Crollo azioni STM: pesa arresto vicepresidente gruppo Huawei in Canada

L’arresto della vicepresidente del gruppo cinese Huawei in Canada, per mandato del Dipartimento per la giustizia statunitense, pesa come un macigno sulle azioni STM, che cedono circa 6 punti percentuali, terminando la seduta a quota 12,09 euro.

La manager cinese è la figlia del fondatore di Huawei, il famoso produttore di smartPhone di ultima generazione, nonché uno dei maggiori clienti di Stmicroelectronics. Wanzhou Meng, questo il nome della numero di Huawei è accusata, in qualità di alto dirigente, di aver consentito la vendita di prodotti e servizi di alta tecnologia all’Iran, paese su cui grava l’embargo promosso dagli Stati Uniti. Un’altra brutta grana per il produttore italiano di microchip e semiconduttori, dopo il periodo difficile che sta attraversando un altro suo importante cliente, ovvero Apple, alle prese con le vendite del nuovo prodotto iPhone XS ed iPhone XR inferiori alle aspettative.

Tuttavia il gruppo STM tra i leader europei nel proprio comparto di appartenenza ha recentemente svelato ottimi conti trimestrali. Nei dettagli, i ricavi del Q3 2018 sono aumentati dell’11,2% su base trimestrale, assestandosi a 2,52 miliardi di dollari, facendo registrare +18,1% su base annua. In netta crescita anche l’utile netto, balzato a 369 milioni di eruo, in progresso del 41,4% sul trimestre precedente e del 56,7% rispetto allo stesso periodo del 2017. In forte ascesa anche il reddito operativo, cresciuto del 38% su base trimestrale e del 41,8% su base annua, portandosi a 398milioni di dollari. Il margine operativo lordo dal 12,7% del Q2 e dal 13,1% dello scorso anno è aumentato al 15,8%. L’outlook sul quarto trimestre prevede ricavi in aumento del 5,7% ed un margine lordo al 39,8%.

Gli analisti rimangono fiduciosi sul business di STM e 10 su 15 di essi consiglia di acquistare il titolo, il cui target price medio si aggira intorno ai 16 euro per azione. Va inoltre ricordato che Lunedì 17 Dicembre verrà staccato un dividendo unitario trimestrale pari a 0,06 dollari.

Andamento azioni STM sul breve-medio periodo


Dopo l’illusorio balzo in area 14 euro, il titolo STM è stato travolto da una vera e propria ondata di vendite, che in sole tre sedute ha causato la perdita di quasi 14 punti percentuali, dal top intraday a quota 14,025 toccato nel corso della seduta del3 Dicembre, quando gli scambi iniziarono in forte gap-up sulla notizia della tregua commerciale siglata tra USA e Cina.

Dal punto di vista prettamente tecnico, il crollo del titolo è stato causato dalla mancata rottura della resistenza di breve-medio periodo, rappresentata dalla media mobile a 50 giorni (la linea di colore verde sul grafico con time-frame giornaliero, in alto), che passava proprio in area 14 euro.

Ema 50 che al momento si è abbassata in area 13,65 euro. Sul brevissimo, invece, il primo ostacolo si colloca sulla media mobile a 10 giorni (la linea azzurra sul grafico), che passa 12,80 euro. Tra le due EMA appena citate, in area 12,93 euro, si colloca invece la media mobile a 25 giorni (la linea rossa sul grafico).

La perdita in chiusura daily o peggio ancora settimanale di area 12, invece, potrebbe attivare un pattern ribassista con target sui minimi di periodo in area 11,65-11,60 euro.

Pattern di trading titolo Stmicroelectronics (STM.MI) valido da 1 a 5 giorni

Il pattern rialzista prende forma in caso di ritorno oltre 12,12€ in chiusura oraria e prevede i primi due target price in area 12,18 e 12,24 euro; stop loss in caso di discesa sotto 12,04€ in close orario. Mantenere o incrementare le posizioni rialziste in caso di allungo oltre 12,24€ in chiusura di candela oraria, per cercare di prendere profitto prima 12,31€ e successivamente a 12,39€; stoppare le operazioni in caso di chiusura oraria minore di 12,09€.

Lecito insistere con nuove operazioni Long nel caso in cui si registri un close orario maggiore di 12,39€ per approfittare di eventuali rialzi in area 12,48 e 12,56 euro, estesa a 12,76€; stop loss in caso di ritorno sotto 12,24€ in chiusura oraria. Suggeriti acquisti sulla debolezza in caso di affondo in area 11,35€ per sfruttare possibili rimbalzi in prima battuta a 11,46€ e successivamente a 11,58€, estesi a 11,65; stop loss in caso di ulteriori cali sotto 11,20€ in close orario o daily.

Il pattern ribassista, invece, si attiva in caso di close orario minore di 12,04€ e pronostica i primi due obiettivi in area 11,92 e 11,85 euro; stop loss in caso di recupero oltre 12,12€ in chiusura oraria. Mantenere o sovrappesare le posizioni corte in caso di discesa sotto 11,85€ in chiusura di candela oraria, per cercare di ricoprirsi prima a 11,73€ e successivamente a 11,65€; stop loss in caso di ritorno oltre 12,055€ in close orario.

Insistere con lo Short nel caso in cui la pressione al ribasso dovesse spingersi sotto 11,65€ in close orario o giornaliero, per approfittare di possibili cali in area 11,58 e 11,46 euro, estesi a 11,35€; stop loss in caso di ritorno sopra 11,85€ in chiusura oraria. Suggeriti Short speculativi in caso di estensioni al rialzo in area 12,76€, in ottica di pull-back in un primo momento a 12,56€ ed in seconda battuta a 12,48€, estesi a 12,40€; stop loss in caso di ulteriori allunghi oltre 12,96€ in chiusura oraria o di giornata.

Responsabilità: Gli autori dei contenuti ed i responsabili di ilcorsivoquotidiano.net, dichiarano che i contenuti e le analisi su valute, azioni e qualunque tipo di strumento finanziario non devono essere considerate raccomandazioni di investimento. Tutte le considerazioni fatte dall'autore dell'articolo sono soggettive e dunque rientrano nelle opinioni personali e come tali devono essere considerate. Il contenuto dei post rispecchia l'opinione personale dell'autore e della redazione e sono scritte con finalità di informazione e non al fine di invogliare a fare trading o a investire su qualunque mercato finanziario/o strumento. Gli autori stessi e lo staff del sito non possiedono azioni di società quotate o asset finanziari oggetto delle analisi. Lo staff di ilcorsivoquotidiano.net non garantisce che i dati siano in tempo reale e che la periodicità delle analisi sia puntuale. L'attività di trading e di speculazione sui mercati finanziari o di investimento tramite strumenti derivati costituisce un rischio di perdita di capitali. Pertanto lo staff e gli autori non si assumono alcuna responsabilità legata a investimenti errati o decisione prese tramite analisi di qualsiasi genere trovate sul sito web. L’Utente, pertanto, si assume ogni responsabilità e non ritiene ilcorsivoquotidiano.net e tutti i suoi autori responsabili per eventuali perdite/danni diretti o indiretti che possano scaturire dalla lettura delle analisi, dalla loro inesattezza/e incompletezza oltre che accuratezza. Ogni utente che vuole investire sarà pertanto tenuto a informarsi assumendosi i rischi di eventuali investimenti non basandosi solo sulle analisi tecniche fornite da ilcorsivoquotidiano.net