Banca generali: ok raccolta netta e raccolta gestita di Settembre 2017

Banca Generali svela i numeri della raccolta del mese di Settembre, evidenziando un netto positivo paria 386 milioni di euro, il 49% in più rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente. In deciso aumento anche la raccolta netta gestita, attestatasi a 341 milioni di euro, in crescita rispetto a Settembre 2016. Da inizio anno, invece, la raccolta netta ha raggiunto quasi 5,2 miliardi di euro, in aumento del 26% rispetto ai primi 9 mesi dell’anno scorso, mentre il totale gestito del 2017 fino al 30 Settembre ha raggiunto i 4,6 miliardi di euro, evidenziando un +64% rispetto allo stesso perido di tempo del 2016.

Numeri, quelli appena elencati, che hanno convinto gli analisti di molte case d’affari, tra cui quelli di Mediobanca Securities a confermare i loro giudizi positivi sulle azioni BANCA GENERALI. Ritoccate al rialzo le commissioni di gestione previste dagli analisti di MB che sono passate da 563 milioni di euro a 574 milioni di euro, mentre sono state ritoccate al ribasso le commissioni di performance, scese a 109 milioni di euro da 117 milioni di euro della stima precedente. Le conseguenze di questi aggiustamenti sulle commissioni attese hanno fatto sì che le aspettative sull’EPS (earnings per share ovvero utile per azione) 2017 venissero limate del 2%, mentre quelle per il 2018 ribassate dell’1%.

E’opportuno menzionare la notizie resa nota qualche giorno fa che ha visto Banca Generali e Saxo Bank realizzare una partnership per il trading online ed alcuni servizi digitali. L’intesa siglata tra i due gruppi prevede che una SIM partecipata sia dalla banca italiana che da quella danese, sfruttando la tecnologia collaudata di Saxo Bank, offra una piattaforma di trading dalle caratteristiche molto evolute.

Andamento azioni Banca generali sul breve-medio periodo


Fase tecnica molto incerta per il titolo BANCA GENERALI sul breve-medio periodo. L’attuale indecisione delle quotazioni è ben rappresentata dal classico restringimento delle tre medie mobili di riferimento a 10-25 e 50 periodi, utilizzate dalla nostra analisi. Le tre linee che rappresentano le EMA appena citate, infatti si trovano all’interno di una sottile fascia di prezzi, racchiusa in poco più di 1 punto percentuale.

La prima seduta di scambi settimanali si è chiusa a 28,71 euro, sia sopra la media mobile a 25 gg che sopra la media mobile a 50 gg (rispettivamente la linea di colore rosso e la linea verde sul grafico). I due supporti appena segnalati sono comunque in prossimità del prezzo corrente, con EMA 50 che fa da principale sostegno di medio periodo, in area 28,50 euro circa.

L’uscita delle quotazioni dal lato inferiore della congestione descritta precedentemente potrebbe dar luogo ad ulteriori discese, con target primario sulla media mobile a 120 gg, in area 27,90 euro circa, ed obiettivo secondario in area 27,10 euro, formando una figura di doppio minimo di periodo. La tenuta dei livelli di sostegno segnalati tra le righe in alto, invece, potrebbe ricondurre i prezzi nuovamente a ridosso di area 29,50-30 euro, per poi puntare ad un ulteriore allungo al rialzo per tentare di rompere i massimi a 3 mesi in area 30,50 euro.

Modelli di trading sul titolo Banca generali (BGN.MI) valida da 1 a 5 gg

Il modello Long si attiva in caso di ritorno oltre area 28,78€ in chiusura oraria e pronostica i primi due target price in area 28,92 e 29,14 euro; stop loss in caso di discesa sotto 28,50€ in close orario. Mantenere o aumentare l’esposizione Long nel caso in cui gli acquisti si spingano oltre 29,14€ in chiusura oraria, per cercare di prendere profitto in un primo momento a 29,32€ e successivamente a 29,51€; stop loss in caso di ritorno sotto 28,71€ in close orario.

Lecito aprire nuove posizioni lunghe in caso di close orario o daily maggiore di 29,51€, per cercare di sfruttare ulteriori slanci in area 29,80 e 30,07 euro, estesa a 30,26 euro; stop loss in caso di ritorno sotto 29,32 € in close orario o giornaliero. Ed ancora, Long sulla debolezza in caso di affondo in area 27,16€ in ottica di rimbalzo, in prima battuta a 27,44€ e successivamente a 27,60€; stop loss in caso di ulteriori flessioni sotto 26,88€ in chiusura oraria o daily.

Il modello Short, invece, prende forma nel caso in cui si registri un close orario minore 28,50€ e consiglia di prendere i primi profitti in area 28,27 e 28,10 euro; stop loss in caso di ritorno oltre 28,78€ in chiusura oraria. Mantenere o aumentare le operazioni Short in caso discesa sotto 28,10€ in chiusura di candela oraria, per cercare di sfruttare ulteriori cali in un primo momento a 27,91€ e successivamente a 27,77€; stop loss in caso di ritorno sopra 28,27€ in close orario.

Lecito aprire nuove posizioni corte in caso di flessione sotto 27,77€ in close orario o giornaliero, con l’intento di ricoprirsi in area 27,60 e 27,44 euro, estesa a 27,16€ ;stoppare le operazioni in caso di recupero oltre 28,10€ in close orario o daily. Ed ancora, short speculativi in caso di estensioni rialziste in area 30,26€ ,per sfruttare eventuali correzioni in prima battuta a 30.07€ ed in secondo momento a 29,80€; stop loss in caso di ulteriori allunghi sopra 30,56€ in chiusura di candela oraria o giornaliera.

Responsabilità: Gli autori dei contenuti ed i responsabili di ilcorsivoquotidiano.net, dichiarano che i contenuti e le analisi su valute, azioni e qualunque tipo di strumento finanziario non devono essere considerate raccomandazioni di investimento. Tutte le considerazioni fatte dall'autore dell'articolo sono soggettive e dunque rientrano nelle opinioni personali e come tali devono essere considerate. Il contenuto dei post rispecchia l'opinione personale dell'autore e della redazione e sono scritte con finalità di informazione e non al fine di invogliare a fare trading o a investire su qualunque mercato finanziario/o strumento. Gli autori stessi e lo staff del sito non possiedono azioni di società quotate o asset finanziari oggetto delle analisi. Lo staff di ilcorsivoquotidiano.net non garantisce che i dati siano in tempo reale e che la periodicità delle analisi sia puntuale. L'attività di trading e di speculazione sui mercati finanziari o di investimento tramite strumenti derivati costituisce un rischio di perdita di capitali. Pertanto lo staff e gli autori non si assumono alcuna responsabilità legata a investimenti errati o decisione prese tramite analisi di qualsiasi genere trovate sul sito web. L’Utente, pertanto, si assume ogni responsabilità e non ritiene ilcorsivoquotidiano.net e tutti i suoi autori responsabili per eventuali perdite/danni diretti o indiretti che possano scaturire dalla lettura delle analisi, dalla loro inesattezza/e incompletezza oltre che accuratezza. Ogni utente che vuole investire sarà pertanto tenuto a informarsi assumendosi i rischi di eventuali investimenti non basandosi solo sulle analisi tecniche fornite da ilcorsivoquotidiano.net