BPER banca peggior titolo a Piazza Affari su ipotesi acquisto Unipol banca

Seduta in controtendenza per le azioni Bper Banca, che ha lasciato sul terreno il 2,12%, a 3,456 euro, a fronte del +0,98% fatto registrare dall’indice Ftse Mib.

Il titolo dell’ex Banca Popolare dell’Emilia Romagna è finito in fondo al listino delle Blue Chips dopo le indiscrezioni che vedono Bper Banca in lizza per l’acquisto di Unipol Banca. L’istituto di credito guidato dall’AD Alessandro Mandelli ed il gruppo assicurativo Unipol sono già legate tra loro. Unipol possiede infatti il 15% del capitale della banca romagnola, con la facoltà di salire fino al 20%. L’AD della società di assicurazioni, Carlo Cimbri, intervistato nel corso del Welfare Italia Forum, si è limitato ad affermare che Bper potrebbe essere uno dei candidati che hanno espresso interesse all’acquisto di Unipol Banca. Rispondendo ad un’altra domanda, Cimbri ha sottolineato che “ perché l’operazione avvenga sarà necessario che la vendita si incastri con la strategia di un alto gruppo “ .

Per il mercato la suddetta operazione è più conveniente ad Unipol piuttosto che a Bper, in quanto il gruppo assicurativo potrà svincolarsi dalla gestione diretta di Unipol Banca, pur rimanendo uno dei maggiori azionisti, grazie al 15% di partecipazione nel capitale della banca modenese. Gli analisti suppongono che un eventuale acquisto da parte di Bper Banca avverrà per contanti, in quanto il management guidato da Cimbri sarebbe restio ad aumentare la propria partecipazione ricevendo come conguaglio azioni della banca romagnola. Tuttavia, il nodo potrebbe non essere sciolto prima della diffusione del nuovo piano strategico di Bper Banca, atteso per il prossimo Febbraio.

La valutazione di Unipol Banca, che opera sul territorio con 258 filiali di piccole e medie dimensioni, ammonta a 300-400 milioni di euro.

Andamento azioni BPER banca sul breve-medio periodo


Brutta candela daily per il titolo Bper, sceso sotto tutte le tre medie mobili di breve-medio periodo, a 10-25 e 50 giorni. Sentiment negativo testimoniato dal forte aumento del volume di scambio, in crescita dell’85% rispetto a quello della precedente sessione.

La Long Black Candle disegnata sul grafico con time-frame giornaliero, in alto, in caso di conferma, potrebbe attivare un pattern ribassista con primo obiettivo in area 3,38 euro e successivo target price in area 3,30 euro, perso il quale potrebbe scattare il panico, generando un possibile crollo verso quota 3 euro. Lo scenario ribassista appena indicato, invece, potrebbe essere scongiurato in caso di pronto recupero di area 3,55-3,59 euro, zona su cui transitano nell’ordine la media mobile a 10 giorni e la media mobile a 25 giorni (rispettivamente la linea di colore azzurro e la linea di colore rosso sul grafico). Per un’eventuale inversione rialzista di breve-medio periodo, invece, le quotazioni dovrebbero necessariamente riconquistare la media mobile a 50 giorni (la linea di colore verde sul grafico), che al momento si colloca in area 3,62 euro, circa.

In caso di break-out di EMA 50, confermato in chiusura daily o meglio ancora al close settimanale, attesi estensioni al rialzo in area 3,75-3,80 euro.

Pattern di trading sul titolo BPER banca (BPE.MI) valido da 1 a 5 giorni

Il pattern di trading rialzista prende forma in caso di ritorno oltre 3,478€ in chiusura oraria e prevede i primi due target price in area 3,513 e 3,54 euro; stop loss in caso di discesa sotto 3,43€ in close orario. Mantenere o incrementare le posizioni rialziste in caso di allungo oltre 3,54€ in chiusura di candela oraria, per cercare di prendere profitto prima 3,562€ e successivamente a 3,597€; stoppare le operazioni in caso di chiusura oraria minore di 3,478€.

Lecito insistere con nuove operazioni Long nel caso in cui si registri un close orario maggiore di 3,597€ per approfittare di eventuali rialzi in area 3,62 e 3,668 euro, estesa a 3,69€; stop loss in caso di ritorno sotto 3,54€ in chiusura oraria. Suggeriti acquisti sulla debolezza in caso di affondo in area 3,232€ per sfruttare possibili rimbalzi in prima battuta a 3,284€ e successivamente a 3,315€, estesi a 3,348; stop loss in caso di ulteriori cali sotto 3,20€ in close orario o daily.

Il pattern di trading ribassista, invece, si attiva in caso di close orario minore di 3,43€ e pronostica i primi due obiettivi in area 3,39 e 3,369 euro; stop loss in caso di recupero oltre 3,478€ in chiusura oraria. Mantenere o sovrappesare le posizioni corte in caso di discesa sotto 3,369€ in chiusura di candela oraria, per cercare di ricoprirsi prima a 3,348€ e successivamente a 3,315€; stop loss in caso di ritorno oltre 3,43€ in close orario.

Insistere con lo Short nel caso in cui la pressione al ribasso dovesse spingersi sotto 3,315€ in close orario o giornaliero, per approfittare di possibili cali in area 3,284 e 3,264 euro, estesi a 3,232€; stop loss in caso di ritorno sopra 3,369€ in chiusura oraria. Suggeriti Short speculativi in caso di estensioni al rialzo in area 3,69€, in ottica di pull-back in un primo momento a 3,668€ ed in seconda battuta a 3,62€, estesi a 3,597€; stop loss in caso di ulteriori allunghi oltre 3,747€ in chiusura oraria o di giornata.

Responsabilità: Gli autori dei contenuti ed i responsabili di ilcorsivoquotidiano.net, dichiarano che i contenuti e le analisi su valute, azioni e qualunque tipo di strumento finanziario non devono essere considerate raccomandazioni di investimento. Tutte le considerazioni fatte dall'autore dell'articolo sono soggettive e dunque rientrano nelle opinioni personali e come tali devono essere considerate. Il contenuto dei post rispecchia l'opinione personale dell'autore e della redazione e sono scritte con finalità di informazione e non al fine di invogliare a fare trading o a investire su qualunque mercato finanziario/o strumento. Gli autori stessi e lo staff del sito non possiedono azioni di società quotate o asset finanziari oggetto delle analisi. Lo staff di ilcorsivoquotidiano.net non garantisce che i dati siano in tempo reale e che la periodicità delle analisi sia puntuale. L'attività di trading e di speculazione sui mercati finanziari o di investimento tramite strumenti derivati costituisce un rischio di perdita di capitali. Pertanto lo staff e gli autori non si assumono alcuna responsabilità legata a investimenti errati o decisione prese tramite analisi di qualsiasi genere trovate sul sito web. L’Utente, pertanto, si assume ogni responsabilità e non ritiene ilcorsivoquotidiano.net e tutti i suoi autori responsabili per eventuali perdite/danni diretti o indiretti che possano scaturire dalla lettura delle analisi, dalla loro inesattezza/e incompletezza oltre che accuratezza. Ogni utente che vuole investire sarà pertanto tenuto a informarsi assumendosi i rischi di eventuali investimenti non basandosi solo sulle analisi tecniche fornite da ilcorsivoquotidiano.net