Bper e Amazon: l’alleanza strana fra banca ed e-commerce

È una alleanza strana quella nata fra il colosso delle vendite on line Amazon e la Banca Popolare dell’Emilia Romagna, un istituto dal carattere tradizionale e che vanta un forte radicamento alla regione natale. Si tratta di una delle prime alleanza che il colosso statunitense ha stretto con un istituto di credito nazionale, al fine di incentivare e di promuovere la vendita dei propri prodotti. Questo è quanto è stato riportato in una nota congiunta e la banca emiliana ha quindi sottoscritto un programma di affiliazione che le permette di estendere la sua operatività oltre ai raggi di azione nei quali è attualmente impegnata.

Smart Web è il servizio di banca sulla rete del gruppo che verrà impiegato per realizzare la partnership e mostrerà una sezione chiamata ‘Amazon per me’, dove sarà possibile acquistare un pool di articoli dal colosso USA. Il correntista potrà, quindi visionare le offerte più convenienti e controllare quali sono stati i prodotti più venduti nelle ultime ore.

Pronta è arrivata la comunicazione del vice direttore generale di Bper Cerfogli, che ha dichiarato quanto la tecnologia sia fondamentale nel processo quotidiano dell’istituto di credito. La volontà è di fornire un servizio distintivo ai correntisti e di mettere a disposizione dei clienti una pagina personale dove possono effettuare gli acquisti via e-commerce, considerata una piattaforma di commercio evoluta e il futuro degli acquisti personali.

Dal punto di vista di Amazon, si tratta di una soluzione favorevole, che le dona autorevolezza e che ne permette una diffusione più capillare. La scelta dell’istituto di credito emiliano si propone, infatti, come il preludio ad una funzione che in molte altre banche potrebbero scegliere di proporre nel futuro immediato. Amazon può quindi sancire la sua superiorità a livello di e-commerce e proporsi come veicolo di vendita anche attraverso canali particolari, quali la pagina di home banking degli utenti di tutto il mondo.

Responsabilità: Gli autori dei contenuti ed i responsabili di ilcorsivoquotidiano.net, dichiarano che i contenuti e le analisi su valute, azioni e qualunque tipo di strumento finanziario non devono essere considerate raccomandazioni di investimento. Tutte le considerazioni fatte dall'autore dell'articolo sono soggettive e dunque rientrano nelle opinioni personali e come tali devono essere considerate. Il contenuto dei post rispecchia l'opinione personale dell'autore e della redazione e sono scritte con finalità di informazione e non al fine di invogliare a fare trading o a investire su qualunque mercato finanziario/o strumento. Gli autori stessi e lo staff del sito non possiedono azioni di società quotate o asset finanziari oggetto delle analisi. Lo staff di ilcorsivoquotidiano.net non garantisce che i dati siano in tempo reale e che la periodicità delle analisi sia puntuale. L'attività di trading e di speculazione sui mercati finanziari o di investimento tramite strumenti derivati costituisce un rischio di perdita di capitali. Pertanto lo staff e gli autori non si assumono alcuna responsabilità legata a investimenti errati o decisione prese tramite analisi di qualsiasi genere trovate sul sito web. L’Utente, pertanto, si assume ogni responsabilità e non ritiene ilcorsivoquotidiano.net e tutti i suoi autori responsabili per eventuali perdite/danni diretti o indiretti che possano scaturire dalla lettura delle analisi, dalla loro inesattezza/e incompletezza oltre che accuratezza. Ogni utente che vuole investire sarà pertanto tenuto a informarsi assumendosi i rischi di eventuali investimenti non basandosi solo sulle analisi tecniche fornite da ilcorsivoquotidiano.net