, previo allungo oltre i 19 euro in chiusura settimanale. Al ribasso, invece, non si esclude un eventuale pull-back in area 17,47 euro, per chiudere il gap rialzista segnalato in precedenza, mentre il primo sostegno di brevissimo passa sulla media mobile a 10 periodi (la linea di colore azzurro sul grafico con time-frame giornaliero, in alto), in area 17,55 euro. Il principale supporto di breve-medio periodo, invece, si colloca a ridosso della media mobile a 50 gg (la linea di colore verde sul grafico), che transita in area 17,15-17 euro. Sostegno intermedio di breve, che invece cade sulla media mobile a 25 gg ( la linea di colore rosso sul grafico ) che passa in area 17,35 euro.

Pattern di trading sul titolo Unicredit (UCG.MI) valido da 1 a 5 giorni

Il pattern di trading Long si concretizza in caso di chiusura oraria maggiore di 17,85€ e pronostica i primi due target price in area 17,96 e 18,13 euro; stop loss in caso di discesa sotto 17,56€ in close orario. Mantenere o incrementare le posizioni rialziste in caso di allungo oltre 18,13€ in chiusura di candela oraria, per cercare di prendere profitto prima 18,24€ e successivamente a 18,30€; stoppare le operazioni in caso di chiusura oraria minore di 17,96€.

Ed ancora lecito attivare nuove operazioni Long nel caso in cui si registri un close orario maggiore di 18,30€ per approfittare di eventuali rialzi in area 18,40 e 18,52 euro, estesa a 18,70€; stop loss in caso di ritorno sotto 18,13€ in chiusura oraria. Suggeriti acquisti sulla debolezza in caso di affondo in area 16,85€ per sfruttare possibili rimbalzi in prima battuta a 16,99€ e successivamente a 17,10€; stop loss in caso di ulteriori cali sotto 16,70€ in close orario o daily.

Il pattern di trading Short, invece, prende quota in caso di close orario minore di 17,56€ e pronostica i primi due obiettivi in area 17,47 e 17,38 euro; stop loss in caso di ritorno sopra 17,85€ in chiusura oraria. Mantenere o aumentare le posizioni corte in caso di discesa sotto 17,38€ in chiusura di candela oraria per cercare di ricoprirsi prima a 17,28€ e successivamente a 17,10€; stop loss in caso di recupero di area 17,66€ in close orario.

Insistere con lo Short nel caso in cui la pressione delle vendite dovesse spingersi sotto 17,10 € in close orario o giornaliero per approfittare di possibili cali in area 16,99 e 16,95 euro, estesa a 16,85€; stop loss in caso di ritorno sopra 17,28€ in chiusura oraria. Suggeriti Short speculativi in caso di estensioni al rialzo in area 18,70€, in ottica di pull-back in un primo momento a 18,52 ed in seconda battuta a 18,40 euro; stop loss in caso di ulteriori allunghi oltre 18,90€ in chiusura oraria o di giornata.

Responsabilità: Gli autori dei contenuti ed i responsabili di ilcorsivoquotidiano.net, dichiarano che i contenuti e le analisi su valute, azioni e qualunque tipo di strumento finanziario non devono essere considerate raccomandazioni di investimento. Tutte le considerazioni fatte dall'autore dell'articolo sono soggettive e dunque rientrano nelle opinioni personali e come tali devono essere considerate. Il contenuto dei post rispecchia l'opinione personale dell'autore e della redazione e sono scritte con finalità di informazione e non al fine di invogliare a fare trading o a investire su qualunque mercato finanziario/o strumento. Gli autori stessi e lo staff del sito non possiedono azioni di società quotate o asset finanziari oggetto delle analisi. Lo staff di ilcorsivoquotidiano.net non garantisce che i dati siano in tempo reale e che la periodicità delle analisi sia puntuale. L'attività di trading e di speculazione sui mercati finanziari o di investimento tramite strumenti derivati costituisce un rischio di perdita di capitali. Pertanto lo staff e gli autori non si assumono alcuna responsabilità legata a investimenti errati o decisione prese tramite analisi di qualsiasi genere trovate sul sito web. L’Utente, pertanto, si assume ogni responsabilità e non ritiene ilcorsivoquotidiano.net e tutti i suoi autori responsabili per eventuali perdite/danni diretti o indiretti che possano scaturire dalla lettura delle analisi, dalla loro inesattezza/e incompletezza oltre che accuratezza. Ogni utente che vuole investire sarà pertanto tenuto a informarsi assumendosi i rischi di eventuali investimenti non basandosi solo sulle analisi tecniche fornite da ilcorsivoquotidiano.net