Banca Mediolanum: seduta interlocutoria per il titolo a Piazza Affari , entrate sotto le attese

Il titolo Banca Mediolanum reagisce con una seduta interlocutoria (-0,07%) alla diffusione dei numeri relativi alla raccolta del mese di Marzo, che si è chiusa con flussi in entrata al di sotto delle attese degli analisti.

La raccolta netta fatta registrare dal gruppo attivo nel risparmio gestito lo scorso mese si è assestata a 354 milioni di euro, di cui 328 milioni di euro arrivati dai prodotti gestiti e 26 milioni di euro dai prodotti amministrati. Deludente anche il confronto rispetto allo stesso periodo del 2017, quando i flussi furono pari a 452 milioni di euro. Gli analisti più attenti hanno tuttavia fatto notare che nonostante il passo indietro rispetto all’anno precedente, si è trattata di una raccolta migliore in termini di qualità, grazie ad una consistente presenza di prodotti gestiti. Il cambio di preferenze

Raccolta netta in calo anche se si allarga l’orizzonte temporale estendendolo a tutto il primo trimestre 2018, con un dato pari a 982 milioni di euro, in flessione del 19%, rispetto alle prime tre mensilità dell’anno scorso. Nei dettagli del periodo Gennaio-Marzo di quest’anno è emerso che il comparto gestito ha contribuito con 779 milioni di raccolta (-23,4% rispetto all’analogo periodo del 2017), mentre quello amministrato per un totale di 204 milioni di euro (sui livelli dello scorso anno). È inoltre emerso che la raccolta netta arrivata dall’estero su base trimestrale è stata pari a 135 milioni di euro, in discesa dai 178 milioni del 2017, di cui 49 milioni di euro nel mese di Marzo. Gli esperti delle dinamiche dei flussi del risparmio hanno sottolineato che il cambio di preferenze tra gli investitori, che hanno puntato più sull’amministrato rispetto al gestito, forse è stato una conseguenza dall’aumento della volatilità sui mercati.

L’assemblea dei soci della società guidata dalla famiglia Doris ha approvato la distribuzione di un dividendo pari a 40 cent/ euro, di cui 20 centesimi già distribuiti sotto forma di acconto ed i rimanenti 20 centesimi a saldo, staccati il 24 Aprile 2018.

Andamento azioni Banca Mediolanum sul breve-medio periodo

Situazione grafica di breve-medio periodo ancora molto incerta per le azioni Banca Mediolanum che continuano a ristagnare sotto le tre medie mobili di riferimento, a 10-25 e 50 giorni. Tuttavia, risulta alquanto difficile capire se si tratta di una fase di accumulo, considerata la tenuta del forte supporto rappresentato da area 7 euro, oppure la debolezza continuerà a persistere ancora a lungo, con le quotazioni che potrebbero scavare nuovi minimi, in caso di rottura del supporto di medio-lungo periodo, individuato in area 6,90 euro.

Al rialzo, invece, il sentiment sul titolo potrebbe migliorare nel caso in cui le quotazioni si lasciassero dietro le spalle, in sequenza, prima l’EMA a 10 giorni (la linea di colore azzurro sul grafico) e successivamente l’EMA a 25 giorni (la linea di colore rosso sul grafico), passanti rispettivamente in area 7,05 e 7,12 euro.

Tuttavia, il quadro grafico di breve-medio periodo volgerebbe in positivo soltanto in caso di recupero oltre l’EMA a 50 giorni ( la linea di colore verde sul grafico ), che transita in area 7,22-7,25 euro.

Pattern di trading sul titolo Banca Mediolanum (BMED.MI) valido da 1 a 5 giorni

Il pattern di trading long si concretizza in caso di chiusura oraria maggiore di 7,075€ e pronostica i primi due target price in area 7,12 e 7,195 euro; stop loss in caso di discesa sotto 7€ in close orario. Mantenere o incrementare le posizioni rialziste in caso di allungo oltre 7,195€ in chiusura di candela oraria, per cercare di prendere profitto prima 7,22€ e successivamente a 7,245€; stoppare le operazioni in caso di chiusura oraria minore di 7,075€.

Ed ancora lecito attivare nuove operazioni Long nel caso in cui si registri un close orario maggiore di 7,245€ per approfittare di eventuali rialzi in area 7,29 e 7,36 euro, estesa a 7,435€; stop loss in caso di ritorno sotto 7,125€ in chiusura oraria. Suggeriti acquisti sulla debolezza in caso di affondo in area 6,60€ per sfruttare possibili rimbalzi in prima battuta a 6,665€ e successivamente a 6,735€; stop loss in caso di ulteriori cali sotto 6,535€ in close orario o daily.

Il pattern di trading short, invece, prende forma in caso di close orario minore di 7€ e pronostica i primi due obiettivi in area 6,955 e 6,885 euro; stop loss in caso di ritorno sopra 7,075€ in chiusura oraria. Mantenere o aumentare le posizioni corte in caso di discesa sotto 6,885€ in chiusura di candela oraria per cercare di ricoprirsi prima a 6,845€ e successivamente a 6,775€; stop loss in caso di recupero di area 7,01€ in close orario.

Insistere con lo Short nel caso in cui la pressione delle vendite dovesse spingersi sotto 6,775 € in close orario o giornaliero per approfittare di possibili cali in area 6,735 e 6,665 euro, estesa a 6,60€; stop loss in caso di ritorno sopra 6,845€ in chiusura oraria. Suggeriti Short speculativi in caso di estensioni al rialzo in area 7,435€, in ottica di pull-back in un primo momento a 7,36 ed in seconda battuta a 7,29 euro; stop loss in caso di ulteriori allunghi oltre 7,51€ in chiusura oraria o di giornata.

Responsabilità: Gli autori dei contenuti ed i responsabili di ilcorsivoquotidiano.net, dichiarano che i contenuti e le analisi su valute, azioni e qualunque tipo di strumento finanziario non devono essere considerate raccomandazioni di investimento. Tutte le considerazioni fatte dall'autore dell'articolo sono soggettive e dunque rientrano nelle opinioni personali e come tali devono essere considerate. Il contenuto dei post rispecchia l'opinione personale dell'autore e della redazione e sono scritte con finalità di informazione e non al fine di invogliare a fare trading o a investire su qualunque mercato finanziario/o strumento. Gli autori stessi e lo staff del sito non possiedono azioni di società quotate o asset finanziari oggetto delle analisi. Lo staff di ilcorsivoquotidiano.net non garantisce che i dati siano in tempo reale e che la periodicità delle analisi sia puntuale. L'attività di trading e di speculazione sui mercati finanziari o di investimento tramite strumenti derivati costituisce un rischio di perdita di capitali. Pertanto lo staff e gli autori non si assumono alcuna responsabilità legata a investimenti errati o decisione prese tramite analisi di qualsiasi genere trovate sul sito web. L’Utente, pertanto, si assume ogni responsabilità e non ritiene ilcorsivoquotidiano.net e tutti i suoi autori responsabili per eventuali perdite/danni diretti o indiretti che possano scaturire dalla lettura delle analisi, dalla loro inesattezza/e incompletezza oltre che accuratezza. Ogni utente che vuole investire sarà pertanto tenuto a informarsi assumendosi i rischi di eventuali investimenti non basandosi solo sulle analisi tecniche fornite da ilcorsivoquotidiano.net